Importanti operazioni di diversi istituti

Piombino: ex Lucchini, le banche cedono i crediti per un totale di 465,5 milioni

di Redazione - - Cronaca, Economia

PIOMBINO – Le banche si sbarazzano dei crediti Lucchini, il gruppo siderurgico rilevato dal gruppo Cevital di Issad Rebrab. Negli ultimi mesi, scrive Il Sole 24 Ore oggi in edicola, lo stato passivo dell’azienda in amministrazione straordinaria (il commissario è Piero Nardi) ha subito significative modifiche, a causa di operazioni di cessione di credito che, in alcuni casi, riguardano pacchetti rilevanti.
Il totale delle cessioni, si legge nella relazione finale sulla procedura, è di 465,5 milioni, vale a dire più della metà dei complessivi 774 milioni di crediti chirografi. A comprare ci sono realtà specializzate, come Guber credit management, Thyche spa, Leonardo Investment opportunities, Sc Lowy Pi, Illiquidx capital ltd.
Il credito di Banca Monte dei Paschi, oltre 107 milioni, è andato a Morgan Stanley. Ubi e Bpm hanno ceduto alla bresciana Guber crediti per circa un centinaio di milioni, mentre il Banco popolare ha provveduto a disfarsi di un credito di quasi 56 milioni, girandolo a Leonardo investment opportunities, insieme ad altri 6,2 milioni del Credito bergamasco; stessa scelta per Unicredit, che ha ceduto oltre 80 milioni di credito. Banca nazionale del lavoro ha invece scelto Sc Lowy Pi di Conegliano Veneto per un credito di oltre 57 milioni (stessa scelta di Natixis banques populaire, che vantava nei confronti dell’amministrazione straordinaria un credito di 39 milioni).
Tra le aziende che hanno scelto questa strada anche realtà del territorio toscano come il Consorzio logistica trasporti di Piombino.

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: