Per sfuggire all'arresto si nasconde nel cassonetto

Firenze, sicurezza: operazioni dei carabinieri in città e in provincia.

di Redazione - - Cronaca

REGGELLO -I militari della Stazione di Reggello, ieri pomeriggio, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di P.R., 46enne originario del napoletano, per furto aggravato all’interno del centro commerciale The Mall.
Il soggetto aveva trafugato poco prima una cintura del valore di oltre 600,00 euro dal negozio Fendi sito all’interno dell’outlet. La manovra non passava però inosservata ai dipendenti del negozio che allertavano prontamente il 112. Sul posto accorreva una pattuglia della locale Stazione, già nei pressi in servizio di prevenzione e repressione dei furti in abitazione, che, ricevuta una sommaria descrizione, intercettava il ladro mentre cercava di confondersi con la normale clientela. L’arrestato, pluripregiudicato per reati specifici ma vestito in maniera assolutamente distinta, veniva trovato in possesso sia della refurtiva che di un congegno per la manomissione dei sistemi antitaccheggio. La trasferta fuori regione si è conclusa con il trattenimento presso le camere di sicurezza della Compagnia di Figline Valdarno in attesa del processo con rito direttissimo.

FIRENZE –  per sfuggire all’arresto si nasconde all’interno di un cassonetto della nettezza urbana, scatta il fermo di indiziato di delitto per ricettazione di tre cellulari smartphone. Durante un servizio perlustrativo in viale Guidoni, e’ stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze un cittadino tunisino, Y.G., 23enne, in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e in materia di sostanze stupefacenti. Nello specifico, personale addetto alla sorveglianza del negozio H&M aveva notato un soggetto intento a prelevare capi di abbigliamento nascondendoli all’interno di una borsa, ed una volta oltrepassando le casse non pagava, dandosi alla fuga. L’addetto alla sicurezza, contattava il 112 ed iniziava a inseguirlo. I Carabinieri intervenuti, dopo aver acquisto notizie utili al suo rintraccio, si sono messi alla ricerca, senza però rintracciarlo subito. Giunti, tra via Forlanini e via predieri, nella zona del plesso universitario, i Carabinieri hanno notato la presenza di un nordafricano con uno zaino a tracollo con le stesse caratteristiche del ladro. L’uomo, alla vista degli operanti, ha cercato di darsi alla fuga. All’altezza di viale guidoni, creava pericolo alla circolazione stradale col suo comportamento, in quanto attraversava la strada non curante della presenza dei veicoli presenti. I militari continuavano le ricerche fino a quando non lo hanno trovato all’interno di un cassonetto della nettezza urbana. A quel punto, il tunisino prima di essere bloccato definitivamente tentava nuovamente la fuga colpendo i militari dell’Arma. I successivi accertamenti hanno permesso di rinvenire nella disponibilità del tunisino due tronchesi, tre cellulari di cui 2 con sim card ed una torcia a led. I Carabinieri dopo un accurata indagine risalivano al proprietario di uno dei tre cellulari. Per il 23enne si sono aperte le porte del carcere di Sollicciano

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.