A carico di alcuni dipendentie della Prefettura di Pescara

Hotel Rigopiano: 7 indagati nella nuova inchiesta per depistaggio, anche l’ex prefetto

di Redazione - - Cronaca

epa05730641 A handout picture provided by the Italian Fire Department shows an aerial view of hotel Rigopiano after it was hit by an avalanche in Farindola (Pescara), Abruzzo region, early 19 January 2017. According to an Italian mountain rescue team, several people have been killed in an avalanche that has hit a hotel near the Gran Sasso mountain in Abruzzo region. Authorities believe that the avalanche was apparently triggered by a series of earthquakes in central Italy on 18 January. EPA/ITALIAN FIRE DEPARTMENT HANDOUT BEST QUALITY AVAILABLE HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

PESCARA, 28 DIC – Nuovo fascicolo di indagine sulla tragedia dellHotel Rigopiano di Farindola (Pescara) dove, dopo la valanga che travolse la struttura il 18 gennaio 2017, morirono 29 persone. La Procura di Pescara ha notificato 7 avvisi di garanzia per il reato di frode in processo penale e depistaggio a carico del personale della Prefettura di Pescara.
Le accuse mosse sono di aver occultato il brogliaccio delle segnalazioni del giorno 18/01/2017 alla Squadra Mobile di Pescara per nascondere la chiamata di soccorso fatta alle 11:38 dal cameriere Gabriele D’Angelo al centro coordinamento soccorsi. L’indagine è guidata dal procuratore capo della Repubblica di Pescara Massimiliano Serpi e del sostituto procuratore Andrea Papalia, con i Carabinieri Forestali di Pescara guidati dal tenente colonnello Annamaria Angelozzi. Tra gli indagati l’ex prefetto Francesco Provolo e i due viceprefetti distaccati Salvatore Angieri e Sergio Mazzia, oggi rispettivamente vicario del prefetto di Macerata e vicario del prefetto di Crotone.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.