Il rapporto economico dell'Istituto

Bankitalia: conseguenze rilevanti per le banche dalla guerra in Ucraina

La Banca d’Italia

 ROMA – La guerra rappresenta” una significativa fonte di incertezza per il sistema bancario; può produrre conseguenze rilevanti attraverso molteplici canali, di natura finanziaria ed economica”. Lo si legge nel rapporto sulla stabilità finanziaria della Banca d’Italia secondo cui “il tasso di deterioramento dei prestiti resta su livelli storicamente bassi” e “l’uscita dalle misure di sostegno non sta causando cliff-effects per la rischiosità” dei crediti .”L’esposizione diretta verso controparti russe è nel complesso limitata, ma concentrata nei due gruppi di maggiore dimensione e appare “gestibile”.

Aziende italiane più vulnerabili e, soprattutto, colpite dall’incertezza della situazione dell’economia globale e europea e gli altri prezzi dell’energia e materie prime. La Banca d’Italia non vede un aumento marcato della vulnerabilità del settore ma sottolinea come, dopo la fase di ripresa del 2021 quando era sceso anche l’indebitamento contratto durante il lockdown, il quadro sia cambiato. Le conseguenze del conflitto “sono potenzialmente rilevanti; tuttavia le esposizioni dirette attraverso esportazioni nei mercati interessati appaiono contenute”.

banche, bankitalia, guerra, italiane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080