Carcere Sollicciano: agente ferita da detenuta, ennesimo episodio di violenza nel carcere

Il carcere di Sollicciano a Firenze
Il carcere di Sollicciano a Firenze

FIRENZE – Un’agente di polizia penitenziaria del carcere fiorentino di Sollicciano e’ rimasta contusa dopo che
una detenuta le ha chiuso contro la porta blindata della cella, colpendola a una mano. L’episodio, avvenuto ieri sera intorno alle 21, e’ stato reso noto dal segretario del sindacato Sappe Toscana Pasquale Salemme.
La poliziotta – spiega Salemme – ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso cittadino, dopo che una detenuta le ha chiuso violentemente il blindo della cella in faccia con l’intento di colpirla e le ha causato una contusione alla mano sinistra per cui sono stati diagnosticati 5 giorni di prognosi”. Sempre secondo quanto reso noto dal sindacato, la detenuta non sarebbe nuova a episodi di questo tipo.

«Il Sappe – viene precisato nel comunicato diffuso dal sindacato – stigmatizza la mancata assunzione di provvedimenti da parte del ministero della Giustizia a tutela dei poliziotti penitenziari sempre piu’ spesso aggrediti, minacciati, feriti, contusi e colpiti con calci e pugni da detenuti». Il 2 gennaio scorso sempre a Sollicciano un agente della penitenziaria era stato aggredito da un detenuto che non voleva venisse chiusa la porta della cella.

agente, carcere, Sollicciano


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080