Firenze: alle Vele sull’Arno la cantautrice Silvia Vavolo presenta il suo «Dante aveva ragione»

Silvia Vavolo

FIRENZE – Giovedì 18 luglio la cantautrice fiorentina Silvia Vavolo presenterà il suo nuovo album «Dante aveva ragione» alle Vele sull’Arno di Firenze.

Intervistata dal giornalista Leonardo Canestrellli di Radio Toscana, parlerà del nuovo disco e racconterà aneddoti e progetti futuri, eseguendo alcuni brani dell’album in un set acustico insieme a Francesco Vavolo (violino).

Nel primo singolo (la title track) c’è un cameo di Red Canzian; spiega l’autrice: «Il brano,è una critica ironica verso le persone che non prendono posizione nella vita, che non si espongono per paura o comodità. I cosiddetti “ignavi” che, nella Divina Commedia, Dante mette all’Inferno, anzi davanti alla porta dell’Inferno perché, per lui, non meritano neanche quello. La vita è scegliere. Siamo le nostre decisioni. Giuste o sbagliate, non importa. Questa canzone è un’esortazione a “buttarsi”, ad agire, a dire il proprio pensiero, a schierarsi. Quando ho chiesto a Red, che avevo conosciuto nel 2014 nel corso della finale del Premio Lunezia e con cui ho instaurato un bellissimo rapporto professionale, se gli andava di fare un cameo nel disco gli ho detto: ‘Tu che sei la mia guida in questo disco, mi faresti da Virgilio?” e lui, entusiasta, mi ha detto si!».

A sua volta, Red Canzian commenta: «Se fossimo in America, Silvia Vavolo avrebbe il suo spazio e il suo pubblico già da un bel po’;  è un’artista sincera, attenta ai particolari che fanno la differenza e danno spessore, in un mondo in cui tutto conta, ormai, tranne che andare in profondità delle cose. Ho visto nascere questo disco […]. Spero davvero che Silvia abbia l’attenzione che questo suo generoso progetto merita».

Il mondo musicale di Silvia Vavolo è influenzato dal pianoforte del padre che suonava George Gershwing e Duke Ellington, e quello della madre che le faceva ascoltare Chopin: «A casa mia circolavano vinili di Barbra Streisand, Joan Baez, i grandi musical di Bernstein, Lucio Battisti, alternati alle arie d’opera di Puccini e alle sinfonie di Mozart. Presi una sbandata liceale per il soul dei Doobie brothers, Aretha Franklin, i Toto, ho ascoltato come mantra il rock psichedelico dei Doors e del primo David Bowie, l’elettronica dei Depeche Mode, gli anni Ottanta dei Duran Duran e degli Wham, ma è quando ho sentito il connubio perfetto tra musica e parole di Bob Dylan, Spriensting, Tenco, De André, Lucio Battisti, che ho sentito l’esigenza di scrivere canzoni».

«Dante aveva ragione», uscito nel 2019 e registrato al Q Recording di Milano, con la produzione artistica del musicista Phil Mer e la supervisione artistica di Red Canzian; la copertina è firmata dal famoso vignettista Sergio Staino). Spiega ancora Silvia: «L’idea è di un lavoro intimista ed introspettivo però colorato e ricco di suoni, una fusione tra sonorità acustici ed intramontabili e sperimentazione legata a campionamenti e synth”. L’album, che sarà possibile acquistare durante l’evento, è disponibile in tutti gli store digitali.

SILVIA VAVOLO nasce a Firenze, in una famiglia di musicisti. Respira musica fin da piccola, studia violoncello e pianoforte al Conservatorio Cherubini di Firenze. Nel 2001 è 1°classificata al Festival della canzone del Chianti 2004 – Finalista Festival di Castrocaro col suo brano “Imprigionata e Libera”. Nel 2005 esce il primo singolo “Fuochi Artificiali” con la produzione di Paolo Di Orazio (Latte e i suoi Derivati, Lillo&Greg) presso gli studi Larione 10 di Firenze. Nel 2007 riceve il Premio miglior testo al Festival LiveSong di Vince Tempera, il Premio Miglior Brano Radiofonico al Premio Battisti di Poggio Bustone e il Premio SIAE al Festival di Biella 2007 di Demo Radio Rai 1. Nel 2008/2009 è finalista del Premio Bianca D’Aponte, finalista al Festival di Amnesty 2009 con il brano “Romanì”, finalista al Festival di Brescia 2009 e unica rappresentante toscana al Diacetum Festival di Radio Toscana 2009. Nel 2009 è selezionata per il progetto Radar, di Franco Zanetti e Massimo Cotto, in collaborazione con Radio Italia. Silvia è tra i 10 prescelti e si esibisce all’ auditorium di Radio Italia su canale Videoitalia di Sky, iniziando a collaborare con alcune major discografiche e case editrici. Nel2010 esce il suo primo disco «Irreality Show» presso gli studi della DingoLab a Roma, uscito su Itunes e tutti i principali digital store, accompagnato dal videoclip ufficiale del primo singolo “Irreality” (una denuncia ironica sul mondo frivolo dei reality in tv). Tra il 2010 e il 2011 collabora con il cantautore italo-olandese Tenedle, prestando la propria voce per 3 brani contenuti nel disco di Tenedle “Grancassa” e accompagnandolo nel tour europeo 2011. Nel 2012, inizia a collaborare con alcune realtà del cinema indipendente. Realizza le musiche per il docu-film “Variabili Femminili” dell’attrice e regista Barbara Enrichi. (Vincitore del Premio Fìmmina Tv Epizephiry International Film Festival 2012). Arriva alle semifinali ad Area Sanremo 2013 e si classifica 2° al Premio Lunezia 2014 (premio al valore musicale-letterario della canzone italiana). Nel 2014 Red Ronnie la intervista durante la sua trasmissione Barone Rosso, mandando in onda il videoclip di “Sara e Francesca”. Nel 2015 esce per Universal Music il brano “L’anima in una lacrima” nell’album di Dolcenera “Le stelle non tremano”, brano firmato da Silvia e Dolcenera. Nel 2017 viene selezionata tra i 12 finalisti di “Genova Per Voi”, concorso per autori organizzato da Universal Publishing. Nel 2018 firma il singolo inedito “Fatti Viva” di Lisa, vincitrice del format televisivo RAI “Ora o mai più”. Il singolo è presente nella compilation della trasmissione ed esce in edicola con Tv Sorrisi e Canzoni.

Vele sull’Arno (Lungarno Cristoforo Colombo, 23-27, Firenze)

Giovedì 18 luglio alle 19.30 – Ingresso libero

 

Dante, Silvia Vavolo, Vele sull'Arno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080