Dall'8 settembre al 22 dicembre

Firenze: il Teatro delle Donne presenta «Avamposti» al Teatro Goldoni (con prime date a Villa Vogel)

«Favola» (20 settembre)

FIRENZE – Il Teatro delle Donne prende sede al Teatro Goldoni di Firenze (via Santa Maria 15) e qui avranno luogo quasi tutti gli spettacoli di AvampostiTeatroFestival022, salvo tre date iniziali all’aperto nel Cortile di Villa Vogel (viale Canova 72); gli spettacoli presentati vanno dall’8 settembre al 22 dicembre.

Come noto, il Teatro Goldoni è del Maggio Musicale Fiorentino, il cui Sovrintendente Alexander Pereira ha commentato: «Mi dispiaceva di avere il Goldoni, un piccolo teatro così bello, ma di non utilizzarlo spesso: sarà obiettivo del Maggio creare una vera e nutrita programmazione in quella nostra sala […]; con noi e con il Teatro delle Donne e la programmazione dei loro spettacoli, il Goldoni sarà aperto molto più spesso e questo è molto importante». La convenzione triennale stipulata tra Maggio Musicale Fiorentino e Teatro delle Donne, suggella un percorso fortemente condiviso con il Comune di Firenze e la Regione Toscana, col sostegno di Fondazione CR Firenze.

l festival partecipano molti degli artisti che da sempre frequentano le programmazioni del Teatro delle Donne: Maniaci D’Amore, Andrea Muzzi, Lunaria Teatro, Filippo Renda, Antonio Fazzini, Annibale Pavone, Ciro Masella, Cinzia Pietribiasi, Gabriele Giaffreda, Dimitri Milopulos, Letizia Russo, Laura Curino, Fabio Mascagni, Claudia Della Seta, Stefania Aphel Barzini, Sofia Diaz, Elena Baroglio, Mariandrea Filpo, Maurizia Grossi, Carlina Torta, Riccardo Tesi, Alvia Reale, Daniela Giovanetti, Angela Di Maso, Teatri di Vita, Eva Robin’s, Stefano Casi, Andrea Adriatico, Tinaos Teatro, Scena Verticale, Saverio La Ruina. Con qualche novità assoluta: Federica Cifola, nuova interprete di “Amarti, che fatica!” Compagnia della Magnolia con “Favola”, Virginia Landi, Francesca Mignemi, Eleonora Paris, con la nuova produzione “Due volte Tito”.
L’edizione 2022 del festival AVAMPOSTI offre una panoramica di quanto c’è di nuovo sul fronte della drammaturgia e del teatro contemporaneo con particolare riferimento alle autrici, ai giovani autori e alle tematiche di attualità che hanno profondamente colpito o modificato la società e anche il nostro territorio, negli ultimi due anni. Il tema è quello delle SFIDE, tema dedicato in particolare ai “perdenti” di talento. Le iniziative proposte al pubblico si alternano alle prove, ai laboratori, ai seminari della Scuola Nazionale di Scrittura Teatrale. Nello stesso tempo il Teatro delle Donne riafferma la sua valenza di centro di drammaturgia delle donne unico a livello nazionale, punto di riferimento per tutte le artiste di teatro e per tutti gli autori e autrici nazionali. Un presidio avanzato sul territorio, un centro di eccellenza per la drammaturgia contemporanea. Una roccaforte, una postazione avanzata, un presidio culturale, un avamposto per il teatro d’innovazione, le autrici e gli autori contemporanei.

Diamo qui il calendario in sintesi; il programma completo e i dettagli sugli spettacoli (compresi i prezzi, con le promozioni come i biglietti a 7 euro riservati ai residenti dei Quartieri 1 e 4) si trovano sul sito www.teatrodelledonne.com

gio 08.09 ore 21,15    CORTILE DI VILLA VOGEL

MANIACI D’AMORE       – SIEDE LA TERRA fenomenologia della pettegola, di e con FRANCESCO D’AMORE e LUCIANA MANIACI, PRIMA REGIONALE

E’ un lavoro radicato nel mondo contemporaneo e che, in maniera sottile, si interroga sulle logiche spietate della gogna pubblica ma anche sul corpo della donna, spesso oggetto di narrazioni subite, e sull’invenzione strumentale dello straniero, del diverso e dell’untore. Maniaci d’Amore firmano un’altra drammaturgia irriverente e coraggiosa: non una galleria degli orrori bensì un comico inno d’amore, un’elegia in forma di accusa. Perché, malgrado l’insofferenza, l’indignazione e a volte la vergogna, noi apparteniamo a queste comunità. Non solo i nostri vulnerabili corpi, ma anche i nostri cuori poggiano qui, dove siede la terra.

ven 09/sab 10.09 ore 21,15    CORTILE DI VILLA VOGEL

IL TEATRO DELLE DONNE     – AMARTI, CHE FATICA! Progetto e regia Andrea Muzzi, con FEDERICA CIFOLAANTEPRIMA NUOVO ALLESTIMENTO

Per un essere umano cambiare è un’impresa difficile. Se l’essere umano poi è un uomo, allora si può gridare direttamente al miracolo! Gli uomini non cambiano per pigrizia o perché semplicemente si piacciono così come sono, anche con i loro difetti. Anzi, soprattutto per i loro difetti. Lo spettacolo è un monologo introspettivo che attraversa con divertimento gli stati d’animo dell’abbandono; la speranza, la rabbia e la paura. E’ uno spettacolo che grazie alla testimonianza della vittima, Stefania, fotografa una categoria di persone che ti legano saldamente alla sofferenza, i narcisisti patologici. Come liberarsene?

dom 11.09 ore 21,15           CORTILE DI VILLA VOGEL

LUNARIA TEATRO             – MARUZZA MUSUMECI di Andrea Camilleri, scene e costumi Giorgio Panni e Giacomo Rigalza, regia Daniela Ardini, con PIETRO MONTANDONPRIMA REGIONALE

Con il testo di Camilleri ritornano i motivi classici della sirena – del suo canto che uccide – e di una vendetta covata per millenni contro un Ulisse dedicato ai campi. Il protagonista Gnazio Manisco ritorna dall’America senza mai guardare il mare, per dedicarsi a coltivare la terra. Acquista un campo che è come un’isola sull’acqua e decide di sposarsi. La donna di cui si innamora perdutamente è bellissima e canta canzoni meravigliose che solo lui comprende. Da qui si dipanano una serie di eventi sorprendenti che coinvolgono personaggi radicati nella cultura siciliana, dalle più diverse caratteristiche, creati dalla maestria divertita dell’autore.

ven 16.09 ore 21,15 replica sab 17.09 ore 21,15         TEATRO GOLDONI  

TEORIA DEL NUMERO PERFETTO APPLICATA ALLE STORIE DELL’UTOPIA SOCIALISTA testo e regia Filippo Renda con ANTONIO FAZZINI, FILIPPO RENDAPRIMA ASSOLUTA

Una coppia di matematici alla ricerca di modelli sociali rivoluzionari tra le sequenze numeriche; una coppia di maiali impegnati in un conflitto che non ammette compromesso tra una via che punti all’azione contro una che punti al progresso; una coppia di sconosciuti che trasformano il proprio incontro casuale in un incubo. La teoria del numero perfetto… mette in scena il desiderio di un’alternativa a un sistema, quello del Capitale, in un mondo popolato da 8 miliardi di individui soli. Lo spettacolo desidera anche riportare nelle sale teatrali un sistema di collante sociale, lontano dalle vanità individualistiche del bravo interprete, che qui diventa invece testimone.

mar 20.09  ore 21,15  TEATRO GOLDONI

PICCOLA COMPAGNIA DELLA MAGNOLIA     in FAVOLA Progetto VULNERABILI testo di Fabrizio Sinisi ideazione, regia, costumi Giorgia Cerruti assistente alla regia Raffaella Tomellini con GIORGIA CERRUTI e DAVIDE GIGLIO in video Giorgia Cerruti, Davide Giglio, Michele di Mauro e molte variopinte comparse

Fabrizio Sinisi scrive una favola eretica, idealmente dedicata a Pasolini. Da qui nasce FAVOLA, tragedia da camera contemporanea. Una donna e un uomo, chiusi in una stanza, dominata da uno schermo. La donna inscena tre sogni – a Londra nel 1617, a Parigi nel 1793, nella contea di Boone nel 1856 – punti di snodo della modernità occidentale e specchio attraverso cui far affiorare il trauma della donna: una figlia, che non si vede mai. Favola è l’esperimento di un teatro politico praticato con gli strumenti della poesia; un rito laico che mette in discussione la giustizia della società attuale.

ven 23/sab 24.09 ore 21,15                   TEATRO GOLDONI

IL TEATRO DELLE DONNE    – DUE VOLTE TITO sopravvivere alla tragedia, progetto Virginia Landi, Francesca Mignemi, Eleonora Paris, drammaturgia Francesca Mignemi, Eleonora Paris, regia Virginia Landi, scene e costumi Laura Pigazzin, con FRANCESCO ARICO’, DIANA BETTOJA, FEDERICO GARIGLIO, VALERIA GIRELLIPRIMA REGIONALE

Un mondo da ricostruire a partire dalle macerie di quello appena crollato. Tra le rovine le mani cercano i corpi: sono le mani dei figli, sono i corpi dei padri. Un progetto che parla di padri, di figli e di figlie, dell’implosione violenta che si genera nello scontro tra un mondo al collasso che non vuole arrendersi e un mondo incapace di emergere. L’antica Roma del Tito Andronico shakespeariano incontra il mondo occidentale a noi contemporaneo. La violenza che si consuma tra le pagine di quella tragedia antica è la stessa violenza che, in maniera ora visibile ora invisibile, scaturisce dal sistema patriarcale alla base della nostra società.

gio 29.09  ore 21,15                                                                               TEATRO GOLDONI

NUOVI TESTI   MAMA!  presentazione del progetto di residenza a cura di Cinzia Pietribiasi

TINAOS TEATRO lettura scenica del testo vincitore del bando FUTURO/PASSATO

ven 30.09/sab 01/dom 02.10          TEATRO DELLA LIMONAIA   Sesto Fiorentino

IL TEATRO DELLE DONNE/INTERCITY FESTIVAL    –  LA LIBERTA’ di Martin Bellemare, traduzione Marco Casazza, regia Michele Mariniello, con TERESA FALLAI, CIRO MASELLA, ANNIBALE PAVONE, LORENZO VOLPE, PATRIZIA CIARLONIPRIMA NAZIONALE

Lo spettacolo esamina la nozione di libertà in una società organizzata, in cui una struttura si assume determinate responsabilità nei confronti della popolazione. Il tema è quello del fine vita, del suicidio assistito, perché è di questo che si occupa Paul al dipartimento governativo. E Mary, la moglie, non è d’accordo su quel lavoro che fa suo marito. Tantomeno vorrebbe lo stesso lavoro per il figlio. Un testo scomodo, al limite del possibile, che tocca in modo intelligente una dei temi più discussi negli ultimi tempi, anche nel nostro paese.

ven 07/sab 08/dom 09.10  ore 21,15     TEATRO GOLDONI 

TEATRO DELLA LIMONAIA/INTERCITY FESTIVAL      – GLI UCCELLI di Daphne du Maurier, drammaturgia, scene e regia Dimitri Milopulos, con GABRIELE GIAFFREDAPRIMA ASSOLUTA

Primo studio sul racconto di Daphne du Maurier (autrice anche di Rebecca la prima moglie) da cui Alfred Hitchcock ha tratto il suo omonimo film nel 1963. Si tratta della storia dell’invasione di branchi di uccelli d’ogni sorta che aggrediscono chiunque trovano indifeso e sprovveduto. Nel racconto, rispetto al film di Hitchcock, la trama è più semplice e intima, ma allo stesso tempo più inquietante e angosciante e l’aspetto suspense è incessante durante tutta la durata del racconto.

gio 13/ven 14.10  ore 21,15            TEATRO GOLDONI

GRUPPO DELLA CRETA    – CUORE, SOSTANTIVO MASCHILE di Angela Di Maso regia Alvia Reale con DANIELA GIOVANETTI e ALVIA REALEPRIMA REGIONALE

Il corposo duetto di due attrici che si sono raccontate in tutta sincerità davanti ad una drammaturga. Daniela Giovanetti e Alvia Reale hanno avuto storie diverse, ma scoprono affinità e coincidenze, che rendono il corso del racconto un curioso quanto affascinante (e crudele) esempio di un contemporaneo Vite parallele. Un percorso complicato, ora raccontato con lucidità e passione, e anche con ironia e leggerezza. Disilluse ma non arrese, davanti alle parole, parole, parole, che non sempre hanno nella vita il fascino suadente della voce di Mina.

mar 18.10  ore 21,15                    TEATRO GOLDONI                                                              

E20INSCENA       SE CI SEI BATTI UN COLPO di Letizia Russo regia Laura Curino con FABIO MASCAGNI

Un solo attore, tredici personaggi, una storia surreale e tragicomica per indagare, attraverso la vita di un giovane uomo che ha tutto ciò che gli serve, tranne il cuore, un tema caro a chiunque abbia mai avuto il dubbio se davvero valga o no la pena vivere. Ma la domanda del personaggio e la sua straordinaria esistenza di senza cuore sono anche una lente per osservare, con ironia politicamente scorretta e poesia, tutto ciò che fa della vita il regno della meraviglia e della noia, della normalità e della follia, del desiderio e dell’incomprensione: – A cosa Serve vivere, se non hai il cuore? –

gio 20/ven 21/sab 22.10   ore 21,15                                                 TEATRO GOLDONI

IL TEATRO DELLE DONNE – L’INGREDIENTE PERDUTO di Stefania Aphel Barzini e Claudia Della Seta dal romanzo di Stefania Aphel Barzini regia Claudia Della Seta con ELENA BAROGLIO, CLAUDIA DELLA SETA, SOFIA DIAZ, MARIANDREA FILPO, MAURIZIA GROSSI – PRIMA REGIONALE

