Monginevro: ritrovati gli otto migranti dispersi. Tentavano di passare in Francia

TORINO – Continua l’impegno severo delle nostre Forze dell’ordine, dei vigili del fuoco e degli altri soccorritori non solo per far fronte alle manifestazioni o alle emergenze causate dalla presenza di migranti al confone con la Francia. Non bastavano le diatribe con i colleghi francesi o le proteste degli antagonisti che proteggono i migranti, adesso gruppi di presunti profguhi debbono anche essere soccorsi perché si sperdono nei sentieri di montagna verso la Francia.

Sono stati ritrovati cinque degli otto migranti che si erano dispersi al confine del Monginevro nel tentativo di raggiungere a piedi la Francia. I vigili del fuoco, insieme agli operatori del soccorso alpino, i carabinieri e la guardia di finanza, li hanno ritrovati nella zona del comprensorio sciistico di Cesana Torinese, tra il Col Saurel e la Capanna Gimont. Localizzati tramite gps, sono stati trasportati in ospedale dai medici e dagli infermieri del 118 con un principio di ipotermia. Le operazioni sono continuate per soccorrere altri tre migranti, che sono stati recuperati nella notte e riportati a valle intorno all’una dal Soccorso Alpino Piemontese.

Tutto un complesso di attività che ci costa fior di quattrini per assistere gente che non avrebbe diritto alla protezione internazionale. Questo il bel risultato delle politiche europee difese da Merkel e da Macron.

migranti, Monginevro, soccorso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080