Pensioni d’oro: la circolare Inps è sbagliata, occorre cambiarla, lo dice il sottosegretario Durigon

ROMA – «Non è giusto escludere dal taglio i pensionati d’oro che hanno cumulato i contributi». A dirlo è Claudio Durigon, sottosegretario leghista al Lavoro, che, intervistato da La Repubblica, aggiunge: «Ho sentito l’Inps per verificare gli aspetti tecnici. La circolare sarà cambiata». E sulla possibilità che una circolare vada oltre la legge e che nemmeno il ministero del Lavoro se ne accorga, Durigon evidenzia: «Non è l’unico caso. Inps sta applicando vecchie circolari che prevedono almeno 35 anni di contributi effettivi per andare in pensione, escludendo dunque i contributi figurativi per disoccupazione e malattia». La disposizione arriva dalla legge 153 del 1969 per le pensioni di anzianità, ma «quella legge -spiega Durigon- è stata superata dalla Fornero e non più vigente. Qui c’è solo un problema di errata interpretazione dell’Inps. Un’anomalia che discuterò con il commissario Tridico».

Durigon, inps, pensioni d'oro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080