Skip to main content

Charlie Hebdo: hackerato il sito. E’ scontro Francia-Teheran. Minacce anche a un vignettista di Arezzo

Charlie Hebdo (Foto Adnkronos)

PARIGI – La giustizia francese ha aperto un’inchiesta per l’attacco informatico di cui è rimasto vittima il sito web del giornale satirico Charlie Hebdo, lo stesso che il 7 gennaio 2015 fu colpito da un attentato terroristico e che ora viene messo nel mirino dall’Iran per le caricature riguardanti il leader supremo, Ali Khamenei. La giustizia francese ha deciso di agire in piena polemica con Teheran. La denuncia è stata presentata ai giudici di Francia dalla stessa direzione di Charlie Hebdo.

L’Iran, per ritorsione, oggi 5 gennaio 2023, ha annunciato la chiusura dell’Istituto francese di ricerca in Iran (IFRI), dopo che il settimanale satirico Charlie Hebdo ha pubblicato vignette ritenute offensive nei confronti della guida suprema iraniana Ali Khamenei. “Il ministero sta chiudendo le attività dell’Istituto di ricerca francese in Iran (IFRI) come primo passo” nella risposta iraniana alle vignette, si legge in un comunicato del ministero degli Esteri iraniano.

Minacce social che hanno riguardato un vignettista italiano della provincia di Arezzo, autore di una delle immagini pubblicate nell’ultimo numero di Charlie Hebdo, hanno indotto le autorità ad alzare i livelli di vigilanza intorno a lui. L’uomo è uno dei 35 vincitori del concorso bandito dalla pubblicazione francese e una sua vignetta è stata pubblicata nel numero dedicato al regime iraniano che ha suscitato forti reazioni a Teheran. Secondo quanto appreso le forze dell’ordine hanno avviato misure a tutela della sicurezza personale dell’uomo.

Intanto un tribunale iraniano nella città di Zahedan ha condannato a morte un manifestante disabile di 22 anni con l’accusa di “corruzione sulla Terra”. Lo affermano gli attivisti, stando al portale IranWire. Mansour Dehmordeh, di etnia beluci, è stato processato il 3 gennaio ma è stato informato della sentenza dal giudice due giorni dopo, secondo Haalvsh, un gruppo che monitora le violazioni dei diritti della minoranza sunnita in Iran.

charlie hebdo, francia, Iran

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741