Livorno: morto a 18 anni salendo sul tetto di un treno alla stazione. Folgorato dai cavi elettrici. Salvo un 17enne che era con lui

Treno fermo in stazione

LIVORNO – Una morte assurda. Un ragazzo di 18 anni, Giordano Cerro, romano, è salito sul tetto di un locomotore alla stazione di Livorno  ed è rimasto folgorato toccando, a quanto pare con la testa,  i cavi della linea elettrica sopra la macchina. La scarica lo ha ucciso sul colpo.  Una squadra dei vigili del fuoco del comando di Livorno, dalle  2.00 di questa notte, è  intervenuta presso la stazione ferroviaria della città.

Secondo la prima ricostruzione, la dinamica dell’incidente lascia di stucco. Il ragazzo sarebbe incautamente salito sul tetto del locomotore in sosta sul binario 9 adibito a scalo merci rimanendo folgorato dalla linea elettrica sovrastante. La vittima era in compagnia di un amico di 17 anni che si è salvato. Sul posto presenti personale del 118 , Carabinieri, Polizia di Stato e medico legale. L’intervento dei pompieri si è concluso intorno alle ore 6.30 di questa mattina.

18enne, locomotore, stazione di Livorno

Comments (2)

  • Quando muore una persona il dispiacere e le condoglianze sono di prammatica, ma morire sul tetto di un locomotore è veramente assurdo.
    Questa malattia dell’esibizionismo è veramente allucinante:
    ma quali valori insegnano i genitori e la scuola a questi ragazzi, che rischiano la vita pur di esibirsi sui social?
    Se il web insegna solo questo, è già tardi per chiudere bottega.
    Alla prossima disgrazia voluta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080