Vicchio (Firenze): al via il XXI Giotto Jazz Festival

Maceo Parker, che inaugura il XXI Giotto Jazz Festival

FIRENZE – Il borgo di Vicchio sarà animato, dal 22 al 25 marzo, dalla ventunesima edizione del Giotto Jazz Festival: concerti, incontri con il pubblico, aperitivi e feste Al Teatro Giotto, il tutto promosso dal Comune di Vicchio e dal Jazz Club of Vicchio insieme a Music Pool. Ancora una volta il paese natale di Giotto sarà per quattro giorni l’epicentro del jazz e del funky in Toscana.

Ecco il programma dei concerti al Teatro Giotto (Piazzetta dei Buoni):

Giovedì 22 marzo ore 21,15: MACEO PARKER. Maceo Parker: bandleader, sax, voce; Dennis Rollins: trombone; Will Boulware: tastiere; Bruno Speight: chitarra; Rodney “Skeet” Curtis: basso; Nikki Glaspie: batteria; Darliene Parker: voce. Il nome di Maceo Parker è sinonimo di Funk. Con il suo sax ha collaborato con le leggende del genere. Ha lasciato la sua firma in un’enorme varietà di generi musicali ed è diventato la maggiore fonte di ispirazione dell’hip hop. Riferimento della musica di James Brown negli anni ’60, sax di George Clinton negli anni ’70, ha suonato con Ray Charles, James Taylor, Red Hot Chili Peppers, Prince. La sua musica senza tempo ha catturato un pubblico vario e sempre crescente. Il suono unico del suo sax attraversa i generi e la storia. La sua musica senza tempo ha catturato un pubblico vario e sempre crescente. Come sassofonista, cantante, compositore e band leader, Maceo Parker si è distinto per un grande numero di progetti, dischi, concerti e festival internazionali. La sua carriera solista inizia negli anni ‘90 e negli ultimi vent’anni Maceo Paker ha costruito un nuovo stile, passando abilmente fra il soul anni ’60 di James Brown e il funk di George Clinton degli anni ’70, esplorando allo stesso tempo il jazz e l’hip-hop. Posto unico in piedi € 25 + d.p.
https://www.facebook.com/realmaceoparker/#

Venerdì 23 marzo ore 21,15: THE JELLY FACTORY. Luca Gelli: chitarra; Francesco Cherubini: batteria; Marco Calì: batteria elettronica e percussioni; Matteo Giannetti: basso; Leonardo Volo: tastiere; Emanuele Fontana: tastiere; Dario Cecchini: sassofoni e flauto; Nicola Cellai: tromba; Francesco Cangi: trombone. The Jelly Factory è un progetto musicale che parte dalla musica scritta da Luca Gelli; jazz con marcate contaminazioni: funk, ballad moderna, swing, blues, rock. A seguire una selezione musicale “Black Power” proseguirà la festa fino a tarda notte. Posto unico in piedi € 10 + d.p

Sabato 24 marzo ore 21,15: JAVIER GIROTTO & AIRES TANGO. Javier Girotto: sassofono; Marco Siniscalco: basso; Emanuele Smimmo: percussioni, live electronics; Alessandro Gwis: piano, tastiere. II quartetto guidato dal sassofonista e compositore argentino Javier Girotto continua ad affascinare e a stupire con l’inconfondibile miscela di jazz e tango argentino: una sorta di Tango trattato, dalle caratteristiche spiccatamente latine per le melodie ed i ritmi che lo animano, ma meno vincolato dai canoni del Tango tradizionale e perciò terreno fertile per un’improvvisazione d’ispirazione Jazz; musica di notevole libertà espressiva e di grande fascino, nella quale gli echi del passato si fondono con le istanze del linguaggio musicale più moderno. Facendo esplicito riferimento alla musica del grande Astor Piazzolla, Javier Girotto con Aires Tango arriva ad un repertorio di musica originale in progressiva evoluzione, sia per la natura improvvisativa che per il continuo ricambio del materiale musicale. Posto unico a sedere € 12/10 + d.p.

Domenica 25 marzo, ore 21,15: IO JOHN COLTRANE. Stefano “Cocco” Cantini: sax; Francesco Maccianti: piano; Ares Tavolazzi: contrabbasso; Piero Borri: batteria; Daniela Morozzi: voce recitante. Io, John Coltrane, quartetto per cinque elementi, segna l’incontro tra il Living Coltrane Quartet e l’attrice Daniela Morozzi, che sperimentano insieme un concerto accompagnato da scrittura drammaturgica, una sorta di partitura musicale narrativa. Uno spettacolo nato dal desiderio di evocare il respiro e i colori del mondo di Coltrane, un racconto in prima persona che rievoca la quotidiana poesia della musica e della vita del grande artista americano e ne ripercorre l’universo espressivo dandone un’interpretazione personale e originale. Posto numerato € 18/16 + d.p.

Info: 055 240397. Prevendite online www.eventimusicpool.it Altre prevendite: www.ticketone.it Circuito regionale Box Office 055 210804 www.boxol.it

Giotto Jazz Festival, musica jazz, Toscana, vicchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080