Monte Paschi: 3 miliardi di perdite, questo il bilancio dei primi 9 mesi del 2017

MILANO – Nei primi nove mesi del 2017 il gruppo Mps ha perso 3 miliardi di euro, a fronte di una perdita di 849 milioni registrata nello stesso periodo del 2016. Lo rende noto l’istituto. Il terzo trimestre si è chiuso in utile per 242 milioni, grazie all’impatto positivo del burden sharing (554 milioni) che ha neutralizzato 280 milioni di costi di ristrutturazione per l’uscita di 1.200 dipendenti e l’impatto negativo, pari a 46 milioni, per il contributo al salvataggio di delle casse di Cesena, Rimini e San Miniato. Come previsto il Cda di Mps, nella prima riunione dopo il ritorno in Borsa, si è dimesso convocando l’assemblea ordinaria e straordinaria per il 18 dicembre, quando sarà varato il nuovo board, che rispecchierà il nuovo assetto societario, dopo la ricapitalizzazione precauzionale.

Sono 1.800 i dipendenti usciti da Mps attraverso il Fondo di solidarietà e rappresentano il 38% del target al 2021, quando il piano di ristrutturazione prevede che saranno 4.800. E’ quanto emerge dai documenti diffusi da Mps
per i conti a settembre 2017. Le filiali chiuse sono complessivamente 287 da gennaio a novembre 2017 (48% del target al 2021).

3 miliardi, Monte Paschi, perdite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080