Grande imbrazzo nel Pd e nella sinistra

Regione Toscana: l’assessore Remaschi (renziano) nella bufera. Avrebbe garantito appoggio al candidato sindaco del centrodestra a Lucca

di Redazione - - Cronaca, Politica, Top News

L’assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi

FIRENZE – E’ esploso il caso di Marco Remaschi in giunta regionale. L’assessore all’agricoltura, renziano della prima ora, rischia che il presidente della giunta regionale, Enrico Rossi, chieda le sue dimissioni. Motivo? E’ finito al centro della polemica per una presunta telefonata che avrebbe fatto a Remo Santini, giornalista de La Naziona, ma nel caso in questione come candidato alla poltrona di sindaco di Lucca, al ballottaggio con Tambellini. Che poi avrebbe vinto per soli 361 voti di scarto.

Remaschi, secondo la telefonata registrata eppoi divulgata da Santini, gli avrebbe garantito l’appoggio elettorale, contro Tambellini, uomo del Pd e candidato del centrosinistra. Poche parole ma chiare, quelle rivelate da Santini. Sufficienti a far scoppiare il caso. Nel Pd e nella sinistra. Intanto, la seduta della giunta regionale prevista per domani, lunedì 3 luglio, pare sia stata rinviata. Rossi, a quanto pare, vuol capire la situazione bene prima di prendere un provvedimento. O di chiedere, appunto, a Remaschi di dimettersi dall’incarico.

AGGIORNAMENTO DELLE 19,40

«Se non verrà fatta rapidamente chiarezza sui fatti di Lucca, rischiamo di perderci la faccia tutti. Spetterebbe innanzitutto a Remaschi, ma visto che per ora le spiegazioni dell”assessore sono assolutamente insufficienti –
non si può dire che si trattasse di uno scherzo anche perché qui non ride nessuno – chiedo che sia il Pd della Toscana ad
assumere un”iniziativa in tal senso». Lo scrive in un comunicato stampa, sulle ultime polemiche a Lucca, Valerio Fabiani, coordinatore per la Toscana dell’area politica all’interno del Pd che ha sostenuto Andrea Orlando all’ultimo congresso. Secondo quanto emerge, Marco Remaschi avrebbe telefonato al candidato del centrodestra, Remo Santini, promettendogli sostegno durante la campagna elettorale: a rendere nota la telefonata è stato lo stesso Santini a qualche giorno di distanza dai risultati delle elezioni che hanno visto riconfermato il sindaco Pd Tambellini.

Per Fabiani «è necessario che l’iniziativa del Pd regionale avvenga quanto prima, sicuramente prima delle riunioni delle direzioni nazionale e regionale della prossima settimana. Altrimenti penso che in quelle sedi, convocate per l’analisi del voto, dovrebbe invece svilupparsi tutta un’altra discussione dagli esiti imprevedibili. Lo dico a tutela del Pd, di tutto il Pd, non interessano ragionamenti di corrente. Il gruppo dirigente del Pd della Toscana esce già indebolito da questo passaggio elettorale. Nè a Lucca nè in nessun’altra parte della Toscana – conclude – possiamo permetterci di convivere un minuto di più anche solo col dubbio che un assessore regionale del nostro partito abbia lavorato per il candidato sindaco della destra. Lo dobbiamo ai nostri militanti ai nostri elettori, al sindaco Tambellini».

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: