Skip to main content

Superbonus 110, crediti gonfiati: sequestrati 9,5 milioni

FIRENZE – La Procura della Repubblica di Firenze, attraverso la Guardia di Finanza di Venezia, ha messo sotto sequestro crediti fittizi da Superbonus 110, per un controvalore di oltre 9,5 milioni di euro, in fase di imminente liquidazione, che erano stati ‘gonfiati’ da parte di una società nella fase della cessione.

Le indagini, condotte dalla compagnia di Mirano (Venezia), sono scaturite dalla segnalazione da parte di alcuni cittadini veneziani che avevano effettuato alcuni lavori di ristrutturazione favoriti dal Superbonus del 110% sulla spesa sostenuta.

Controllando il proprio “cassetto fiscale”, avevano però scoperto che gli importi dei loro crediti edilizi erano stati ceduti, dopo essere stati duplicati o triplicati di valore, a società diverse da quelle che realmente avevano realizzato i lavori.

L’intervento dei finanzieri, coordinato dalla Procura di Firenze, ha permesso di bloccare la frode fiscale e di sequestrare preventivamente crediti fittizi per oltre 9,5 milioni di euro nei confronti di una società con sede nel capoluogo toscano, poco prima che essi venissero ceduti a una ignara azienda energetica di Venezia, la quale li avrebbe a propria volta utilizzati per compensare i propri debiti di imposta in scadenza con il fisco. 

crediti gonfiati, Procura di Firenze, superbonus 110

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741