1994 San Francisco: Sara è ad una gita scolastica per visitare i cimeli dei figli dei fiori. Da un muro Sara scorge una donna in foto che le sorride. Al cuore di Sara salta un battito: quella donna bionda Sara la sogna sempre, da quando è bambina. Sara comincia un viaggio alla ricerca della trama della sua vita, dentro i segreti della sua famiglia, per trovare i vincoli e i nessi della sua anima e del suo cuore. La parmigiana di melanzane, ricetta storica di una famiglia spezzata, è il filo conduttore della vicenda.

mar 25/mer 26.10 ore 21,15        TEATRO GOLDONI                                                                  

TEATRI DI VITA – EVƎ di Jo Clifford traduzione di Stefano Casi riflessǝ in Andrea Adriatico  con EVA ROBIN’S, PATRIZIO BERNARDI, ROSE FREEMAN e Anas Arqawi, Met Decay, Saverio PeschecheraPRIMA REGIONALE

Una storia che conoscono tutti. Forse. Quella di quando Dio creò Adamo ed Eva, prima il maschio e poi, come un ripiego, la femmina. Due generi ben distinti con destini ben segnati. Perché in questa storia non è stato previsto chi sta nel mezzo, o ha un po’ dell’uno e un po’ dell’altra. Andrea Adriatico torna a confrontarsi con i temi LGBTQ+ e con la fluidità di generi umani e teatrali, di storie e identità.

ven 28.10 ore 21,15                       TEATRO GOLDONI

CARLINA TORTA- A CERCARE ASSIEME I FIORI nella vita e nella scrittura di Clara Sereni di e con CARLINA TORTA col contributo di Roberta Mazzanti, musica composta ed eseguita da RICCARDO TESI

Con le parole di Clara Sereni, scrittrice scomparsa il 25 luglio del 2018, ho cercato di costruire uno spettacolo teatrale che ripercorra la sua vita, fatta di continua ricerca, di sperimentazione, cominciata forse in maniera inconsapevole ma poi proseguita in modo sempre più cosciente, recuperando la “lingua perduta delle donne”.I suoi libri rispecchiano la sua passione civile e il quotidiano vivere di una donna «… che ha speso gran parte della sua esistenza al servizio della comunità e delle persone più svantaggiate» come l’ha definita il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo messaggio di cordoglio.

ven 04/sab 05.11  ore 21,15             TEATRO GOLDONI

IL TEATRO DELLE DONNE          PADRE D’AMORE, PADRE DI FANGO  di e con CINZIA PIETRIBIASI, musica e suoni Giorgia Pietribiasi, immagini Ayanta Noviello, Cinzia Pietribiasi, scene Giulia Drogo, Lidia Zanelli, voce narrante Michele Zaccaria

Lo spettacolo racconta la storia di una relazione. Quella di una figlia con il proprio padre. Una storia vera che non viene raccontata ma piuttosto attraversata. Il luogo dove tutto accade è Schio, cittadina operaia in provincia di Vicenza. La piccola e industriosa città che vede nascere e crescere grandi aziende tessili come la Lanerossi, negli anni ‘80 viene letteralmente sommersa dall’eroina, assistendo con indifferenza e paura all’annichilimento della generazione venti-trentenne dell’epoca.

gio 22.12  ore 21,15                  TEATRO GOLDONI

 SCENA VERTICALE            VIA DEL POPOLO di e con SAVERIO LA RUINAPRIMA REGIONALE

Via del Popolo, un tratto di strada di una cittadina che un tempo brulicava di attività: due bar, tre negozi di generi alimentari, un fabbro, un falegname, un ristorante, un cinema… Due uomini percorrono via del Popolo, un uomo del presente e un uomo del passato. Il primo impiega 2 minuti per percorrere 200 metri, il secondo 30 minuti. È la piccola città italiana a essere cambiata, è la società globalizzata. I negozi sono stati sostituiti dai centri commerciali e la fine della vendita al dettaglio ha portato via posti di lavoro, distruggendo un modello sociale ancora basato sulle relazioni personali. 

21/28.09-05/12.10-09/23.11-07/21.12    ore17,00           BIBLIOTECA COMUNALE                Scandicci

IL TEATRO DELLE DONNE    FAVOLE & MERENDA. NARRAZIONE DI FAVOLE TRADIZIONALI e NON. Riscrittura a cura di ANTONIO FAZZINI e VANIA ROTONDI


Avamposti festival, Firenze, prosa, Teatro delle Donne, Teatro Goldoni, Villa vogel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080