Le dichiarazioni dell'Avv. Davirro

Fondazione Open: legale anticipa possibile ricorso al Tribunale del riesame per sequestro documenti

di Redazione - - Cronaca, Politica

FIRENZE – «Stiamo valutando con l’avvocato Bianchi se fare o meno ricorso al Tribunale del Riesame per il sequestro dei documenti. Abbiamo dieci giorni di tempo per farlo e in queste ore prenderemo la decisione». Lo ha detto all’AdnKronos l’avvocato Antonio D’Avirro, difensore del collega Alberto Bianchi, dopo il sequestro operato dalla Guardia di Finanza dei bilanci e dell’elenco dei finanziatori della Fondazione Open, che è stata attiva tra il 2012 e il 2018, per sostenere l’attività politica di Matteo Renzi ed in particolare per l’organizzazione della kermesse annuale della Leopolda.

L’avvocato fiorentino Alberto Bianchi, 65 anni, ex presidente della Fondazione Open, è indagato dalla procura di Firenze nell’ambito di un’inchiesta che ipotizza il reato di traffico di influenze illecite. Il materiale è stato sequestrato dalla Gdf nello studio di Bianchi dove si è svolta la perquisizione due giorni fa.

Secondo quanto trapela – afferma sempre AdnKronos – , l’inchiesta va avanti da diverse settimane e sarebbe nata da una costola di un’altra indagine portata avanti dalla procura fiorentina: quella su Play Therapy Africa e su altre società di Alessandro Conticini, fratello di uno dei cognati dell’ex premier Matteo Renzi, che per molti anni ha operato in Africa sul fronte delle donazioni per progetti di assistenza ai bambini.

 

 

Tag:, ,