Ordine di custodia cautelare

Livorno: comandante di peschereccio arrestato. L’accusa: gettò un uomo in mare

di Redazione - - Cronaca

E' intervenuta la Guardia costiera di Livorno che sta ricostruendo la dinamica dell'affondamentoLIVORNO – L’accusa è di aver buttato un clandestino in mare. I militari del comando provinciale dei carabinieri e della guardia costiera stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del tribunale di Livorno, su richiesta della procura della Repubblica, a carico di un livornese, comandante e proprietario di un motopeschereccio della marineria locale. È accusato, appunto, di aver spinto in acqua un cittadino extracomunitario arruolato abusivamente, per sfuggire ai controlli della guardia costiera. Al pescatore è stato contestato anche il reato di caporalato poiché sistematicamente impiegava manodopera irregolare, composta da cittadini di vari paesi africani, sottoposti a condizioni di sfruttamento.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: