Le osservazioni del presidente

Fiorentina: si scalda il clima, botta e risposta Cognigni – Pioli

di Redazione - - Cronaca, Sport

FIRENZE – «Le parole del tecnico Stefano Pioli dopo il pareggio casalingo contro la Lazio sono sembrate al presidente della Fiorentina Mario Cognigni, poco logiche. «Siamo d’accordo con il mister che a fine stagione, dopo questo primo ciclo, si dovranno analizzare tutte le cose positive che hanno funzionato e quelle che hanno funzionato un poco meno – ha sottolineato Cognigni -. Solo dopo questa analisi si potranno tracciare eventuali linee guida per il futuro. Parlarne adesso, in modo estemporaneo, con il risalto mediatico che gli è stato dato, mi è sembrato poco logico, poco significativo, in confronto agli obiettivi che la squadra deve rincorrere”. Il presidente venerdì scorso, contro il Cagliari, dice di aver visto una squadra “spaesata, senza una sua identità, incapace di proporsi con autorità e quindi molto diversa da quella della prima parte del campionato che ci faceva ben sperare. Questo dovrà essere motivo di riflessione per tutti».

«Le parole del presidente Cognigni? Lui ha il diritto di esprimere la propria opinione e io ho il diritto di non commentare». Così Stefano Pioli, intervenuto a Montecatini, dove gli è stato consegnato il Premio Maestrelli come miglior allenatore della scorsa stagione. «L’importante – ha detto il tecnico della Fiorentina – è rimanere concentrati e dare il massimo in questo finale di stagione, che può diventare positiva o negativa: dipende da questi ultimi mesi. Non credo che il mio futuro possa influenzare la prestazione dei giocatori. Quel che farò non è ancora stato deciso, e questo non è un problema per me e non lo è per la squadra».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.