Azione legale della capitana contro il vicepremier

Rackete denuncia Salvini e chiede sequestro dei profili social del ministro. Reagisce la Meloni

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

ROMA – Galvanizzati dalle decisioni della gip agrigentina e dal sostegno nazionale e internazionale delle sinistre unite, i sostenitori di Carola Rackete annunciano che verrà depositata domani in Procura a Roma la denuncia per diffamazione e istigazione a delinquere contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini presentata dalla comandante della Sea Watch 3, Carola Rackete. Il legale della donna, l’avvocato Alessandro Gamberini, annuncia che chiederà il sequestro dei profili Facebook e Twitter del leader della Lega, Matteo Salvini, e di altri social propaganti messaggi d’odio.

Per ora Salvini tace, ma reagisce la Meloni: «Inaccettabile attacco alla libertà di espressione da parte delle solite truppe immigrazioniste. L’indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina Carola Rackete chiede il sequestro dei profili social Facebook e Twitter del Ministro della Repubblica italiana Matteo Salvini per metterlo a tacere. Secondo questa gente chiunque si schieri contro l’immigrazione di massa dovrebbe essere censurato e messo nelle condizioni di non esprimere il suo pensiero. Episodio gravissimo che dimostra l’arroganza di chi è convinto di poter dettare legge a casa nostra. Piena solidarietà e sostegno al nostro Ministro dell’Interno. Mi auguro che le istituzioni e tutte le forze politiche avranno la decenza di prendere le distanze da questo ennesimo attacco alla nostra
democrazia».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: