Auguri Pasqua 2019

Cosa fare di giorno e di sera

Week end 23-24 marzo: vigilia del Capodanno fiorentino con musei gratis, Giornate FAI di primavera, eventi

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Primo piano

Il Corridoio Vasariano visto dalla Galleria degli Uffizi

Il Corridoio Vasariano visto dalla Galleria degli Uffizi, che sarà aperta gratis domenica 24

FIRENZE

Vigilia del Capodanno fiorentino – Domenica 24, vigilia del Capodanno fiorentino e ricorrenza della nascita, nel 1541, di Francesco I de’ Medici, il ‘fondatore’ degli Uffizi come spazio museale e di ricerca, l’intera giornata sarà ad ingresso gratuito per Uffizi, Palazzo Pitti e giardino di Boboli. È la prima delle date di speciale apertura gratis per il 2019 riguardanti il complesso museale programmate dal Mibac e decise nel dettaglio dalla direzione degli Uffizi, fa sapere la Galleria.

Giornate FAI di primavera – Tornano, nel primo weekend di primavera, le due giornate FAI (Fondo Ambiente Italiano) dedicate al patrimonio culturale da scoprire e proteggere, con l’opportunità di visitare oltre 12.000 luoghi solitamente chiusi al pubblico in più di 5.000 città di tutta Italia. A far da guida sono gli studenti delle scuole secondarie di I e II grado. Tutte le info, comprese quelle relative alla Toscana, sul sito del FAI

«La clemenza di Tito» e «Il barbiere di Siviglia» – Al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui, 1) sabato 23 alle 20 torna un allestimento entrato nel repertorio del teatro, «Il barbiere di Siviglia» di Gioachino Rossini con la regia firmata da Damiano Michieletto e il maestro Michele Gamba sul podio dell’Orchestra e del Coro del Maggio. Biglietti quasi esauriti. La mattina c’è «The Rossini Game – Giocando con Gioachino», spettacolo-gioco con la regia di Manu Lalli e il maestro Pietro Mazzetti a dirigere l’Orchestra Cupiditas su musiche di Rossini e Luca Logi. Domenica 24 alle 15.30 «La clemenza di Tito», ultima e non proprio fortunata opera teatrale di Wolfgang Amadeus Mozart, scritta (su soggetto imposto) in un mesetto e mezzo per l’incoronazione di Leopoldo II d’Asburgo a re di Boemia, nel 1791. Eppure è un capolavoro. Con Antonio Poli nel ruolo di Tito Vespasiano, Roberta Mameli in quello di Vitellia, forse il personaggio più complesso sotto tutti i punti di vista, Silvia Frigato in quello di Servilia, Giuseppina Bridelli in quello di Sesto, Loriana Castellano in quello di Annio e Adriano Gramigni in quello di Publio; Coro e Orchestra del Maggio diretti da Federico Maria Sardelli, allestimento dell’Opéra national de Paris, con la regia di Willy Decker ripresa da Rebekka Stanzel, e i bellissimi costumi di John Macfarlane. Disponibili solo pochissimi biglietti, da 40 a 100 euro, in vendita anche online su www.maggiofiorentino.com

Don Chisciotte – Al Teatro della Pergola di Firenze, da martedì 19 a domenica 24 marzo, Alessio Boni è Don Chisciotte e Serra Yilmaz è Sancho Panza nel «Don Chisciotte» di Cervantes adattato da Francesco Niccolini e diretto da Alessio Boni, Roberto Aldorasi e Marcello Prayer, su drammaturgia degli stessi Aldorasi, Boni, Prayer e Niccolini. Il dissolvimento dell’antico mondo e la contraddittorietà del presente sono trattati come materia di trasformazione parodistico-fantastica della realtà. Durata: 2 h, intervallo compreso. Biglietti da 13 a 34 euro. Biglietteria Teatro della Pergola, Via della Pergola 30, Firenze, 055.0763333. Sabato: 9:30 / 18:30 – domenica chiuso. Circuito Boxoffice Toscana e online Sabato 23, dopo lo spettacolo principale, ci sono anche gli affascinanti «Racconti del terrore» di Poe: la Compagnia delle Seggiole mette in scena uno spettacolo itinerante su «I delitti della Rue Morgue». Si parte in sala e si finisce nelle “segrete” del teatro…

Amici della Musica – Sabato 23 alle 16 torna al Teatro della Pergola l’affascinante pianista inglese Paul Lewis a completare il ciclo di concerti dedicati a tre autori del classicismo e romanticismo mitteleuropeo: Franz Joseph Haydn (1732-1809), Ludwig van Beethoven (1770-1827) e Johannes Brahms (1833-1897). La Sonata di Haydn che eseguirà Paul Lewis per gli Amici della Musica, la n. 34 in mi minore, del 1778, è in tre movimenti: Presto, Adagio e Finale. Degli altri due autori in programma, Beethoven e Brahms, Paul Lewis sceglie di suonare brani molto particolari: di Brahms, esegue la raccolta dei tre intermezzi op. 117 (del 1892), brevi composizioni per pianoforte di carattere intimo e riflessivo. La seconda parte del concerto è interamente occupata dalle Variazioni in do maggiore su un valzer di Diabelli di Beethoven (1819-1823). Col Quartetto n. 18 op. 5 (1798-1800) di  Beethoven si apre il concerto di domenica 24 alle 21 che vede il Cuarteto Quiroga, giovane e promettente quartetto spagnolo, ospite per la prima volta degli Amici della Musica. Cibrán Sierra, uno dei due violinisti del gruppo, suona uno strumento realizzato dal liutaio Nicola Amati nel 1682, appartenuto in passato a uno dei violinisti più influenti della storia: Arnold Rosé, primo violino dell’Orchestra Filarmonica di Vienna ai tempi di Brahms e Mahler, oltre che dell’allora celeberrimo Quartetto Rosé. A seguire il secondo quartetto del compositore ungherese Béla Bartók (1881-1945) e il primo quartetto del compositore argentino Alberto Ginastera (1916-1983), composto nel 1948. Lunedì 25 alle 21 l’americano Calidore String Quartet, esegue un Quartetto di Beethoven, uno di Mendelssohn, i Cinque Pezzi op. 5 di Anton Webern e il Quartetto n. 1 di Leoš Janáček (1924). Biglietti concerti da 17 a 28 euro. Tutte le info e il programma completo della stagione su www.amicimusicafirenze.it.

Shaun Martin – Domenica 24 alle 21.15 in Sala Vanni (Piazza del Carmine 14) arriva Shaun Martin; lo storico membro degli Snarky Puppy si esibirà in trio con Mike Mitchell alla batteria e Matthew Ramsey al basso. Musicista dallo stile inconfondibile, ad oggi ha vinto ben sette Grammy Awards, quattro con Kirk Franklin e il progetto gospel God’s Property e tre con il fenomeno jazz Snarky Puppy. Biglietto ridotto in prevendita 13€ +dp su circuito BoxOffice e TicketOne // 20€ alla porta (se disponibile)

Innocenti – Domenica 24 all’Istituto degli Innocenti (Piazza SS. Annunziata 12), in occasione delle celebrazioni del seicentenario dell’istituto, La Compagnia delle Seggiole presenta «Una donna innocente. Viaggio teatrale all’interno dell’Istituto degli Innocenti di Firenze», con Marcello Allegrini, Fabio Baronti, Chiara Macinai, Sabrina Tinalli, Silvia Vettori. Testo e Regia di Giovanni Micoli, costumi di Giancarlo Mancini, realizzazione costumi di Pino Crescente. Le vicende di una madre disperata che, in una notte alla fine del ’400, affida la sua piccola Lucrezia alle cure dell’Ospedale degli Innocenti. L’accoglienza della bambina, l’affidamento a balia, la scoperta di un inganno e la crescita dell’innocente sono i fili di una trama tessuta e svelata all’interno dell’istituto che, nato nel cuore della Firenze rinascimentale, sarà modello nei secoli per la tutela dell’infanzia abbandonata. Spettacolo limitato a gruppi di 50 persone. Tre repliche a sera: ore 18, 19 e 20. Biglietto intero 180 euro, ridotto 15 euro. Info e prenotazioni tutti i giorni dopo le 14 al n. 333 22 84 784. Presentando al Museo degli Innocenti il biglietto dello spettacolo entro i 7 giorni successivi, si ha diritto all’ingresso gratuito.

Teatro Puccini – Sabato 23 alle 21.30 al Teatro Puccini (via delle Cascine 41) nel ridotto replica-variazione di «Amami senza trucco» con Stefania Paternò, monologo scritto e diretto da Andrea Muzzi (nella foto), coorganizzatore della rassegna.  Possibile “far serata” approfittando anche dell’Aperiteatro dalle 20 alle 21.30: buffet con i migliori prodotti della nostra regione, grazie a un accordo stretto fra alcune aziende top del settore e gli organizzatori della rasssegna. Biglietto intero 15€/ridotto 10€. Apericena 10€.

C’mon Tigre – All’Auditorium Flog W LIVE (Via M. Mercati 24/b) per Saturday Rock Fever sabato 23 alle 22.30 ci sono i C’mon Tigre, duo attorno al quale ruotano musicisti provenienti da più parti del mondo, a presentare il secondo album Racines”. Segue rockoteca con dr. Lorenz Dj. Ingresso € 15 (13 + dp in prevendita), prevendite @TicketOne

Musical sui Queen – Al Teatro verdi sabato 23 e domenica 24 c’è il musical «We will rock you», uno dei musical più rappresentati al mondo. Colonna sonora, naturalmente, i Queen.

Requiem di Mozart – La stagione dell’Orchestra da Camera Fiorentina prenderà il via con la “Messa di Requiem” di Wolfgang Amadeus Mozart: due le serate in programma domenica 24 e lunedì 25 marzo all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte (ore 21 – piazza S. Stefano – accesso da via Por S. Maria – Firenze – biglietti 20/15 euro). Insieme all’Orchestra salirà sul palco il Coro Harmonia Cantata diretto da Raffaele Puccianti. Prevendite nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita e online su www.ticketone.it.

Florence Korea Film Fest – Sarà l’attore Jung Woo-sung il protagonista della terza giornata del 17/mo Florence Korea Film Fest, sabato 23. L’interprete, molto amato in Asia e in Giappone, Ambasciatore di Buona Volontà dell’UNHCR, alle 11 al cinema La Compagnia terrà una masterclass sul suo percorso artistico, i suoi maestri e i molteplici ruoli con cui si è misurato, dialogando con il regista Kim Jee-woon (ingresso 5€, con registrazione obbligatoria su eventi@koreafilmfest.com). Alle 20 sarà in sala per presentare al pubblico il film “Asura: the city of madness”, un noir dai toni da tragedia shakespeariana e durante la serata riceverà il “Florence Korea Film Fest Award”  da parte del direttore Riccardo Gelli e una targa alla carriera da parte del Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Eugenio Giani.

Cine greco – Domenica 24 alle 18.30 in via A. Manzoni 21 ParloGreco proietta Uranya (Ουρανία) di Κώστας Καπακας (2006), con Dimitris Piatas, Maria Grazia Cucinotta. Musiche: Panayotis Kalantzopoulos. Versione originale in greco e sottotitoli in italiano, durata 95 min. Ingresso libero.

Aperimovie – All’SMS di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303) sabato 23 alle 18.15 Aperimovie con film gratis per ragazzi in inglese con sottotitoli sempre in inglese (Incredibles 2), pausa patatine-popcorn offerto e pizza al taglio post film (richiesto piccolo contributo).

Cango – Sabato 23 alle 21 a Cango, via S. Maria 25, nell’ambito del Festival La democrazia del corpo 2019, Cristina Kristal Rizzo che presenta la creazione site specific Bangkok2/Toccare, esito del percorso di trasmissione condotto dalla coreografa toscana con un gruppo di danzatori in residenza creativa a Cango. 5 €. Info e prenotazioni: 055 2280525 biglietteria@virgiliosieni.it  www.virgiliosieni.it

Magico teatro – Allo Spazio Alfieri (via dell’Ulino) domenica 24 alle 16 Steelwind in “Cartoon Fantasy”. Nel lontano 1940 Disney Production stupiva il mondo con un film di animazione che ‘metteva in immagini’ alcuni dei più famosi brani di musica classica. Il film avrebbe dovuto intitolarsi didascalicamente “Il concerto filmato”. Qualcuno ebbe la felice idea di chiamarlo” Fantasia” e quel titolo fece il giro del globo. Una carrellata di immagini e musiche per un’ora di esilarante divertimento con al centro del progetto si, i cartoni, ma soprattutto i suoni, le timbriche e l’espressività dei quattro funambolici saxofonisti.Ingresso 15 / 10 euro.

Allegri chirurghi – Al Teatro Lumiére (via di Ripoli 237) sabato 23 alle 20.45 e domenica 24 alle 16.45 «Gli allegri chirurghi (Buon Natale Dottor Monti)», commedia della Compagnia Giosuè Borsi Arsante. Posto unico 14 Euro, ridotto 12

Manicomio invisibile – Domenica 24 alle 21 a San Salvi Il manicomio invisibile, spettacolo conclusivo dello stage teatrale sulle REMS condotto da Claudio Ascoli. Ingresso libero. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria. Info :055 6236195 | 335 6270739 | info@chille.it

Tenax – Sabato 23, in occasione della serata Nobody’s Perfect, al Tenax arriva Discopolis, il primo gioco da tavolo delle discoteche. L’idea è di Philipp & Cole, djs resident, che dice: “Con questo gioco in scatola vogliamo rilanciare un messaggio: clubbing is not hobby. Il mondo della notte crea un importante indotto lavorativo, scopritelo divertendovi”. In consolle oltre ai due resident, i live di Frank Wiedemann aka Âme e Mathew Jonson. Apertura porte ore 22:30. Ingresso 15/20/23 € (vietato ai minori di 18 anni).

Mostre – Dipinti, sculture e disegni, per un totale di 120 opere provenienti da oltre 70 tra musei e collezioni private, per la prima mostra mai dedicata ad Andrea del Verrocchio, artista simbolo del Rinascimento e maestro di Leonardo, inserita tra gli eventi per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte del Genio di Vinci. È l’esposizione, a cura di Francesco Cagliotti e Andrea de Marchi, ospitata dal 9 marzo al 14 luglio a Palazzo Strozzi e che avrà anche due sezioni speciali al museo del Bargello. Tra le opere in mostra anche sette opere degli esordi di Leonardo. Alcune opere inamovibili sono nella Basilica di San Lorenzo a Firenze e sono oggetto del fuori mostra.

Nella mostra «Lessico femminile» a Palazzo Pitti 70 anni di emancipazione femminile tra Otto e Novecento, dalle lotte per il lavoro al Nobel per la Deledda. Una mostra dedicata all’impegno professionale e al talento delle donne in Italia, dall’iscrizione di alcune lavoratrici alla Fratellanza Artigiana nel 1861 al Nobel a Grazia Deledda nel 1926 per il romanzo Canne al Vento. La mostra, realizzata in collaborazione con Advancing Women Artists, si sviluppa scenograficamente attorno ad un nucleo centrale di opere di grandi dimensioni, così da far emergere le protagoniste femminili come sul palcoscenico di un teatro. Il percorso prosegue nelle collezioni della Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti – dove è custodita una delle più significative raccolte sul tema del lavoro delle donne nei campi fra Ottocento e Novecento – attraverso un fil rouge visuale con didascalie e focus, oltre a una proiezione multimediale dedicata alle donne nei loro ambienti di lavoro. Dal 7 marzo al 26 maggio.

A Palazzo Pitti, che accoglie al suo interno cinque musei (la Galleria Palatina, quella di Arte moderna, il Museo della Moda e del Costume, quello delle Porcellane, il Tesoro dei Granduchi, contenente opere di oreficeria, argenteria, cristallo, avorio e pietre dure), le mostre temporanee attualmente in corso sono quattro: ‘Animalia Fashion’, dedicata al particolare rapporto tra la moda e le forme del mondo animale, la monografica dell’artista contemporanea americana Kiki Smith, l’esposizione collettiva ‘Lessico femminile. Le donne tra impegno e talento 1861-1926’ e ‘Il Carro d’oro di Johann Paul Schor. L’effimero splendore dei carnevali barocchi’.

A Santo Stefano al Ponte (piazza di Santo Stefano 5) fino al 5 maggio diventa Cattedrale dell’immagine con l’inedito spettacolo multimediale immersivo dal titolo Van Gogh & i maledetti, realizzata da Crossmedia Group. Si tratta di un racconto digitale di 60 minuti, sviluppato per mezzo della multiproiezione a 360 gradi d’immagini ad altissima definizione e della diffusione in Dolby HD di un’avvincente colonna sonora originale. Tutti i giorni ore 10 – 19.30, chiusura biglietteria ore 18.30, biglietti 13 / 10 / 8 / 5 euro.

A Palazzo Pitti una mostra curata da Maria Matilde Simari e Alessandra Griffo celebra i Carnevali Barocchi, partendo dall’esposizione del Carro d’Oro di Paul Schor e altre tele. Resterà aperta fino al 5 maggio 2019.

Dopo le grandi retrospettive monografiche di John Currin e Glenn Brown, le sale del Museo Bardini di Firenze dal 26 gennaio al 25 marzo ospiteranno Senza Data, mostra personale di Luca Pignatelli (Milano, 1962) a cura di Sergio Risaliti. Promosso dal Comune di Firenze, organizzato da MUS.E e in collaborazione con la Galleria Poggiali di Firenze, l’evento avvia un nuovo ciclo di mostre concepite con la cura scientifica del Museo Novecento e realizzate al di fuori degli spazi museali di Piazza Santa Maria Novella.

Dal 6 marzo al 28 aprile 2019 l’Accademia delle Arti del Disegno presenta l’opera del pittore Andrey Esionov (Tashkent, 1963), grande acquarellista e maestro dell’arte figurativa russa contemporanea.  La mostra “Neo-nomadi e Autoctoni”, realizzata con il patrocinio del Comune di Firenze e della Regione Toscana e concepita in collaborazione con l’Accademia Russa di Belle Arti, è curata dal critico Alexander Borovsky e sarà visitabile con ingresso gratuito nella Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno, in Via Ricasoli n.68. Da martedì a sabato: ore 10-13 e 17-19. Domenica: ore 10-13, lunedì chiuso. Ingresso libero.

Una ventina di dipinti di Giorgio Morandi sono in mostra dal 16 marzo al 27 giugno al Museo del Novecento (Piazza Santa Maria Novella, 10). Sergio Risaliti si è affiancato per l’occasione Cristina Bandera, direttore scientifico della Fondazione Roberto Longhi di Firenze, che presta non solo 5 dipinti e 3 disegni ma anche il filmato e l’originale manoscritto (Exit Morandi, che dà il titolo all’esposizione) con cui Longhi piangeva nel 1964 la scomparsa dell’artista. Altri 4 dipinti appartengono alla collezione Alberto Della Ragione, nucleo fondante del Museo Novecento. Fra questi un acquerello datato 11 aprile 1918 con una delle rare figure umane dipinte da Morandi. Molti dei dipinti esposti provengono dalle collezioni private di quattro fra i maggiori critici d’arte del Novecento: Longhi, Cesare Brandi, Francesco Arcangeli e Carlo Ludovico Ragghianti. Orario: tutti i giorni 11-19, giov 11-14

A PIA Palazzina Indiano Arte nel Parco delle Cascine, nuova programmazione di eventi per i mesi di febbraio, marzo e aprile 2019 a cura di Centro nazionale di produzione/Virgilio Sieni. Tutte le domeniche fino al 24 marzo h 10 Lezione sul gesto, h 11 Laboratorio azione coreografica. Alla Galleria Isolotto in piazza dei Tigli mostra fotografica Paesaggi Isolotto 1954 > 1975 a cura di Virgilio Sieni, in collaborazione con Mario Bencivenni e l’Archivio storico Torrini Fotogiornalismo.

In occasione del 75° anniversario della liberazione dall’occupazione tedesca, Fiesole celebra il suo Monumento ai Tre Carabinieri, l’imponente scultura in bronzo creata nel 1964 da Marcello Guasti per la nuova terrazza panoramica ideata da Giovanni Michelucci nel Parco della Rimembranza. L’opera, realizzata a vent’anni dall’eccidio, ricorda il sacrificio dei tre militari Alberto La Rocca, Vittorio Marandola e Fulvio Sbarretti, che avevano aiutato i partigiani impegnati contro le forze straniere e furono per questo trucidati dai nazisti il 12 agosto del 1944. Nella Sala Costantini, prima parte della mostra “Marcello Guasti, Giovanni Michelucci e il Monumento ai Tre Carabinieri”, intitolata “La genesi del Monumento: ‘Slancio verso l’infinito’”; dall’11 maggio nei suggestivi spazi del Museo Civico Archeologico, inaugurazione della seconda parte, “Guasti e gli artisti suoi contemporanei in dialogo con l’antico”. Entrambe le sedi resteranno aperte sino al 30 settembre 2019. La mostra è promossa dal Comune di Fiesole e dalla Fondazione Giovanni Michelucci.

Approda nel cuore della Toscana la mostra di Gianfranco Gobbini “Abissi di colore e omaggio allo zafferano di Città della Pieve”, visitabile dal 16 marzo al 1 Maggio negli spazi museali della Casa di Giotto in località Vespignano, Comune di Vicchio (Fi). Sede concessa dall’Amministrazione comunale, e gestita dell’Associazione Artistico – Culturale “dalle terre di Giotto e dell’Angelico”. Un progetto, quello di Gobbini, nato nel 2016 come mostra itinerante e finalizzato alla realizzazione della sua prima monografia, sposato dall’attuale sindaco di Vicchio, Roberto Izzo, come esperienza culturale di respiro contemporaneo.

La mostra immersiva Kandinsky Color Experience, allestita nelle strutture Liberty della Palazzina Terme Tamerici a Montecatini Terme, forte del successo di pubblico con oltre 20.000 presenze viene prorogata fino al 1 maggio. Sarà aperta dal venerdì alla domenica h. 9.00 alle h. 20.00. Info www.kandinskycolorexperience.it

L’artista bambino. Infanzia e primitivismi nell’arte italiana del primo Novecento: è questo il titolo della mostra che la Fondazione Ragghianti ospita nella sua sede di Lucca, nel complesso monumentale di San Micheletto, dal 17 marzo al 2 giugno 2019.Info sul sito della Fondazione.

A Pontedere, Palazzo Pretorio (Piazza Curtatone e Montanara) mostra Orizzonti d’acqua tra Pittura e Arti Decorative. Galileo Chini e altri protagonisti del primo Novecento, curata da Filippo Bacci di Capaci e Maurizia Bonatti Bacchini e in corso sino al 28 aprile.

L’allestimento «Guerrieri, cavalli e centauri» di Paolo Staccioli, circa 50 opere, ospitato nei Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico resterà aperto al pubblico (ingresso 2 euro) fino al 23 aprile. Tutti i giorni in orario 10-18.

ANTELLA (FI)

Sabato 23 alle 21 termina la fortunata rassegna del Teatro di Antella dedicata ai “Capolavori”, quest’anno incentrata sul “De rerum natura” di Lucrezio. In scena con il libro VI, Valentina Banci attraversa l’universo lucreziano affrontando il tema dei fenomeni metereologici e terrestri che risultano inspiegabili all’occhio umano, e per questo motivo pensati dall’autore connessi al volere e all’intervento divino. Il sesto libro pone l’accento sulle malattie e i morbi che diffondono morte e distruzione sulla terra e termina con la descrizione della peste ad Atene del 430 a.C, raccontata da Tucidide nella “Guerra del Peloponneso” a cui Lucrezio si ispira per una personale e immortale rappresentazione (ingresso euro 10, ridotto euro 7).

VICCHIO (FI)

Sabato 23 e domenica 24 ultimi giorni del Giotto Jazz Festival a Vicchio. Sabato 23, ore 17:30, Biblioteca Comunale: Fabio Morgera trio. Fabio Morgera: tromba e flicorno / Riccardo Galardini: chitarra acustica / Guido Zorn: contrabbasso; ingresso € 1,00 – Teatro Giotto, ore 19:00 Aperitivo; ore 22:00: Calibro 35, in una nuova versione in cui la voce sussurrata ed evocativa di Elisa Zoot si sposa perfettamente con l’arrangiamento sontuoso a base di archi, ottoni, vibrafono e sintetizzatori dei Calibro 35; ore 00: Matteo Banchi (Garlics Gang dj set); posto unico in piedi € 15 + d.p. Domenica 24, ore 11, Centro storico: Apertura mostra/mercato vintage con vinili, libri, vestiti, artigianato e ceramiche; ore 12:30, Locanda L’Antica Porta di Levante: Jazz& Brunch, ore 13.30 Dario Cecchini “soul check”: Dario Cecchini, sax / Vincenzo Genovese: tastiere / Luca Scorziello: percussioni / feat. Nadyne Rush: voce; brunch e concerto e 35,00 – ore 16, Chiesa di san Giovanni Battista: July Gospel Singers, direttore Luca Luglio: Luca Luglio: piano / Leonardo Baggiani: basso / Stefano Negri: sax / Leonardo D’apote: batteria; una miscela di blues, soul, funk e jazz; ingresso libero – ore 18: Aperitivo in Piazza con Piggy aka Jddj dj – ore 21:15, Teatro Giotto: Sergio Cammariere trio: Sergio Cammariere: voce, pianoforte / Luca Bulgarelli: contrabbasso / Amedeo Ariano: batteria. Posto numerato € 20/18 + d.p.

PONTE A EMA (FI)

In occasione della mostra Teofanie. Opere di Omar Galliani, organizzata dal Comune di Bagno a Ripoli, con la collaborazione delle Gallerie degli Uffizi e della Tornabuoni Arte, in corso fino al 28 aprile all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote (Ponte a Ema), domenica 24  alle 17.30 conferenza Dissertazione sull’arte, a cura dell’artista e di Roberto Casamonti, fondatore di TornabuoniArte.

CERTALDO (FI)

Da sabato 16 a domenica 31 c’è la 26ª edizione della sagra del tartufo marzuolo organizzata dall’Associazione tartufai Colline Bassa Valdelsa: tre fine settimana per assaggiare piatti di cucina rigorosamente toscana, col tartufo ovviamente. Appuntamento presso i locali del Centro Polivalente Comunale ‘Antonino Caponnetto’ (Zona Piscine – Viale Matteotti) tutte le sere a cena dalle 20, il sabato e la domenica anche a pranzo dalle 12. Consigliata la prenotazione: 0571 668974 – 338 7415160.

PRATO

Fino al 24 marzo in vari luoghi c’è il festival Recò, con il quale Prato si candida come capitale dell’economia circolare: un percorso diffuso, fatto di incontri, musica e teatro, per declinare il tema attorno a quattro aree d’interesse: moda, cibo, turismo e architettura. Domenica 24 marzo è prevista un’incursione guidata nel cuore pulsante del territorio – le aziende – con la giornata dal titolo Open Factories, tour che toccherà alcune tra le realtà produttive del tessile più attive dal punto di vista della sostenibilità ambientale e del riciclo creativo.Sabato alle 19.30 show con Lercio e Don Pasta. Dettagli e prenotazioni su http://www.recofestival.it/

Freschissimo di debutto alla Triennale di Milano, da martedì 19 a domenica 24 marzo al Teatro Fabbrichino arriva il visionario e disarmante THE NIGHT WRITER. Giornale Notturno, un canto alla personalità sovversiva e intrigante di Jan Fabre, da quarant’anni tra le figure più innovative della scena internazionale, che ne cura il testo, le scene e la regia (feriali ore 20.45, sabato ore 19.30, domenica ore 16.30). Biglietti da 10 a 15 euro. Info Teatro Metastasio, 0574 608501.

Sabato 23 alle 17 al Teatro Fabbricone la rassegna MET ragazzi ospita Gnomi – Gli Spiriti della felice terra della compagnia Company Blu. Ideato e diretto da Charlotte Zerbey e Alessandro Certini, con le coreografie e la danza di Sara Sguotti e Nicola Simone Cisternino, lo spettacolo ha come protagonista indiscussa la figura magica e misteriosa dello Gnomo, piccolo essere magico che, dotato di umanità, ironia e sarcasmo, interagisce sulla scena con suoni, azioni, materiali e coreografie. Biglietti 6/7 euro (50 cent di sconto per l’acquisto online). Info Teatro Metastasio, 0574 608501.

PISTOIA

Sabato 23 alle 21 al Teatro Manzoni, come protagonista del Concerto n. 1 di Sergej Prokof’ev, arriva una delle più acclamate figure del violinismo internazionale. Artista visionaria, attivista ed educatrice, durante la sua straordinaria carriera, Midori ha esplorato e creato nuove connessioni tra la musica e i molteplici aspetti dell’esperienza umana. Daniele Giorgi alla guida dell’Orchestra Leonore accompagnerà il pubblico in un programma multiforme che accosta capolavori eterogenei nello stile ma intimamente connessi fra loro, concludendosi con la Quarta Sinfonia di Schumann. Dettagli sul sito della Fondazione Promusica

CAPANNORI (LU)

Sabato 16 e domeTorna per quattro fine settimana nel comune di Capannori la mostra Antiche camelie della Lucchesia, che compie trent’anni e presenta un programma ricco di iniziative speciali. L’appuntamento è per il 16-17 marzo, 23-24 marzo, 30-31 marzo e 6-7 aprile nel Borgo delle Camelie, ovvero i due paesi di Pieve e Sant’Andrea di Compito, che sin dall’Ottocento accolgono mille specie diverse di camelie da tutto il mondo. Nel momento della fioritura il Borgo delle Camelie si tinge di milioni di sfumature diverse, dal rosso acceso al rosa delicato, e i prati si trasformano in tappeti fioriti. La mostra è un’occasione per visitare questo angolo di Toscana che somiglia un po’ al Giappone: qui infatti si coltiva anche il tè, nell’Antica Chiusa Borrini che è una delle pochissime piantagioni presenti in Italia.

CAPANNORI (LU)

Torna nel comune di Capannori la mostra Antiche camelie della Lucchesia, che compie trent’anni e presenta un programma ricco di iniziative speciali. Appuntamento ancora per tre week end: 23-24 marzo, 30-31 marzo e 6-7 aprile nel Borgo delle Camelie, ovvero i due paesi di Pieve e Sant’Andrea di Compito, che sin dall’Ottocento accolgono mille specie diverse di camelie da tutto il mondo. Nel momento della fioritura il Borgo delle Camelie si tinge di milioni di sfumature diverse, dal rosso acceso al rosa delicato, e i prati si trasformano in tappeti fioriti. La mostra è un’occasione per visitare questo angolo di Toscana che somiglia un po’ al Giappone: qui infatti si coltiva anche il tè, nell’Antica Chiusa Borrini che è una delle pochissime piantagioni presenti in Italia.

CASCIANA TERME (PI)

Domenica 24 alle 16 al Teatro Verdi (Viale Regina Margherita, 11) Italian Opera Florence presenta «La Cenerentola», dramma giocoso in due atti di Gioachino Rossini, su libretto di Jacopo Ferretti. Angelina Cenerentola: LilllyJorsradt, Don Magnifico: Alessandro Calamai, Principe Ramiro: Alfonso Zambuto, Dandini: William Hernan, Clorinda: Laura Andreini, Tisbe: EvaMabellini, Alidoro: Ferruccio Finetti, Coro e Orchestra Italian Opera Florence. Direzione, regia e costumi David Boldrini, Orchestra Italian Opera Florence. I° settore Intero 30, ridotto 25, II° settore 25 / 20, Galleria 20. Info e prenotazioni 3280625881

RAPOLANO TERME (SI)

Al Teatro del Popolo sabato 23 alle 21 Antonello Fassari in «Che amarezza», di Antonello Fassari. Unica via di fuga per sfuggire ai dispiaceri della vita, sorriderci su. Info 331 8181776; intero € 14 / ridotto € 10.

MONTEPULCIANO (SI)

Aziende del vino, chef e ristoranti del territorio si incontrano nei borghi della provincia di Siena. Si inizia sabato 23 a Montepulciano, dove si incontreranno l’azienda vitivinicola Salcheto e la cucina di Paolo Contemori del ristorante ‘l’Angolo’. ‘Borghi e Cantine’ vuole essere un percorso enogastronomico che ha l’obiettivo di unire le eccellenze della produzione vitivinicola senese con le eccellenze enogastronomiche. Sabato 23, alle 12, visita a Salcheto e poi pranzo degustazione (40 euro). Per info e prenotazioni 0577 248856 dalle 8 e 30 alle 13 e dalle 14 e 30 alle 17.

LATERINA (AR)

Al Teatro Comunale (via San Giuseppe) sabato 23 alle 21.15 Letizia Fuochi e Francesco Frank Cusumano in «Tra Gaber e Faber», spettacolo di teatro-canzone. Un concerto-racconto con monologhi, ricordi, canzoni tra ironia, poesia ed indimenticabili emozioni. Biglietti:   platea € 12 – galleria € 10. Info e prenotazioni 055 3986471 – 338 2715639.

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.