La vicenda del giovane fiorentino ucciso in discoteca

Niccolò Ciatti: Nardella ha incontrato i magistrati spagnoli

di Redazione - - Cronaca

Niccolò Ciatti

FIRENZE – «A Firenze e a Scandicci viviamo ancora un profondo dolore per la morte di Niccolò Ciatti, ucciso con barbara violenza in quella maledetta notte del 12 agosto 2017 a Lloret de Mar. Sono volato in Spagna, d’accordo con il sindaco di Scandicci Sandro Fallani, per incontrare la Procura Generale Nazionale e il sindaco della cittadina spagnola. Abbiamo toccato con mano l’attenzione e l’impegno delle autorità giudiziarie che stanno chiudendo l’istruttoria che dovrebbe portare al processo intorno a febbraio».

Lo scrive su Fb il sindaco di Firenze Dario Nardella sulla vicenda dell’omicidio in discoteca del giovane fiorentino.
«Ringrazio il sindaco di Lloret de Mar che ha promosso un’azione popolare a sostegno della pubblica accusa – scrive ancora Nardella -. La Città metropolitana di Firenze e il Comune
di Scandicci gli prepareranno una memoria per collaborare in tutte le forme possibili e seguire il processo affinché sia spedito ed efficace. Il nostro unico pensiero è aiutare la famiglia Ciatti ad ottenere giustizia. Non vogliamo vendette – ha concluso -, vogliamo solo che questi atti di violenza non si ripetano più e che i nostri giovani possano divertirsi senza rischiare in modo assurdo le loro vite. Questo dramma ci ha unito più di prima nell’impegno per una società non violenta. Lo dobbiamo a Niccolò».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.