«Firenze dall’alto» si chiude con un coro occitano sul tetto della Manifattura Tabacchi

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Il Coro occitano «San Salvador»

FIRENZE – Sei voci, due tom, dodici mani e un tamburello: è il coro polifonico San Salvador, in concerto sul tetto della Manifattura Tabacchi giovedì 1 agosto alle 19 (ingresso gratuito su prenotazione; posti esauriti; aperte liste d’attesa all’indirizzo firenzedallalto1@gmail.com), in chiusura della rassegna «Firenze dall’alto», Progetto strategico del Comune di Firenze per l’Estate Fiorentina 2019 organizzato da LAMA Development and Cooperation Agency Soc. Coop. in collaborazione con Murmuris, Attodue, Omega Musica e La Scena Muta.

Il collettivo San Salvador è nato dall’idea di Gabriel, leader del gruppo, cui poi si sono aggiunti Thibault, Eva, Laure, Sylvestre e Marion: tutti di Saint-Salvadour a Corrèze, nella regione della Nuova Aquitania, alla ricerca di un folclore universale che parte dall’occitano, l’antica lingua del sud della Francia. Nelle loro composizioni la voce viene utilizzata come strumento ritmico, combinando poesia e ipnotiche armonie, alla ricerca dei confini tra tradizione e creazione.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.