Presidi davanti alla prefettura

Firenze: sciopero dei lavoratori Nexive il 19 marzo. Protestano contro 9 licenziamenti

di Redazione - - Cronaca, Economia

FIRENZE – Scendono in sciopero i lavoratori Nexive di Firenze (140 in tutto), azienda attiva nel
settore dei recapiti postali, per protestare contro i 9 licenziamenti decisi dall’azienda. L’astensione dal lavoro è stata proclamata dai sindacati confederali di categoria e riguarderà l’intera giornata
lavorativa di lunedì 19 Marzo (per chi lavora nel turno notturno lo sciopero inizierà alle 23 del 18 Marzo).
”L’azienda non è in crisi – dice Sandro Vigiani, segretario Slp-Cisl Firenze Prato – e ci sono state recentemente delle uscite per dimissioni volontarie che hanno ridotto l’organico, tanto che oggi più
che di esuberi dovremmo parlare di carenze di personale. Questi licenziamenti sono davvero incomprensibili.”
Nexive, il 31 gennaio scorso, ha avviato la procedura di licenziamento collettivo per nove lavoratori e vani sono stati finora i tentativi sindacali di modificare la decisione: ”In tutti gli incontri – spiega
Vigiani – ci siamo trovati di fronte un’azienda che non ha ascoltato minimamente le proposte che abbiamo avanzato, insistendo sui 9 licenziamenti. È iniziato anche il percorso in Regione, che si è
concluso il 9 Marzo scorso con un verbale di mancato accordo. Una chiusura totale da parte dell’azienda, grave quanto immotivata. Per questo abbiamo deciso di avviare un percorso di protesta che inizia con lo sciopero di lunedì prossimo”. In occasione dello sciopero i
lavoratori e le lavoratrici di Nexive Firenze attueranno anche un presidio davanti alla sede della Prefettura di Firenze (via Cavour, 1), dalle ore 10 alle 12.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.