L'indagine dell'Ufficio parlamentare di bilancio

Crisi: comporta ancora una maggiore spesa per lo Stato di 47 miliardi

di Redazione - - Cronaca, Economia

ROMA – La crisi ha comportato nel periodo 2011-2016 una maggior spesa per interessi di circa 47 miliardi, circa 31 dei quali relativi alla fase acuta e 16 miliardi in quella successiva. Nel 2016 l’eredità della crisi pesa ancora per circa 7,6 miliardi complessivi. A quantificarlo è l’Ufficio parlamentare di bilancio nella nota Il modello Upb di analisi e previsione sulla spesa per interessi. L’analisi distingue una fase acuta (luglio 2011 – settembre 2012) da quella immediatamente precedente l’avvio del Qe.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: