Cosa fare di giorno e di sera

Week end 19-20 ottobre a Firenze e in Toscana: spettacoli, eventi, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

FIRENZE

Maggio Musicale – Al Teatro del Maggio Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui 1) sabato 19 alle 15.30 torna in scena «Carmen», l’opera-comique in quattro quadri di Georges Bizet, su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée. Al suo debutto alla guida dell’Orchestra e del Coro del Maggio c’è il giovane Sesto Quatrini; Carmen è Marina Comparato; biglietti da 10 a 100 euro, in vendita anche sul sito del Teatro; sconti molto consistenti attraverso la Scuola di musica di Fiesole. Domenica 20 alle 15.30 terza e penultima recita di «Fernand Cortez» di Gaspare Spontini nella versione originale del 1809, mai vista in tempi moderni; nuovo il suggestivo allestimento, realizzato in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi. A dirigere l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino e il corpo di ballo della Compagnia Nuovo BallettO di ToscanA c’è lo specialista Jean-Luc Tingaud; regia di Cecilia Ligorio. Dominano il cast Alexia Voulgaridou (ottima amazilly) e Dario Schmunck (Cortez). Biglietti da 15 a 120 euro, in vendita anche sul sito del Teatro del Maggio.

Angela HewittAmici della Musica – Per la stagione degli Amici della Musica sabato 19 alle 16 al Teatro della Pergola (via della Pergola 18) domenica 20 e lunedì 21 alle 21 due tappe del ciclo Odissea Bach, con l’acclamata pianista canadese Angela Hewitt. In programma le sei Suite inglesi, ma non solo: ci sono anche la curiosa Sonata in re maggiore BWV 963, opera di un compositore ventenne, e uno dei numerosi Preludi e Fughe (specialità per tastiera di casa Bach), ovvero il Preludio e Fuga in la minore BWV 894. Biglietti Box Office e TicketOne, anche online.

Fiorella Mannoia – Sabato 19 alle 20.45 al Teatro Verdi (via Ghibellina 99) seconda data autunnale fiorentina del «Personale Tour» di Fiorella Mannoia. Biglietti punti vendita Box Office Toscana (tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it.

Florence Biennale Ha preso il via la XII edizione di Florence Biennale – Mostra internazionale di arte contemporanea e design. Nel Padiglione Spadolini della Fortezza da Basso di Firenze, fino a domenica 27 ottobre si potranno ammirare le opere di ben 747 espositori (484 artisti e 263 designers) provenienti da 78 paesi di cinque continenti. Molto nutrito anche il programma degli appuntamenti in calendario. Sabato 19 il pubblico potrà visitare la mostra dalle 10 alle 22; il biglietto d’ingresso costa 10 euro, ma sono previste numerose riduzioni (a tale proposito si può consultare la pagina web www.florencebiennale.org/convenzioni/); possibile anche il biglietto-aperitivo.

Caveman – Sabato 19 alle 21 al Teatro Puccini (Via delle Cascine 41, 055.362067, www.teatropuccini.it) il Teatro Verdi di Firenze presenta Maurizio Colombi in «Caveman – l’uomo delle caverne» di Rob Becker, regia di Teo Teocoli, musica dal vivo eseguita dalla Cave Band. Diciassettesima replica per la sesta stagione sul consueto palcoscenico del Teatro Puccini, da dove è partita la prima data nel novembre del 2014. Merito dell’esilarante testo sui fatti e misfatti della vita di coppia. Il monologo più longevo nella storia di Broadway è stato scritto da Rob Becker nel 1995 ed è frutto di tre anni di studi di antropologia, preistoria, psicologia, sociologia e mitologia. Esportato in 30 paesi nel mondo è già stato visto da oltre 10 milioni di spettatori. La versione italiana diretta da Teo Teocoli si afferma come una delle migliori interpretazioni, dalla quale hanno preso ispirazione numerose versioni estere. Questo sguardo preistorico alla battaglia dei sessi è uno studio umoristico che affronta le dinamiche di coppia e le incomprensioni tra uomo e donna con forte impronta ironica. Biglietti 22 / 18 euro.

Tebe a Rifredi – La stagione del Teatro di Rifredi si è aperta con «Tebas Land», pièce del franco-uruguaiano Sergio Blanco in prima nazionale, dopo l’anteprima al festival di Todi l’estate scorsa; traduzione di Angelo Savelli, che firma anche la regia; interpreti Ciro Masella e Samuele Picchi. Temi centrali, il parricidio e la paternità, ma non solo. Lo spettacolo, a posti limitati (con gli spettatori sul palco),  resterà in scena fino a domenica 27 ottobre. Sabato 19 ore 21, domenica 20 ore 16.30. Biglietti 16 / 14 euro.

Cestello – Inaugura sabato 19 alle 20.45 la stagione 2019/2020 del Teatro di Cestello in San Frediano col debutto del nuovo spettacolo di Francesca Nunzi «Le Deecadute» ovvero “La caduta delle Dee”, in replica domenica 20 ore 16.45. La bella attrice romana torna dopo i successi della scorsa stagione al Teatro Verdi (protagonista nella commedia musicale “Aggiungi un posto a tavola”) in un brillante one woman show dove comicità, poesia e canzoni dal vivo, scritte da Marco Petriaggi,  si intrecciano, per raccontare la femminilità, attraverso gli stereotipi rappresentati dalle divinità classiche, finalmente smitizzate e umanizzate. Le nostre Dee infatti, ormai in declino, non più adorate né ricordate da nessuno, sono costrette ad affrontare una nuova condizione mortale, che le mette davanti, come tutti, al tempo che passa. Un varietà scoppiettante per ripassare un po’ di mitologia e ricordare che una donna, per essere unica, non ha bisogno di essere “divinizzata”. Prenotazioni 055.294609.

Suoni riflessi – Per la XVII edizione del festival «Suoni riflessi» in Sala Vanni (Piazza del Carmine 19; dettagli su www.suoniriflessi.it.) curiosa matinée musicale, domenica 20 alle 11, all’insegna di danze di varie epoche, fra cui anche una rivisitazione di Purple Haze di Jimmy Hendrix: “Rococorock”, curata e introdotta dal rettore dell’Università di Firenze Dei, brillante divulgatore musicale, ed interpretata dalla Camerata di Prato diretta da Mario Ancillotti, con Grazia Raimondi al violino, Francesco Giardino al clarinetto, Antonino Siringo al pianoforte e Mario Ancillotti anche al flauto. Danze di G. Ph. Telemann (Suite in la min per flauto e archi), W. A. Mozart (Sei Contraddanze K 609 per archi con flauto e tamburo), J. Strauss / A. Schönberg (Kaiserwaltz per quintetto d’archi, fl , cl, pf), B. Bartok (Danze Rumene per orchestra da camera), I. Stravinskij (Tre danze da “Suite dell’Histoire du soldat” per vno, cl, pf) e J. Hendrix / D. Schnyder (Purple Haze Variations per archi). Biglietti 12 / 8 uro, in vendita circa mezz’ora prima dell’inizio. Per prenotare: 055-699223, amicisuoniriflessi@gmail.com. Chi ha la card di Rete Toscana Classica ha diritto alla riduzione. www.suoniriflessi.it.

A Jazz Supreme – La rassegna A Jazz Supreme, diretta da Fernando Fanutti del Musicus Concentus e dal pianista Simone Graziano, terza edizione, si inaugura sabato 19 alle 21.15 con il trio Aarset/Rabbia/Petrella, sul palco della Sala Vanni per presentare l’album “Lost River”. Il batterista Michele Rabbia ed il chitarrista Eivind Aarset hanno già più volte suonato in duo, e Rabbia ha collaborato con il trombonista Gianluca Petrella in altri contesti, ma questo album segna una prima assoluta per il trio. Biglietti numerati in prevendita 13€+dp // Biglietti numerati interi alla porta 20€ Biglietti ridotti 20% alla porta (se disponibili) per soci Arci, soci Coop e under 25 Prevendite Circuito Box Office Toscana e TicketOne

La democrazia del corpo – Week end ricco a Cango (via Santa Maria 15), dove sabato 19 alle 21 Claudia Castellucci e Chiara Guidi, cofondatrici della Societas, sono protagoniste della lettura drammatica «Il regno profondo. Perché sei qui?» Motore su cui tutto ruota è la generazione continua di domande insaziate da provvisorie risposte, comprese quelle fornite dalla religione, che pure è scienza del definitivo. Il carattere scettico e vedovile del dialogo rifluisce in un mare comico che lascia perplessi (biglietti: 12 € / 10 €, prenotazione consigliata: tel. 055 2280525). Domenica 20 alle 21 sale sul palco NADA, protagonista insieme ad Andrea Mucciarelli (giovane chitarrista della scuola jazz/blues senese) del concerto «Parole che si cantano anche». La serata raccoglie i più grandi successi della cantante livornese, brani classici della tradizione popolare, canzoni di oggi di cui Nada è autrice di musica e parole e brani dell’ultimo premiatissimo album «È un momento difficile, tesoro», nella cinquina quale miglior album e miglior canzone al Premio Tenco 2019 e Premio Lunezia per i migliori testi 2019 (biglietti: 20 € / 15 €. Prenotazione consigliata: tel. 055 2280525).

Quartetto Cherubini – Domenica 20 alle 21 c’è il Quartetto Cherubini in concerto a S. Stefano al Ponte (piazza S. Stefano, 3), per la rassegna Concerti della Liuteria Toscana. Due violini costruiti a quasi un secolo di distanza da Luigi ed Ettore Cavallini, una viola plasmata da Dario Vettori e un violoncello più recente, uscito dal laboratorio di Claudio Arezio. Sul palco Daria Nechaeva e Neri Nencini ai violini, Marco Gallina alla viola e Leonardo Ascione al violoncello. In programma due pagine note del catalogo mozartiano, “Adagio e fuga in do minore per quartetto d’archi, K 546” e “Quartetto per archi n. 18 in la maggiore, K 464”. E poi, il capolavoro “Il re degli Elfi” di Franz Schubert, dalla ballata di Goethe, nella trascrizione per archi, e l’elegia “Crisantemi” Giacomo Puccini. Ingresso 10 euro

GAMOSabato 19 alle 18 presso la Pinacoteca del Pontormo, alla Certosa del Galluzzo, la nuova produzione GAMO coglie a piene mani dal repertorio dei giovani compositori con “Ritratti”, concerto dedicato alle composizioni di Daniela Fantechi e Fabio Massimo Capogrosso, entrambi classe 1984. Protagonisti in musica saranno ancora una volta gli interpreti del GAMO Ensemble: il soprano Elisa Prosperi, la pianista Ilaria Baldaccini, i violiniste Alberto Bologni e Marco Facchini, le viole Carmelo Giallombardo e Camilla Insom, i violoncellisti Michele Marco Rossi e Alice Gabbiani, al flauto Sara Minelli. Ingresso €7; ulteriori informazioni www.gamo.it

European Social Sound 4U – Sabato 19 dalle 21.30 all’Auditorium Flog (via Mercati 24b), sarà Giancane, ironico e pungente cantautore romano, l’ospite della finale regionale dell’ European Social Sound 4U, il concorso interregionale per band emergenti organizzato da Regione Toscana con il Fondo Sociale Europeo e Giovanisì per far conoscere le opportunità dell’Europa per i giovani. Quattro i finalisti: Bangcock; Emma Morton & the Grace; Flame Parade e O:odal. La giuria è composta da Alessandro Nutini, storico batterista della Bandabardò; Nicola Vannini, fondatore di Audioglobe; Tommaso Novi, pianista e compositore, Giustina Terenzi, giornalista, conduttrice radiofonica e dj, a Controradio dal 1998, e Giuseppe Barone, musicista, produttore, sound engineer, responsabile della programmazione musicale di Controradio, direttore artistico del Rock Contest. A presentare la serata il musicista Francesco D’Elia e l’operatore culturale Michele Baldini. Ingresso libero.

Careggi in musica – Domenica 20 alle 10.30, nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, Firenze), tornano i concerti della stagione “Careggi in Musica”, stagione di musica in ospedale nata nel 1999 da un’idea di A.Gi.Mus. Firenze in collaborazione con Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi. Per il concerto di inaugurazione si esibirà in concerto il duo formato da Luca Provenzani al violoncello (Primo violoncello dell’ORT – Orchestra della Toscana) e Fabiana Barbini al pianoforte (concertista e docente) che festeggiano 25 anni del loro duo, con un programma con musiche di Beethoven, Fauré, Shostakovich.

Rap alla villa – Sarà Dutch Nazari il protagonista dell’evento “Parole in tutte le direzioni”, sabato 19 dalle 18.30 a Villa Bardini (accesso da Costa San Giorgio 2; ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su Eventbrite). Si tratta dell’ultimo appuntamento del 2019 con i Talk a Villa Bardini, il progetto della Fondazione CR Firenze in collaborazione con Associazione Culturale Wimbledon e Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e che per questo ultimo evento di stagione vede anche la collaborazione di Edera Rivista e Teatro Bella Storia. Una vera e propria intervista in musica su terrazza scenografica, per scoprire la poetica di uno dei rapper italiani rivelazione del 2019. Dutch Nazari leggerà i testi delle sue canzoni e risponderà alle domande dei ragazzi di Edera.

La duchessina – A Le Murate. Progetti Arte Contemporanea (Via dell’Agnolo) domenica 20 alle 15 e alle 16.30 primo dei tre appuntamenti teatrali per evocare gli anni in cui la giovane Caterina de’ Medici risiedette presso il convento della SS. Annunziata delle Murate. La “duchessina” infatti, come veniva chiamata nella sua giovinezza in quanto figlia di Lorenzo Duca d’Urbino, venne trasferita dal convento femminile di Santa Caterina a quello delle Murate nel 1527 e qui soggiornò, sotto la custodia della badessa e delle monache, fino a quando Firenze non vide la conclusione dell’assedio e la restaurazione del potere mediceo nel 1530. Ingresso gratuito.

Lumière – Sabato 12 alle 20.45 al Teatro Lumière (via di Ripoli 231) si inaugura la stagione con «Il bivio» di Giacomo Cassetta, vincitore del Premio Internazionale Salvatore Quasimodo 2018 per il teatro. Biglietti: 14 euro, ridotto (under 18, over 65 e soci Coop) 12.

Staffetta Bartali – Domenica 20 terza edizione della Staffetta Bartali. L’evento, organizzato da UISP Firenze, partirà da Piazza Duomo a Firenze (ore 9), si pedalerà in gruppo per 15 km per arrivare fino al Museo Bartali a Ponte a Ema. Tappa alla Sinagoga in Via Farini dove il Rabbino consegnerà al capostaffetta una pergamena rievocativa della documentazione che Bartali usava inserire nel telaio della propria bicicletta. Al termine della pedalata la pergamena verrà consegnata al museo Bartali di Ponte a Ema. Il ritrovo è fissato alle 8.30 in piazza Duomo. L’iscrizione è gratuita e comprende il gadget dell’evento. La kermesse è patrocinata dai comuni di Firenze e di Bagno a Ripoli e dalla Regione Toscana.

Jobbando run – Domenica 20 Jobbando Run: ritrovo alle 8.30 in piazza Ravenna con partenza alle 9.30. Tutti possono partecipare all’evento sportivo: podisti, atleti, corridori della domenica, famiglie con bambini e cani che vogliono semplicemente passeggiare. Il percorso di 4 km compreso fra il ponte da Verrazzano e il ponte di Varlungo può essere ripetuto fino a 2 volte in modo da percorrere 8 km. La quota d’iscrizione è di 10 euro, in regalo per i primi 350 iscritti la maglietta tecnica. Il costo della bandana per gli amici a 4 zampe è di 3 euro. Per informazioni e iscrizioni info@lorenzoguarnieri.com oppure run@jobbando.org. Il ricavato dell’evento sportivo avrà finalità benefiche: sarà infatti utilizzato in parte per una borsa di studio legato al problema della sicurezza dei lavoratori in itinere e in parte per rendere i parchi di Anconella, Albereta e Bellariva più inclusivi a chi ha abilità limitate.

Festa del Volontario – L’autunnale appuntamento con il volontariato nel Q5 è in programma per domenica 20 dalle 8 del mattino a sera, alla Misericordia di Rifredi (via delle Panche). Dalle 8.30 donazione del sangue promossa dal Gruppo Fratres in sede (informazioni e prenotazioni donatori.sangue@misericordiarifredi.org); dalle 15 si potranno visitare i servizi, ammirare il volteggio dei drappi e le coreografie degli Sbandieratori e dei Musici della Signoria, fare una merenda itinerante e, al calar della sera assistere ad un’incursione dei Florence Knights -Star Wars Fun Club Firenze.

Florence Queer Festival – Fino a domenica 20 il cinema La Compagnia ospiterà le proiezioni del Florence Queer Festival, l’evento che tocca le tematiche Lgbti.

Tenax – Non più solo il sabato con Nobody’s Perfect al Tenax (via Pratese 46, apertura porte ore 22:30, ingresso riservato ai maggiorenni), ma la domenica nuova iniziativa riservata ai teenager dai 13 ai 17 anni. Dalle 14.30 in poi si balla senza fermarsi mai, senza alcol e preferibilmente senza il telefonino. E stavolta l’ingresso è “vietato” ai maggiorenni. Ingresso in lista (prenotazione online): 12 € con drink analcolico incluso – tavolo 17 € con guardaroba e drink.

Villa La Quiete, riprendono le visite guidate – La Villa sarà visitabile tutti i fine settimana, fino al 3 novembre. Le visite si svolgeranno a settembre in due turni il sabato e la domenica alle 15 e alle 17; da ottobre un turno di visita il sabato e la domenica alle 15. Villa La Quiete, via di Boldrone, 2 – Firenze. Organizzazione: Sistema Museale di Ateneo (SMA). Per informazioni: 0552756444. Nel mese di settembre la Villa sarà visitabile il sabato e la domenica, alle ore 15 e alle ore 17. Nel mese di ottobre e nel primo fine settimana di novembre sarà organizzato un unico turno di visita, alle ore 15.La Villa è visitabile solo su prenotazione e con visita guidata gratuita.

Mostre – Fino al 2 febbraio 2020 al piano terreno del Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Piazza della Santissima Annunziata, 9b; orario: martedì-venerdì 8.30-19, sabato, domenica e lunedì 8.30-14) c’è «Mummie. Viaggio verso l’immortalità», con oltre 100 reperti provenienti dai magazzini del nostro Museo Archeologico, il secondo in Italia per importanza dopo quello di Torino (e il decimo in tutto il mondo). La mostra, che illustra il rapporto degli Egizi con il mondo dell’Aldilà, viene da un lungo tour in Europa e in Cina. Da un’idea di Maria Cristina Guidotti, direttrice della sezione egizia, che ha studiato le mummie, restaurato numerosi pezzi e scoperto la bellezza di un sarcofago come quello del sacerdote Padimut, con la ricca decorazione delle dinastie XXI e XXII (1069-656 a.C.). La statua del sacerdote Henat, che indossa una veste di foggia persiana, testimonia il dominio sull’Egitto dell’Impero Persiano (525-404 a.C.); ci sono amuleti, scarabei e vasi canopi per conservare gli organi del defunto, gioielli, cesti e vassoi di fibra vegetale che sembrano intrecciati oggi, la cassetta dipinta che ospitava gli ushabti (piccole statue del corredo funebre) dello scriba Nekhtamontu vissuto nel Nuovo Regno (1559-1070 a.C.). Da una testa mummificata attraverso la TAC è stato possibile ricostruire il volto.

A Palazzo Strozzi c’è «Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie, tra Gauguin, Matisse e Picasso». Fino al 12 gennaio 2020.

Al Museo Novecento (Piazza Santa Maria Novella) c’è “Nel Novecento. Da Modigliani a Schiele da De Chirico a Licini”, aperta dal 12 luglio al 17 ottobre. La mostra è curata da Saretto Cincinelli e Stefano Marson. Raccoglie 42 disegni di artisti italiani e stranieri del XX secolo di proprietà della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, in una sorta di dialogo tra il museo fiorentino e quello romano attraverso la figura di Alberto Dalla Ragione.

A Firenze, a Palazzo Antinori, dal 19 settembre al 10 novembre 2019 c’èla mostra La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini, al piano nobile; curata da Elisabetta Matteucci e da Silvio Balloni, giunge a dieci anni di distanza dall’ultima mostra su Telemaco Signorini a Padova; al centro il rapporto tra padre e figlio e il loro legame con Firenze, per entrambi indissolubile.

A Villa Bardini c’è Enigma Pinocchio. Da Giacometti a La-Chapelle, mostra curata da Lucia Fiaschi e interamente dedicata alla creatura di Collodi, Pinocchio. Da Giacometti a LaChapelle, da Munari a Paladino, da Calder a Ontani, da McCarthy a Venturino Venturi. Fino al 22 marzo. Orario: tutti i giorni 10-19, chiuso lun Info: 055.20066233 www.villabardini.it

La Collezione Roberto Casamonti allestita al Piano Nobile di Palazzo Bartolini Salimbeni (Piazza di Santa Trinita, 1), storico edificio rinascimentale opera di Baccio d’Agnolo, si rinnova totalmente con l’obiettivo di presentare e mettere a disposizione dei visitatori il fior fiore dell’ampia Collezione personale, raccolta dal noto gallerista fiorentino in 40 anni di appassionate ricerche. Nel primo anno sono stati esposti i capolavori della prima metà del Novecento, accolti con notevolissimo interesse da pubblico e critica. Ad essere rivelata è l’arte della seconda parte del secolo a partire dalla fine dagli anni Sessanta. www.collezionecasamonti.com

Negli spazi della Galleria Poggiali di Firenze (Via della Scala, 35/A e Via Benedetta, 3r) c’è la mostra di Claudio Parmiggiani dal titolo «A cuore aperto», a cura di Sergio Risaliti. Nato a Luzzara (RE) nel 1943, Parmiggiani è uno tra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea internazionale e, dopo la prima personale in un museo americano al Frist Art Museum di Nashville, propone un gruppo di sue opere in un progetto appositamente concepito per la galleria fiorentina, per quella che è la sua prima vera personale a Firenze. La mostra, che è a ingresso libero, proseguirà fino al 29 ottobre.

Ultimi giorni, al Forte Belvedere, per visitare A perfect day di Massimo Listri e My land di Davide Rivalta. Le due mostre, ideate da Sergio Risaliti, promosse dal Comune di Firenze e organizzate da Mus.e, resteranno infatti aperte fino al 20 ottobre. Per l’occasione, sabato 19 e domenica 20, si terranno le ultime visite guidate, che consentiranno al pubblico di vedere, oltre alle esposizioni, anche il Forte di Belvedere. Le visite, che si svolgeranno sabato nel pomeriggio (ore 16.30 e ore 18) e domenica mattina (ore 11.00 e ore 12.30), daranno anche la possibilità di scoprire la “stanza del tesoro”, un luogo segreto in cui era custodito il tesoro di famiglia dei Medici, realizzato in prossimità di un profondo pozzo scavato nella collina in corrispondenza della palazzina centrale e visitabile per la prima volta.

A Fiesole fino al 30 ottobre alla Sala Toniolo in Piazza Mino mostra di artisti fiesolani «Per Leonardo». Inaugurazione domenica 20 alle 17.30.

Nel Complesso museale della Pieve di San Pietro in Bossolo, a Tavarnelle Val di Pesa (FI), mostra di sculture “Colli rugosi e case sospese. Le impervie vedute di Adriano Bimbi”, curata da Antonio Natali, già Direttore della Galleria degli Uffizi. L’esposizione, che proseguirà fino al 1° dicembre 2019, è organizzata dall’Associazione Amici del Museo e dalla Proloco di Tavarnelle Val di Pesa, patrocinata dall’Unione Comunale del Chianti e sponsorizzata da Chianti Banca. Visitabile durante i fine settimana con ingresso libero, propone all’attenzione del pubblico una selezione di opere di Adriano Bimbi realizzate tra il 1983 e il 2019; si tratta di bronzi – paesaggi in miniatura sospesi – che poi l’artista colora oppure qua e là copre di foglia d’oro, come si faceva in antico.

Al Palazzo Blu di Pisa è in corso Maestri del Futurismo. Le opere più significative del Futurismo, movimento artistico nato ufficialmente nel 1909 col Manifesto di Marinetti, si ritrovano nella mostra curata da Ada Masoero. Fino al 9 febbraio 2020.

