Cambiati i criteri di valutazione dei comuni

Imu agricola 2014: il pagamento slitta al 10 febbraio 2015. Governo costretto al rinvio dai ricorsi al Tar del Lazio

di Piero Corradini - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano, Top News

Ancora incertezze sul pagamento dell'Imu agricola

La nuova scadenza per pagare l’Imu agricola sarà il 10 febbraio. Ci saranno altre proroghe?

ROMA – È stata prorogata al 10 febbraio 2015 la scadenza per il pagamento dell’Imu sui terreni agricoli per l’anno 2014, da parte dei soggetti che non esenti. Lo ha deciso oggi il Consiglio dei Ministri riunito d’urgenza in vista della prima scadenza già fissata al 26 gennaio ma poi di fatto congelata dalla presenza di ricorsi al Tar del Lazio. L’incertezza sulla questione era totale, tanto che oggi è stata fatta una riunione speciale del Consiglio dei ministri, che avrebbe invece dovuto tenersi la prossima settimana.

ANNO 2015- Il testo del decreto legge approvato oggi 23 gennaio dal governo prevede che a decorrere dall’anno in corso, 2015, l’esenzione dall’imposta municipale propria (IMU) si applica:

  • ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, ubicati nei Comuni classificati come totalmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat;
  • ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, di cui all’articolo 1 del decreto legislativo del 29 marzo 2004 n. 99, iscritti nella previdenza agricola, ubicati nei Comuni classificati come parzialmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat.

ANNO 2014Tali criteri si applicano anche all’anno di imposta 2014. Per l’anno 2014 non è comunque dovuta l’Imu per quei terreni che erano esenti in virtù del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con i Ministri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e dell’Interno, del 28 novembre 2014 e che invece risultano imponibili per effetto dell’applicazione dei criteri sopra elencati. I contribuenti, che non rientrano nei parametri per l’esenzione, verseranno l’imposta entro il 10 febbraio 2015.

Saranno esenti quindi tutti i comuni montani e, nei comuni parzialmente montani, vengono esentati tutti i terreni di proprieta’ o in affitto a imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti. Con i nuovi criteri 3.546 comuni italiani (prima erano 1498) saranno totalmente esenti e 655 parzialmente esenti.

 

CAMBIANO I CRITERI

ECCO IL NUOVO ELENCO DEI COMUNI DELLA TOSCANA DOVE NON SI PAGA L’IMU SUI TERRENI AGRICOLI

Completamente abbandonato il criterio dell’altitudine, che aveva rozzamente attribuito le esenzioni in base alla quota della sede del municipio, viene reintrodotta ora la esenzione in base alla classifica Istat, che considera le peculiarità agricole del comune.

Del decreto di novembre resta in piedi solo la divisione dei comuni in tre diverse casistiche ai fini della Imu sui terreni:

– Comuni completamente esenti da Imu sui terreni

– Comuni in cui sono esenti SOLO i terreni posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli

– Comuni che non godono di alcuna esenzione sui terreni

 

CHI PAGA ? SCARICA QUI IL NUOVO ELENCO DI TUTTI I COMUNI ITALIANI SOGGETTI A IMU AGRICOLA

Ecco il nuovo Elenco Comuni della Toscana soggetti a Imu agricola

 

ARTICOLI PRECEDENTI

5 gen 2015 – Imu agricola: sul piede di guerra il sindaco di Fivizzano: «Se Renzi non la cancella, porterò la sede del comune a 860 metri»

13 dic 2015 – Imu sui terreni agricoli: si paga entro il 26 gennaio. Ecco l’elenco dei comuni della Toscana interessati

 

 

 

Tag:, ,

Piero Corradini

Piero Corradini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: