Il dibattito in aula

Consiglio regionale della Toscana, 340mila euro per partecipare al polo FS dell’Osmannoro

di Redazione - - Politica

La Regione entrerà nel nuovo polo ferroviario dell'Osmannoro

La Regione entrerà nel nuovo polo ferroviario dell’Osmannoro

FIRENZE – Seconda sessione settimanale, questa mattina (con eventuale ripresa pomeridiana) per il consiglio regionale della Toscana che nella seduta di ieri ha fra l’altro deciso che l’ente parteciperà in Italcertifer spa. Nonostante il voto contrario delle opposizioni e dei consiglieri Marina Staccioli e Gabriele Chiurli del Gruppo Misto, la proposta di deliberazione che fissa al 20 per cento del capitale sociale (340mila euro) l’onere a carico del bilancio regionale è passata senza difficoltà.

L’atto, illustrato dal presidente della commissione Mobilità Fabrizio Mattei (Pd), prevede l’acquisizione per il consolidamento del polo per l’alta tecnologia ferroviaria dell’Osmannoro. L’ingresso della Regione nel capitale sociale di Italcertifer si realizzerà mediante l’acquisto di una quota della partecipazione detenuta da Ferrovie dello Stato. La compagine sociale attuale vede l’8,33 per cento detenuto in pari quota dalle Università di Firenze, Pisa, Napoli e dal Politecnico di Milano e il 66,6 da Ferrovie dello Stato.

Contrario all’acquisizione si è dichiarato Paolo Ammirati (Pdl): “Una volta di più questo Esecutivo predica bene e razzola male” ha esordito ricordando come la partecipazione sia una “spesa inutile che certamente va contro quell’idea di semplificazione e dismissione del non necessario tanto predicata dalla Giunta”. “Alla fine – ha osservato Ammirati – si gioca al tutto cambi perché nulla cambi”.

“L’acquisizione è necessaria per non disperdere un potenziale di progettazione e costruzione importante” ha detto Eugenio Giani (Pd) ricordando come la “partecipazione azionaria della Regione sia un elemento di garanzia e anche a salvaguardia di numerosi posti di lavoro”. Di partecipazione “non strategica” ha parlato Chiurli auspicando che “finalmente si imbocchi una strada certa: o dismettiamo le partecipate o continuiamo con questo interventismo della Regione i cui risultati sono, ormai, sotto gli occhi di tutti”.

“Mi sfugge la questione e mi sfugge l’interesse della Regione” ha commentato Marco Taradash (Pdl) che ha parlato di “motivi misteriosi” e “argomentazioni che non reggono”. Secondo il consigliere, infatti, “occorrerebbe fare più chiarezza. Se all’acquisizione corrisponde un investimento futuro di qualche milione, la questione cambierebbe. Ma la proposta non è chiara. Non si può ritenere strategica una partecipazione che fino ad ieri non era considerata tale” ha concluso.

La Regione entrerà nel nuovo polo ferroviario dell'Osmannoro

La Regione entrerà nel nuovo polo ferroviario dell’Osmannoro

Tag:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: