Appalti G8, processo disciplinare per giudice di Firenze

La sede del Csm a Roma
La sede del Csm a Roma
La sede del Csm a Roma

FIRENZE – Processo disciplinare per il giudice Salvatore Palazzo, presidente di sezione del tribunale di Firenze. A sollecitarlo è stata la Procura generale della Cassazione: Palazzo avrebbe «gravemente mancato ai propri doveri di correttezza ed  imparzialità, omettendo di astenersi dalla trattazione e dall’emissione di numerosi decreti ingiuntivi in favore di società che, pur in concordato preventivo, presentavano elementi di collegamento con l’imprenditore Riccardo Fusi», coinvolto nell’indagine sugli appalti per il G8. Ciò, aggiunge il pg di Cassazione, «in presenza di gravi ragioni di convenienza determinate dalla sussistenza di rapporti di amicizia e di assidua frequentazione con detto imprenditore».

Palazzo, legato da un rapporto di amicizia a Riccardo Fusi, secondo la Procura generale della Suprema Corte, non si è astenuto dall’emettere tali decreti ingiuntivi e con questa condotta ha violato le norme sull’astensione del giudice. Il processo al giudice fiorentino si aprirà l’11 ottobre prossimo davanti alla sezione disciplinare del Csm: come teste sarà convocato il presidente del Tribunale di Prato.

appalti, csm, g8, giudice, processo, riccardo fusi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080