Finale di Champions a Madrid

Liverpool-Arsenal (sabato, ore 21, Rai1): Klopp (6 finali perse) vuole la Coppa. Pochettino ci prova. Formazioni

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport

Mohammed Salah, asso del Liverpool

MADRID – Grande attesa, e anche non poca preoccupazione, per la finale, tutta inglese, di Champions League allo stadio Wanda Metropolitano (quello dell’Atletico Madrid), dove domani sera, sabato 1 giugno, alle 21, Liverpool e Tottenham si contenderanno la Champions. Klopp, allenatore del Liverpool, ha perso sei finali in carriera. Ora dice basta. Pochettino, tecnico del Tottenham, non vuol lasciarsi sfuggire l’occasione di alzare la coppa dalle grandi orecchie. La polizia spagnola si prepara a dispiegare un ingente sistema di sicurezza. Tra gli strumenti messi in campo ci sarà anche un sistema anti-drone, con un centro di comando vicino allo stadio, che attiverà non meglio specificate azioni neutralizzanti, se venissero rilevati droni illegali nell’area. La stessa polizia – e anche questa è una novità assoluta in Spagna per tale tipo di evento – userà un drone per monitorare l’ attività dei tifosi grazie a due fotocamere, una termica e l’altra con un obiettivo grandangolare. Considerato un incontro ad alto rischio, il derby inglese per la conquista della più prestigiosa coppa continentale per club ha indotto le autorità a impiegare più di 4.700 addetti alla sicurezza. Sono attese a Madrid decine di migliaia di fan inglesi, compresi molti senza biglietti o alloggio.

La favorita? Il Liverpool sembra in vantaggio, ma l’allenatore tedesco, Jurgen Klopp, già scottato un anno fa nella finale contro il Real Madrid (anche per le papere del portiere Karius), afferma: «Non sono un perdente, semmai sono il re delle semifinali. Non penso di aver avuto sfortuna nella mia carriera». Tuttavia va ricordato che ha perso sei finali in carriera. E stavolta vuole sfatare la tradizione: «Ogni finale è diversa. Se conoscessi il perchè delle finali perse ci sarebbe da preoccuparsi. L’anno scorso abbiamo perso per due gol incredibili (le papere di Karius, ndr). E’ vero che non siamo mai stati dalla parte della fortuna, ma per essere fortunati bisogna lavorare e io non penso di avere avuto una sfortunata carriera. Questa è la partita più importante del mondo. Fra me e il Liverpool  c’è una grande storia d’amore. Firmino? E’ pronto e in perfetta forma».

Probabili formazioni 

Tottenham (4-3-1-2): Lloris; Trippier, Vertonghen, Alderweireld, Rose; Alli, Wanyama, Sissoko; Eriksen; Lucas, Son. Allenatore: Mauricio Pochettino

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, van Dijk, Matip, Robertson; Wijnaldum, Fabinho, Henderson; Salah, Firmino, Mane. Allenatore: Jurgen Klopp

Tag:, , , , , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: