Daniele Gatti dirige l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con un programma tutto francese

Daniele Gatti con l’Orchestra del Maggio (foto M. Monasta)

FIRENZE – Sabato 3 dicembre alle 18 al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazza Vittorio Gui) Daniele Gatti dirige l’Orchestra del Maggio in un programma tutto francese, con musiche di Gabriel Fauré, Camille Saint-Saëns, Claude Debussy e Maurice Ravel, incluso il celeberrimo Bolero. Verranno eseguiti la Pavane in fa diesis minore op. 50 di Gabriel Fauré, dedicata alla contessa Elisabeth Greffulhe, di cui la pavana è intesa essere una sorta di ritratto in musica; il Concerto n. 1 in la minore op. 33 per violoncello e orchestra di Camille Saint-Saëns, che debuttò il 19 gennaio 1873 a Parigi presso la Società dei concerti del Conservatorio (solista al violoncello è Antonio Meneses); seguono poi due composizioni ispaneggianti: Ibéria, estratto dalla suite in tre parti di Claude Debussy Images per orchestra, composta fra il 1905 e il 1912, e il Boléro di Maurice Ravel, presentato per la prima volta all’Opéra national de Paris il 22 novembre 1928 e divenuto in breve tempo una delle opere simbolo della letteratura orchestrale di tutti i tempi.

Per Gatti è il penultimo appuntamento sinfonico del Festival d’Autunno e dell’anno, prima del concerto del 31 (ma sarà sul podio anche per il Don Carlo di Verdi dal 27).

Settore D: 25€ – Settore C: 40€ – Settore B: 65€ – Settore A: 100€, in vendita senza sovrapprezzo anche direttamente sul sito del Maggio

Antonio Meneses, Bolero di Ravel, Daniele Gatti, Firenze, maggio musicale fiorentino, Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080