L'inefficacia dell'azione dell'Autorità

Autorità nazionale anticorruzione: Cantone si preoccupa dei subappalti, ma dovrebbe intervenire proprio lui

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

ROMA – Raffaele Cantone,Presidente dell’ Autorità nazionale anticorruzione insediato da Renzi, sempre più spesso certifica da solo l’inutilità della sua azione: «Sono preoccupato dell’aumento del subappalto e del combinato tra l’aumento del subappalto e la tecnica del prezzo più basso: ciò incide sulla qualità delle opere». Lo ha detto  Cantone, ascoltato in audizione in Commissione parlamentare Antimafia. «Il tema vero del subappalto riguarda più la qualità dei lavori che le infiltrazioni mafiose», ha concluso. L’Autorità è in funzione da diversi anni, quindi Cantone e i suoi collaboratori che ci stanno a fare? A cosa servono tutte queste costose autorità instaurate in ogni campo dai vari governi, prevalentemente di sinistra? Mi sembra a creare poltrone e a accrescere la spesa pubblica.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.