L'importante traguardo raggiunto grazie a una struttura d'eccellenza

Pisa: il 4 maggio l’Aoup, azienda ospedaliera universitaria, festeggerà i 2.000 trapianti di fegato

di Redazione - - Cronaca, Salute e benessere

PISA – Il 4 maggio l’Azienda ospedaliero universitaria pisana festeggerà il traguardo dei 2 mila trapianti di fegato superato alla fine del 2017. Lo rende noto la stessa azienda precisando che da gennaio ne sono già stati
effettuati altri 46. Quella dei trapianti, sottolinea l’Aoup in una nota, «è una storia di successo dal 1996 ma iniziata nel 1972 con Mario Selli, che effettuò il primo trapianto di rene, e proseguita con Franco Mosca, che si adoperò affinché si attivasse in Regione un programma di trapianto renale con lista di attesa unica».
Da allora Pisa ha mantenuto la sua leadership e sperimentato tecniche innovative anche a livello internazionale, continuando a portare avanti con successo i trapianti di fegato, rene, pancreas, pancreas isolato e cellule staminali ematopoietiche. L”evento celebrativo si svolgerà nel pomeriggio del 4 maggio al Teatro Verdi e in mattinata alle Officine Garibaldi con un convegno scientifico.
Con il traguardo dei 2 mila trapianti di fegato – prosegue l’Aoup – Pisa è ai vertici della classifica nazionale e  internazionale in questo settore, per numero e qualità dei risultati, attraendo un numero sempre crescente di pazienti dalla Toscana, dall’Italia e dall’estero, grazie al fatto di aver potenziato a livello regionale l’attività di donazione di organi guidata dall’Organizzazione toscana trapianti e avere favorito la collaborazione, all’interno dell’azienda, fra tutte le strutture e i servizi che lavorano alla riuscita del programma».

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.