Firenze: Corte Conti, condannati 17 alberghi, recuperata imposta di soggiorno per 1 milione 200mila euro

FIRENZE – «Nel 2018, in Toscana, in materia di imposta di soggiorno, sono state depositate 22 sentenze di condanna di cui ben 17 riguardanti gli alberghi fiorentini, con condanne pari a 1 milione e 200 mila euro». Lo ha evidenziato il procuratore regionale
della Corte dei Conti, Acheropita Mondera durante la sua relazione in occasione dell’anno giudiziario 2019 in corso a Firenze

«Questi dati inducono a fare una duplice considerazione. In primis colpisce la vastità del fenomeno, in cui soggetti privati sottraggono
alla Pubblica Amministrazione milioni di euro, che potrebbero e dovrebbero, invece, essere destinati a garantire servizi ai cittadini
– ha affermato Mondera – Inoltre, la circostanza che l’80% del mancato riversamento riguardi alberghi siti nel Comune di Firenze ed il fatto che le Città d’arte ed i Comuni turistici in Toscana siano numerosi, porta a chiedersi se gli Enti locali provvedano o meno ad attenzionare e controllare adeguatamente il pagamento dell’imposta da parte dei gestori degli alberghi. Per arginare questo fenomeno, oltre ad una sistematica attività di verifica del pagamento di quanto dovuto da parte dei gestori delle strutture ricettive, operata incrociando le comunicazioni degli albergatori con le banche dati interne (per esempio, Suap e Servizio di Tesoreria), occorre porre particolare attenzione alla formulazione dei regolamenti adottati in materia di imposta di soggiorno – ha sottolineato Mondera – In questo settore, una valida attività può essere effettuata dalla Polizia Municipale del Comune interessato, sia a livello di prevenzione che di repressione dei fenomeni, svolta su delega di questa Procura, come è avvenuto per il Comune di Firenze».

«La preziosa collaborazione con la Corte dei Conti per il recupero dell’imposta di soggiorno ha consentito al Comune di Firenze di evitare che i contribuenti si appropriassero di somme che non sono di loro pertinenza, ma che devono essere utilizzate a beneficio della città per
interventi sul turismo, sui beni culturali ed ambientali nonché per i servizi pubblici locali«. Lo ha detto l”assessore comunale al bilancio di Firenze Lorenzo Perra in merito alle 22 sentenze di condanna in Toscana in materia di imposta di soggiorno, di cui 17 riguardanti alberghi fiorentini.

 

alberghi, Comune, condanne, corte conti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080