Le dichiarazioni dell'europarlamentare renziana

Bonafé: resta nel Pd, non condivide la scelta di Renzi ma la rispetta

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Simona Bonafè

ROMA – «Non lo seguiro’, non condivido la sua scelta ma la rispetto, e da parte mia non uscira’ mai una parola contro Renzi”. Cosi’ l’europarlamentare del Pd Simona Bonafe’ a Circo Massimo su Radio Capital. Secondo Bonafe’ “non c’e’ bisogno di fare un altro partito, il Pd e’ sempre stato contendibile. Io prima ero in maggioranza e ora sono in minoranza, ho lo spazio di fare le mie battaglie perche’ il Pd e’ un partito plurale. E il tema vero, sottolinea, e’ che e’ stato fatto un governo, e ora c’e’ da lavorare. Penso che in questo momento dovremmo parlare piu’ delle misure da mettere in campo che di Renzi. Adesso la stabilita’ del governo e’ importante, abbiamo fatto il governo e dobbiamo metterlo a lavorare. Non e’ stata una scelta facile, chiaro che molti elettori del Pd non l’hanno capita di fondo, e l’unico modo per fargli capire che e’ stata fatta una scelta importante e’ fare in modo che questo governo lavori».

Renzi potrebbe minare alla stabilita’ del nuovo esecutivo? «Non credo. E non credo sia suo interesse». Il nuovo partito parte soprattutto per intercettare il voto moderato, ma l’europarlamentare fa notare che «oggi i sondaggi ci dicono che la formazione di Renzi vive con i voti del Partito Democratico. Io mi occupo e preoccupo del Pd, perche’ penso che quel mondo moderato possa essere un mondo a cui guardare anche dal Pd».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail