I volontari drammatizzano la situazione per accelerare i soccorsi

Migranti: intimazione di Alarm Phone a Malta, che ha poi soccorso un barcone in difficoltà. Salvati 40 presunti naufraghi

di Redazione - - Cronaca, Politica

MALTA – «Una barca con 40 persone a bordo in preda al panico in attesa di soccorso. A lanciare l’allarme su Twitter è la Ong Alarm Phone. «Circa due ore fa – scrive la Ong in un tweet di questa notte – siamo stati chiamati da una barca in pericolo nella zona SAR maltese. La barca era partita dalla Libia più di 23 ore fa e trasportava circa 40 persone. Abbiamo avvisato le autorità maltesi poco dopo, alle 22.33. Rimaniamo in contatto diretto con la barca. All’1:07 Malta ci ha inviato un’email di conferma che invierà una risorsa per salvare le persone in difficoltà. La barca è ancora in movimento, ma la gente è stanca ed esausta. Chiedono ripetutamente aiuto e quando arriverà qualcuno a salvarli. Dov’è il salvataggio? Barca ancora in mare e persone in preda al panico. Dicono che alcuni sono vicini alla morte – hanno bisogno di cure mediche immediate! La situazione è urgente ma Malta non ci sta informando sulle procedure #SAR. Sono stati informati di questo disagio nella zona della SAR maltese oltre 6 ore fa!».

Nonostante tutte le affermazioni denigratorie degli ingombranti volontari, che spesso rendono più complicate, anziché facilitarle, le operazioni di salvataggio, il soccorso di Malta è arrivato puntuale e ha salvato i presunti naufraghi. C’è chi agisce e chi chiacchiera per cercare pubblicità e accrescere la possibilità di offerte per le Onlus.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: