Domenica 15 settembre

La lega a Pontida, attese 100.000 presenze per il discorso di Salvini

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Matteo Salvini, leader della Lega 

MILANO – Messi da parte i cartelli e gli slogan della Lega di governo, Matteo Salvini torna domenica a Pontida da leader dell’opposizione al neo-governo giallorosso. Lo slogan, che il segretario federale avrà alle sue spalle, dovrebbe essere ‘La forza di essere liberi’. Concetto che
Salvini ribadirà dal palco del pratone della Valle di San Martino, dalle 14, quando è previsto che prenderà la parola, tra le note di
‘Nessun dorma’, cantata da Andrea Bocelli.

Nonostante il ritorno all’opposizione, si annuncia una Pontida da record. Gli organizzatori scommettono su 100mila presenze da tutta
Italia. Tanto che gli stand sono stati spostati dal pratone a una delle vie di accesso, per lasciare più spazio alla folla. “Sarà la Pontida più partecipata di sempre”, promette Salvini. “Sarà una domenica di costruzione, sorriso, futuro, visione, di idee, di societa’, sviluppo e tutela dell’ambiente senza pregiudizi ideologici”, spiega lo stesso segretario federale invitando i sostenitori a partecipare in massa.

Noi siamo liberi, a differenza del Conte-Monti e dei vari Gentiloni, Renzi, e Boschi, sono le parole d’ordine che attendono i militanti
chiamati a raccolta dopo la tempesta politica di agosto. A parte il discorso di Salvini, la scaletta di domenica resta ancora da definire:
sia per gli ospiti, sia per chi interverrà insieme al Capitano. Di sicuro il focus politico sarà nazionale: trombe e fischi, di certo si leveranno alla volta dei nuovi leader di governo, a partire dal premier Giuseppe Conte, ormai ‘bersaglio’ preferito del Carroccio.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail