Cosa fare di giorno e di sera

Week end 12-13 ottobre a Firenze e in Toscana: Giornate FAI e delle famiglie al Museo, Maggio Musicale

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

FIRENZE

Giornate FAI d’Autunno e Giornata Nazionale delle famiglie al Museo – Sabato 12 e domenica 13 ottobre tornano le Giornate FAI d’Autunno: 700 luoghi da scoprire insieme ai giovani volontari del FAI in 260 città di tutta Italia. Dettagli sul sito del FAI, interrogabile per città. Domenica 13 è la Giornata Nazionale delle famiglie al Museo: in tutta Italia più di 750 luoghi espositivi tra musei, fondazioni e altri spazi culturali si apriranno alle famiglie con visite didattiche, giochi a tema e iniziative speciali. Fra i musei comunali, aderiscono Palazzo Vecchio (con Vita di corte, h15.30; La favola della tartaruga con la vela, h16.30), il Museo Novecento (Piazza Santa Maria Novella, con Il collage, l’arte di scegliere, h16.30), Forte Belvedere (con Il mondo animale, h11.00), Palazzo Medici Riccardi (con A casa Medici nel Quattrocento, h16.30); poi ci sono gli Uffizi, Palazzo Pitti, la Casa di Dante, il Museo Ferragamo. Anticipano a sabato 12 il Museo Archeologico (Piazza Santissima Annunziata, 9b). Dettagli su www.famigliealmuseo.it

Domenica di carta – Domenica 13 apertura straordinaria con visite guidate di alcune fra le principali biblioteche della città: biblioteca Nazionale Centrale (Piazza Cavalleggeri), Biblioteca Laurenziana (Piazza San Lorenzo), Biblioteca Marucelliana (via Cavour 43-47); info sul sito del Mibac

Apertura stagione lirica Maggio Musicale – Al Teatro del Maggio Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui 1) sabato 12 alle 19 si inaugura la stagione lirica e balletto 2019-2020 con «Fernand Cortez» di Gaspare Spontini nella versione originale del 1809, mai vista in tempi moderni; nuovo il suggestivo allestimento, realizzato in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi. A dirigere l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino e il corpo di ballo della Compagnia Nuovo BallettO di ToscanA c’è lo specialista Jean-Luc Tingaud; regia di Cecilia Ligorio. Nel cast: Dario Schmunck, Luca Lombardo, David Ferri Durà, Alexia Voulgaridou. Biglietti da 15 a 120 euro, in vendita anche sul sito del Teatro del Maggio. Da domenica 13 alle 20 torna in scena «Carmen», l’opera-comique in quattro quadri di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée. Al suo debutto alla guida dell’Orchestra e del Coro del Maggio c’è Sesto Quatrini, giovane e talentuoso direttore d’orchestra, messosi in luce, in Italia, con una sostituzione dell’ultim’ora al Festival della Valle d’Itria (dirigendo l’«Ecuba» di Antonio Manfroce), ma già ben conosciuto all’estero. Opera di repertorio, sì (nell’allestimento con la regia di Leo Muscato), ma con un direttore che val decisamente la pena di seguire. biglietti da 10 a 100 euro, in vendita anche sul sito del Teatro; sconti molto consistenti attraverso la Scuola di musica di Fiesole

Isabelle Huppert alla Pergola – In esclusiva per l’Italia al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) sabato 12 alle 20.45 e domenica 13 alle 15.45 la grande attrice francese Isabelle Huppert interpreta Maria Stuarda diretta da Robert Wilson nel monologo «Mary Said What She Said» di Darryl Pinckney con le musiche originali di Ludovico Einaudi. La grande Dame del cinema francese è già stata Maria Stuarda a teatro, nel dramma di Schiller al Royal National Theatre di Londra nel 1996. In «Mary Said What She Said» siamo nel 1587 al castello di Fotheringhay, alla vigilia dell’esecuzione, e Maria ripercorre la sua storia burrascosa. Spettacolo in francese con sovratitoli in italiano; biglietti da 13 a 37 euro. www.teatrodellapergola.com

Amici della Musica – Lo stesso giorno del Maggio (proprio quando, ahinoi, l’opera inizia alle 19 invece che alle 20) inaugurano la stagione gli Amici della Musica: sabato 12 alle 16 al Teatro della Pergola spettacolo con le sorelle pianiste Katia e Marielle Labèque, Maria Cassi e l’Ensemble da camera dell’Orchestra Giovanile Italiana; in programma Four Movements di Philip Glass e una selezione di Songs da West Side Story di Leonard Bernstein; poi il Carnevale degli animali di Camille Saint-Saëns. Domenica 13 alle 21 riflettori puntati sulla star del canto Luca Pisaroni, che torna agli Amici per un recital con il pianista Malcom Martineau. Lunedì 14 alle 21 torna l’Orchestra Giovanile Italiana diretta dal violoncellista Giovanni Gnocchi, che debuttò per gli Amici della Musica nel 1998 come componente del Quartetto Florestano. Biglietti Box Office e TicketOne, anche online.

Suoni riflessi – La XVII edizione del festival «Suoni riflessi» diretto da Mario Ancillotti si apre l’11-12-13 ottobre con il Concorso internazionale d’interpretazione musicale Pontillo (ammessi giovani musicisti di 11 nazionalità, in giuria anche Aldo Ceccato, presidente, e Alain Meunier; ingresso libero; Sala Vanni, Piazza del Carmine; dettagli su www.suoniriflessi.it.) Domenica 13 ottobre, alle 11 di mattina, la prova dei tre solisti o gruppi finalisti, selezionati dalla giuria, si trasformerà in un concerto di altissimo livello nel quale il pubblico abbonato sarà tenuto a votare e scegliere i/l vincitori/e. Al finalista più votato andrà un premio di 2500 euro, al secondo classificato uno di 1500 euro e al terzo di 500 euro. Quest’anno ci sarà anche un premio speciale della giuria di 500 euro. In attesa dello spoglio dei voti, che avverrà subito dopo il concerto, verrà offerto un piccolo rinfresco.

Tebe a Rifredi – Al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303) sabato 12 alle 21 e domenica 13 alle 16.30 va in scena «Tebas Land» del franco-uruguaiano Sergio Blanco in prima nazionale, dopo l’anteprima al festival di Todi l’estate scorsa; prima produzione italiana di questo testo, nella traduzione di Angelo Savelli, che firma anche la regia. Al centro i temi della paternità e del parricidio. Biglietti 16 / 14 euro. Al Teatro di Rifredi va riconosciuto il merito di portare a Firenze tanti esponenti della nuova drammaturgia contemporanea, a volte già ben noti all’estero ma poco o per nulla conosciuti in Italia e di promuoverne la divulgazione anche con incontri a ingresso libero: sabato 12 ottobre alle 17 l’autore Sergio Blanco sarà in sala insieme al cast e al regista, per la presentazione dei suoi libri «Teatro» e «Autofinzone», con Daniele Corsi, docente di lingua spagnola e traduzione all’Università per Stranieri di siena, e Attilio Scarpellini, saggista e critico teatrale.

Musica dei popoli – Sabato 12 alle 21.30 all’Auditorium Flog (via Mercati 24b), per Musica dei Popoli, una voce soul fantastica e una storia drammatica alle spalle fatta di fughe, arresti, torture, ma anche di riscatto: è quella di J.P. Bimeni, che presenterà il suo nuovo album “Free Me”. Realizzato con The Black Belts e considerato il miglior album dell’anno da BBC 6 Music e Uk Vibe Moko, il progetto parla di lotta, dignità e libertà, con una narrazione che è anche la storia personale di Bimeni. Discendente da una famiglia reale del Burundi, all’età di 15 anni Bimeni lascia il suo paese durante la guerra civile; sopravvive a tre attentati e infine ottiene lo status di rifugiato riuscendo ad approdare nel Regno Unito dove si stabilisce definitivamente a Londra nel 2001. Qui sperimenta le infinite possibilità musicali che la città offre: jam session con la band di Roots Manuva, serate open mic insieme ai Noiettes e l’incontro con una Adele all’epoca adolescente. E sarà proprio la musica ad offrirgli ritrovate speranze e nuove prospettive, a partire dai giorni in cui Bimeni, da solo, ricomincia la sua vita in Gran Bretagna (ingresso 10/13 € – apertura porte ore 21.00).

Eva al Galluzzo col GAMO – Le parole di Mark Twain tradotte in musica e danza: è “Dario di Eva” opera semiscenica e nuova produzione a firma GAMO, il testo è liberamente tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore americano, che si terrà in prima assoluta domenica 13 alle 18 alla Certosa del Galluzzo. L’evento, secondo appuntamento della stagione concertistica del Gruppo Aperto Musica Oggi, si inserisce nella rassegna “SIAE Classici di oggi”; è una produzione del GAMO Ensemble realizzata sotto la direzione di Francesco Gesualdi; le musiche sono a cura di Mauro Cardi, la messa in scena è di Cristina Papi. Gli interpreti protagonisti fanno parte del GAMO Ensemble: parteciperanno l’attrice Silvia Franco, la soprano Valeria Mastrosova, Sara Minelli al flauto, Nicola Tommasini alla fisarmonica, Alberto Bologni al violino, al violoncello Michele Marco Rossi, alle percussioni Marco Farruggia. Ingresso euro 7; Per ulteriori informazioni www.gamo.it

La democrazia del corpo – A Cango Cantieri Goldonetta, in via Santa Maria 25, per la nuova edizione di La democrazia del corpo, con la direzione artistica di Virgilio Sieni, sabato 12 alle 21 e domenica 13 alle 17 la coreografa tedesca Isabelle Schad presenta il site specific «Pieces and Elements / Nudity and Landscape» e, a seguire, lo spettacolo «Turning Solo».

Gullotta e Varoli – Il Cenacolo di Santa Croce, con i suoi tesori d’arte, apre le porte all’Orchestra da Camera Fiorentina per il doppio concerto di domenica 13 e lunedì 14 alle 21. Ospiti delle serate il pianista Giuseppe Gullotta, nel ruolo di solista, e il direttore Giovanni Varoli. In programma musiche di Mozart e Nino Rota, in apertura la prima assoluta di “Nebulosus” del compositore contemporaneo Nicodemo Tridico. Ad esaltare le doti di Giuseppe Gullotta è la scrittura elegante e tornita del “Concerto in la maggiore per pianoforte e orchestra K. 488” di Wolfgang Amadeus Mozart, in cui il genio di Salisburgo mette in mostra il suo estro cameristico. E ancora, la celebre “Sinfonia in sol minore n. 40” di un Mozart quasi profeta del secolo successivo, affacciato sugli abissi dell’instabilità sentimentale romantica. A riportarci ai giorni nostri sono brani di Nino Rota dalla colonna sonora del film “Il Gattopardo”. Biglietti 20/15 euro. Info 055.783374 – 3391632869.

Seeyousound Firenze  – Musica da vedere, film da ascoltare: è questo il leit motiv di Seeyousound – International Music Film Festival, l’unico in Italia dedicato al cinema a tematica musicale, che approda per la prima volta a Firenze dall’11 al 13 ottobre, presso il cinema La Compagnia (via Cavour, 50/r). La manifestazione, nata a Torino nel 2015, si è sviluppata fino a diventare un network di 6 festival (Torino, Bologna, Milano, Lecce, Palermo e Firenze) e propone nel capoluogo toscano una tre giorni con circa 20 appuntamenti tra proiezioni di lungometraggi, cortometraggi, videoclip, tutti in prima regionale, alcuni in prima nazionale, spesso sonorizzati dal vivo, e momenti musicali. Ingresso intero 6 euro, ridotto 5. Info e biglietti  www.seeyousound.org

Certamente non è amore – Al Teatro Reims (Via Reims, 30) rassegna dedicata al femminicidio. Sabato 12 alle 21 «Zitta!», lungometraggio in 9 episodi di vari registi. Il film riflette sul tema della violenza sulla donna e sulle sue varie sfaccettature: la manipolazione psicologica e le percosse ma anche l’auto-violenza, la mancanza di educazione, l’indifferenza. Ingresso gratuito.

Lumière – Sabato 12 alle 20.45 al Teatro Lumière (via di Ripoli 231) si inaugura la stagione con «Il bivio» di Giacomo Cassetta, vincitore del Premio Internazionale Salvatore Quasimodo 2018 per il teatro. Biglietti: 14 Euro, ridotto (under 18, over 65 e soci Coop): 12 Euro

Cascine in fiera – Domenica 13 dalle 8 alle 20 lungo il viale Lincoln alle Cascine c’è Cascine in fiera.

Didacta – Alla Fortezza da venerdì a domenica c’è Didacta, la più grande fiera italiana dedicata alla scuola.

Altri mercati – In Piazza del Carmine sabato 12 dalle 12 a mezzanotte c’è Di Mano in Mano, mercatino dell’ usato e del vintage insieme ad altri eventi. In Piazza dei Ciompi sabato 12 c’è Creative Factory.

Fiera elettronica – Sabato 12 e domenica 13 al Tuscanyhall Fiera Elettronica Firenze: pc, componentistica, illuminazione a Led, Videosorveglianza, telefonia e mercatino dell’usato. Ingresso 6 euro, ridotto 5, omaggio sotto i 10 anni. Riduzioni con registrazione dal sito www.prometeo.tv/eventi

Villa La Quiete, riprendono le visite guidate – La Villa sarà visitabile tutti i fine settimana, fino al 3 novembre. Le visite si svolgeranno a settembre in due turni il sabato e la domenica alle 15 e alle 17; da ottobre un turno di visita il sabato e la domenica alle 15. Villa La Quiete, via di Boldrone, 2 – Firenze. Organizzazione: Sistema Museale di Ateneo (SMA). Per informazioni: 0552756444. Nel mese di settembre la Villa sarà visitabile il sabato e la domenica, alle ore 15 e alle ore 17. Nel mese di ottobre e nel primo fine settimana di novembre sarà organizzato un unico turno di visita, alle ore 15.La Villa è visitabile solo su prenotazione e con visita guidata gratuita.

Tenax – Non più solo il sabato con Nobody’s Perfect al Tenax (via Pratese 46, apertura porte ore 22:30, ingresso riservato ai maggiorenni), ma la domenica nuova iniziativa riservata ai teenager dai 13 ai 17 anni. Dalle 14.30 in poi si balla senza fermarsi mai, senza alcol e preferibilmente senza il telefonino. E stavolta l’ingresso è “vietato” ai maggiorenni. Ingresso in lista (prenotazione online): 12 € con drink analcolico incluso – tavolo 17 € con guardaroba e drink.

BrightEducational – Il 12 e 13 ottobre a The Student Hotel Firenze c’è «BrightEducational, una formazione per il futuro». 16 speakers, più di 60 ore di workshop lectures & talks sui nuovi trend della rivoluzione digitale.

Mostre – Fino al 2 febbraio 2020 al piano terreno del Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Piazza della Santissima Annunziata, 9b; orario: martedì-venerdì 8.30-19, sabato, domenica e lunedì 8.30-14) c’è «Mummie. Viaggio verso l’immortalità», con oltre 100 reperti provenienti dai magazzini del nostro Museo Archeologico, il secondo in Italia per importanza dopo quello di Torino (e il decimo in tutto il mondo). La mostra, che illustra il rapporto degli Egizi con il mondo dell’Aldilà, viene da un lungo tour in Europa e in Cina. Da un’idea di Maria Cristina Guidotti, direttrice della sezione egizia, che ha studiato le mummie, restaurato numerosi pezzi e scoperto la bellezza di un sarcofago come quello del sacerdote Padimut, con la ricca decorazione delle dinastie XXI e XXII (1069-656 a.C.). La statua del sacerdote Henat, che indossa una veste di foggia persiana, testimonia il dominio sull’Egitto dell’Impero Persiano (525-404 a.C.); ci sono amuleti, scarabei e vasi canopi per conservare gli organi del defunto, gioielli, cesti e vassoi di fibra vegetale che sembrano intrecciati oggi, la cassetta dipinta che ospitava gli ushabti (piccole statue del corredo funebre) dello scriba Nekhtamontu vissuto nel Nuovo Regno (1559-1070 a.C.). Da una testa mummificata attraverso la TAC è stato possibile ricostruire il volto.

Al Museo Novecento (Piazza Santa Maria Novella) c’è “Nel Novecento. Da Modigliani a Schiele da De Chirico a Licini”, aperta dal 12 luglio al 17 ottobre. La mostra è curata da Saretto Cincinelli e Stefano Marson. Raccoglie 42 disegni di artisti italiani e stranieri del XX secolo di proprietà della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, in una sorta di dialogo tra il museo fiorentino e quello romano attraverso la figura di Alberto Dalla Ragione.

A Firenze, a Palazzo Antinori, dal 19 settembre al 10 novembre 2019 c’èla mostra La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini, al piano nobile; curata da Elisabetta Matteucci e da Silvio Balloni, giunge a dieci anni di distanza dall’ultima mostra su Telemaco Signorini a Padova; al centro il rapporto tra padre e figlio e il loro legame con Firenze, per entrambi indissolubile.

A Villa Bardini c’è Enigma Pinocchio. Da Giacometti a La-Chapelle, mostra curata da Lucia Fiaschi e interamente dedicata alla creatura di Collodi, Pinocchio. Da Giacometti a LaChapelle, da Munari a Paladino, da Calder a Ontani, da McCarthy a Venturino Venturi. Fino al 22 marzo. Orario: tutti i giorni 10-19, chiuso lun Info: 055.20066233 www.villabardini.it

La Collezione Roberto Casamonti allestita al Piano Nobile di Palazzo Bartolini Salimbeni (Piazza di Santa Trinita, 1), storico edificio rinascimentale opera di Baccio d’Agnolo, si rinnova totalmente con l’obiettivo di presentare e mettere a disposizione dei visitatori il fior fiore dell’ampia Collezione personale, raccolta dal noto gallerista fiorentino in 40 anni di appassionate ricerche. Nel primo anno sono stati esposti i capolavori della prima metà del Novecento, accolti con notevolissimo interesse da pubblico e critica. Ad essere rivelata è l’arte della seconda parte del secolo a partire dalla fine dagli anni Sessanta. www.collezionecasamonti.com

Negli spazi della Galleria Poggiali di Firenze (Via della Scala, 35/A e Via Benedetta, 3r) c’è la mostra di Claudio Parmiggiani dal titolo «A cuore aperto», a cura di Sergio Risaliti. Nato a Luzzara (RE) nel 1943, Parmiggiani è uno tra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea internazionale e, dopo la prima personale in un museo americano al Frist Art Museum di Nashville, propone un gruppo di sue opere in un progetto appositamente concepito per la galleria fiorentina, per quella che è la sua prima vera personale a Firenze. La mostra, che è a ingresso libero, proseguirà fino al 29 ottobre.

Nel Complesso museale della Pieve di San Pietro in Bossolo, a Tavarnelle Val di Pesa (FI), mostra di sculture “Colli rugosi e case sospese. Le impervie vedute di Adriano Bimbi”, curata da Antonio Natali, già Direttore della Galleria degli Uffizi. L’esposizione, che proseguirà fino al 1° dicembre 2019, è organizzata dall’Associazione Amici del Museo e dalla Proloco di Tavarnelle Val di Pesa, patrocinata dall’Unione Comunale del Chianti e sponsorizzata da Chianti Banca. Visitabile durante i fine settimana con ingresso libero, propone all’attenzione del pubblico una selezione di opere di Adriano Bimbi realizzate tra il 1983 e il 2019; si tratta di bronzi – paesaggi in miniatura sospesi – che poi l’artista colora oppure qua e là copre di foglia d’oro, come si faceva in antico.

Al Palazzo Blu di Pisa è in corso Maestri del Futurismo. Le opere più significative del Futurismo, movimento artistico nato ufficialmente nel 1909 col Manifesto di Marinetti, si ritrovano nella mostra curata da Ada Masoero. Fino al 9 febbraio 2020.

SESTO FIORENTINO

Al Teatro della Limonaia (Via Gramsci 426; 055 440852 – 346 0384884, www.teatrodellalimonaia.it) per il Festival Intercity Oslo II sabato 12 alle 22.30 Intercity/Gogmagogpresentano «L’asino» di Jesper Halle, regia Tommaso Taddei, con Cristina Abati e Carlo Salvador, traduzione di Maria Sand. Mise en espace; prima assoluta in italiano. Cambiamento, mutazione, metamorfosi, trasformazione: è la meta del viaggio di Kari, protagonista di mezza età; sogna di fuggire, ma per farlo dovrà cambiare, lasciar andare la vecchia se stessa, andando incontro ad una morte iniziatica. Solo così potrà arrivare in un posto nuovo. “Ed eccomi qui – ci dirà – in questo giorno di sole spendente.” La morte in fondo non è altro che trasformazione, e fortunatamente si muore di continuo. Posto unico 5 euro.

FIESOLE (FI)

Nell’ambito di Amir | accoglienza musei inclusione relazione domenica 13 alle 10.30, a Fiesole sarà visitabile l’Area Archeologica, spazio verde che fin dall’epoca etrusco-romana è luogo di incontro e di aggregazione, grazie agli edifici pubblici che vi erano riuniti. Posizionata dietro la piazza principale della città, apre un varco oltre che sulla storia anche sulla natura: tra le antichissime testimonianze della storia di Fiesole fioriscono infatti numerose varietà di erbe spontanee insieme a molte specie arboree autoctone, naturalizzate o esotiche, come l’Osmanthus fragrans, proveniente dall’Oriente. Saranno, come sempre, 18 mediatori fra cui afgani, tunisini, egiziani, maliani, gambiani, marocchini, camerunensi, nigeriani, venezuelani, senegalesi, ivoriani, peruviani, ghanènsi, romeni, guineani, pakistani, cinesi a guidare i visitatori alla scoperta della diversità botanica che custodiscono questi orti e giardini, da sempre crogiolo in cui si fondono forme vegetali e artistiche provenienti da altri climi e da altre colture e culture. Le visite, su prenotazione (www.amirproject.com), si svolgono in italiano; info 328 7084059.

SCANDICCI (FI)

A Scandicci ultimo fine settimana della fiera.

MARRADI (FI)

Sabato e domenica c’è la Sagra del marron buono.

PRATO

Al Castello dell’Imperatore sabato 12 e domenica 13 c’è «Mattoncini al Castello». L’ingresso alla manifestazione ha un costo di 5 euro per una sessione di gioco, naturalmente coi Lego; sconto del 20% per i soci Unicoop Firenze e per i tesserati Gispi Rugby Prato. Per ogni sessione di gioco, composta da un bambino e un adulto, il numero massimo di partecipanti è 60, per cui è necessario prenotarsi in orario 10-16 al numero 0574/38207 o direttamente il giorno dell’evento, se ci sono posti ancora disponibili.

 Sarà la Band del Brasiliano, ensemble di musicisti toscani dediti alla scrittura di colonne sonore italiane degli anni ‘60 e ’70, a chiudere con un concerto l’European Social Sound 4U, il concorso interregionale per band emergenti organizzato da Regione Toscana, in programma sabato 12 alle 21 all’ Officina Giovani, (piazza dei Macelli a Prato a ingresso libero).  La Scatola Blu, Fantasia Pura Italiana, B-Effect, Worldplan, A Pezzi, Flame Parade, O:odal e Lorenzo M. Microcosmico saranno gli otto gruppi in gara per la seconda semifinale del concorso.

PISTOIA

Parte la terza edizione di FLOEMA, progetto promosso da Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica: sabato 12 alle 17.30 nella Chiesa dei Santi Jacopo e Martino, Uzzano e domenica 13 alle 17.30 al Convento di Giaccherino, Pistoia suona l’Orchestra Leonore (Eleonora Matsuno e Misia Jannoni Sebatianini violini, Francesca Turcato e Jamiang Santi viole, Cosimo Carovani e Giovanni Inglese violoncelli) col Coro Città di Pistoia (Maestro del coro: Gianfranco Tolve); in programma Johannes Brahms, Sestettoper archi n.2 in sol maggiore,op.36 e Federico Maria Sardelli, “Miserere” per coro e archi nuova composizione per Floema in prima esecuzione assoluta.

Sabato 12 e domenica 13 torna l’appuntamento col Micinoday al Rifugio di Pistoia, via Agati 15, orario 15-18: le volontarie mostreranno ai visitatori tantissimi gatti e gattini in cerca di adozione. Per informazioni mandare un  messaggio al 3392082783

PISA

Al Teatro Verdi di Pisa (via Palestro 40) sabato 12 alle 20.30 e domenica 13 alle 15.30 va in scena «L’empio punito», dramma per musica in tre atti (1669) di Alessandro Melani, libretto di Filippo Acciaiuoli e Giovanni Filippo Apolloni da «El burlador de Sevilla» di Tirso de Molina. Orchestra Auser Musici diretta da Carlo Ipata; interpreti principali: Acrimante: Raffaele Pe, Atamira: Raffaella Milanesi, Ipomene: Roberta Invernizzi, Bibi: Giorgio Celenza, Delfa: Alberto Allegrezza. Nuovo allestimento del Teatro di Pisa. Coproduzione Teatro di Pisa, Associazione Teatrale Pistoiese – Centro di Produzione Teatrale. Dettagli e biglietti sul sito del teatro.

Sabato 12 alle 21.30 al Lumiére concerto di Tony Allen, leggenda della batteria, con il suo nuovo «The Source», album di debutto per la Blue Note. La storia dellaTony Allen è quella di un sogno d’infanzia che si è tramutato in realtà. Lui stesso afferma che la realizzazione di The Source, è stata la migliore creazione artistica di tutta la sua vita. E, trattandosi di Allen, non è una dichiarazione casuale: ha 77 anni e almeno 50 di carriera alle spalle. Il sassofonista Yann Jankielewicz, che ha suonato al suo fianco per quasi un decennio, osserva: “Tony non ha mai suonato la batteria come questa volta. Non ha mai avuto tanta libertà, non ha mai avuto la stessa potenza di oggi”. € 15 intero / € 10 ridotto studenti – posto unico in piedi. Info: Music Pool 055 240397 – 050 28370 Pisa Jazz info@pisajazz.it Prevendite: www.eventimusicpool.itwww.ticketone.itwww.boxofficetoscana.it

CASCIANA TERME (PI)

Per Utopia del buongusto domenica 13 alle 21.30 presso il Teatro Verdi di Casciana Terme (PI) L’Ensamble Cameristico dell’Accademia musicale di Pontedera in Tributo a De André e PFM. 20 Musicisti, 2 cantanti e un narratore per ricreare l’incanto di una tournèe che è diventata un caposaldo nella musica leggera italiana.  Voci Natasha Naldini e Valentina Bagni, con i Maestri dell’Accademia. Diretto dal M° Giovanni Sbolci. Ingresso 12 euro.
Dalle ore 20:00 Cena convenzionata presso il Gran Caffè delle terme con menù fisso 15 euro. Info e prenotazioni 3280625881

LIVORNO

A partire da domenica 13 ottobre torna “Ospedali in Musica”, la stagione di musica in ospedale organizzata da A.Gi.Mus. Firenze – Livorno e Azienda USL Toscana Nord Ovest, che quest’anno festeggia l’importante traguardo della decima edizione. Ad inaugurare i concerti autunnali, alle 17 nella Hall al Secondo Piano del Palazzo di Amministrazione degli Spedali Riuniti (Viale Alfieri 36, ingresso libero) sarà il duo di viole da gamba formato da Bianca Cucini e Sofia Lora, entrambe parte della classe di viola da gamba di Bettina Hoffmann alla Scuola di Musica di Fiesole. Il programma proporrà un salto indietro nel tempo, alla scoperta dalla musica antica, sulle note di Montèclair, Schenk, Morkey, Forqueray, Marais.

AREZZO

Domenica 13 alle 21 al Teatro Petrarca Vivaldi – Le Quattro Stagioni, con Camerata Strumentale “Città di Prato”, Maestro concertatore e basso continuo Luigi Piovano, Solista Maria Grazia Raimondi; Sand Artist Giulia Rubenni, in arte GHIBLI. La sand art è una forma di espressione artistica che permette di creare forme, volti e storie senza tempo tramite l’utilizzo della sabbia, di un tavolo retroilluminato e delle mani dell’artista. Un’arte fatta di granelli di sabbia e fantasia. La musica amplifica le suggestioni suscitate dalle mani che danzano tra ombre e luci. Disegni sorprendenti che si plasmano via via, uno sull’altro, in un crescendo di stupore ed emozione. Biglietti Platea 15 euro
Palchi I-II-III ordine 10.00 euro Offerta speciale studenti IV ordine biglietto simbolico 1 euro. Info e vendita biglietti: Fondazione Guido d’Arezzo 0575 356203. Circuito Online: TicketOne. Info sulla stagione: 0575 356203; info@fondazioneguidodarezzo.com

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,