L'operazione dei Carabinieri

Marciano della Chiana (AR): agli arresti domiciliari gestiva rete di giovanissimi spacciatori

di Redazione - - Cronaca

MARCIANO DELLA CHIANA (AREZZO) – Aveva creato una rete di giovanissimi pusher per spacciare
nell’Aretino pur trovandosi costretto agli arresti domiciliari a casa. Per questo un 22enne di Marciano della Chiana (Arezzo) è stato arrestato dai carabinieri per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno appurato che il 22enne, nonostante fosse agli arresti domiciliari, traeva ingenti guadagni utilizzando per lo smercio dello stupefacente una rete composta da altri 9 giovanissimi italiani attivi in vari comuni dell’Aretino che sono stati tutti denunciati.
Nel corso delle operazioni sono stati sequestrati vari tipi di stupefacenti, rinvenuti durante le perquisizioni. L’indagine è scaturita dall’arresto di un giovane di Marciano della Chiana lo scorso autunno, trovato in possesso di oltre 20 grammi di cocaina. Gli sviluppi investigativi hanno poi permesso di ricostruire la rete di smistamento della droga.
Sempre nell’aretino è finito in manette uno spacciatore centauro che, pur senza patente, utilizzava una moto di grossa cilindrata per spostarsi in tutto il Valdarno. L’uomo, già conosciuto alle forze dell”ordine e senza fissa dimora, è stato arrestato dai carabinieri grazie ad un blocco del traffico in prossimità di un cantiere. I militari lo hanno trovato in possesso di diversi ovuli per un totali di undici grammi circa di cocaina dal valore approssimativo di cinquecento euro. L’uomo è stato denunciato anche perché privo di patente per la moto.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.