SESTO FIORENTINO

Al Teatro della Limonaia sabato 19 ore 21 The dead dogs di Jon Fosse, traduzione Thea Dellavalle, progetto e regia Dellavalle/Petris, con Alessandro Bay Rossi, Giusto Cucchiarini, Federica Fabiani, Luca Mammoli, Irene Petris, suono Claudio Tortorici con la partecipazione di GUP Alcaro, luci Paolo Pollo Rodighiero, produzione La Corte Ospitale, Dellavalle/Petris con il sostegno di Sementerie Artistiche, in collaborazione con Centro Teatrale MaMiMo’; spettacolo vincitore Forever Young 2017/2018 – La Corte Ospitale; sabato 19  ore 22.30 Mare di Jon Fosse a cura di Dimitri Milopulos con Alessandro Baldinotti, Alessandra Bedino, Daniele Bonaiuti, Roberto Gioffrè, Fabio Mascagni, Giulia Weber. Mise en espace – prima assoluta in italiano. Sei personaggi su una barca in mezzo al mare,che forse c’è e forse no,ci raccontano con un testo estremamente aperto e ridotto all’essenziale l’essere umano con tutte le sue contraddizioni e indeterminazioni. La paura o la meraviglia di scomparire. Domenica 20 ore 21 Intercity Eppur rimane (un gioco serio) di e con Teresa Fallai, musiche ed effetti sonori Vanni Cassori . Progetto regionale Passaggi a Nord-Ovest nell’ambito dell’art.43 del D.M. 27/07/17 . Questo studio è l’esperimento di un viaggio, un percorso quasi in punta di piedi dentro il mondo poetico ricco e sfuggente, luminoso e oscuro di Jon Fosse, in forma di lettura mise en espace. A seguire The Island, ispirato a “Io sono il vento” di Jon Fosse, a cura di Tommaso Carli con Mario Salvaderi e Serena Di Mauro. Biglietti: € 15 biglietto intero € 12 biglietto ridotto (Tessera Arci, Coop e Feltrinelli) € 5 Studi/mise en espace.

SCANDICCI (FI)

Che cos’è un diritto? Come viene tutelato? Con «Sconcerto per i diritti» la compagnia ErosAntEros, in prima nazionale al Teatro Studio ‘Mila Pieralli’ di Scandicci sabato 19 alle 21 e domenica 20 alle 16.45, mostra ombre e ambiguità delle nostre democrazie. In scena, Silvia Pasello e Agata Tomsic danno corpo, dialogando, discutendo, alle voci della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo, alla base della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e delle legislazioni dei suoi Stati membri. Posto unico 12 euro. Dettagli www.teatrodellatoscana.it

CERTALDO (FI)

A Palazzo Pretorio domenica 20 alle 17 concerto di alcuni artisti del Maggio Musicale Fiorentino eseguiranno famose arie d’opera e romanze. Soprano: Carmen Buendia, mezzosoprano: Marta Pluda, baritono: Min Kim, pianoforte: Claudio Capretti. Ingresso libero.

SAN PIERO A SIEVE (FI)

Sabato e domenica Festa del marrone.

PRATO

Sabato 19 alle 21 al Teatro Politeama Pratese (Via G. Garibaldi 33, tel. 0574 603758; www.politeamapratese.com) Arteinscena, laboratorio di Musical diretto da Simona Marchini, in «Little Italy – The musical»; spettacolo è un omaggio al celebre quartiere di New York che ha accolto negli anni passati tanti giovani speranzosi nel sogno americano. Una storia che insegna a non demordere mai e a credere sempre nei propri sogni. Realizzato dagli allievi del laboratorio di musical  con la collaborazione degli insegnati della scuola Ranko Yokoyama, Stefano Simmaco e Luca Spadaro per le coreografie, Sandra Garuglieri e Ilaria Cristini per la recitazione, insieme ad Alessandro Campone per il canto. Dialoghi a cura di Manuela Critelli. Ingresso euro 15.

PESCIA (PT)

Gustosa rarità musicale al Teatro Pacini (Piazza San Francesco): sabato 19 alle 21 va in scena «L’empio punito», dramma per musica in tre atti (1669) di Alessandro Melani, libretto di Filippo Acciaiuoli e Giovanni Filippo Apolloni da «El burlador de Sevilla» di Tirso de Molina. Orchestra Auser Musici diretta da Carlo Ipata; interpreti principali: Acrimante: Raffaele Pe, Atamira: Raffaella Milanesi, Ipomene: Roberta Invernizzi, Bibi: Giorgio Celenza, Delfa: Alberto Allegrezza. Nuovo allestimento del Teatro di Pisa. Coproduzione Teatro di Pisa, Associazione Teatrale Pistoiese – Centro di Produzione Teatrale. Info 0573 991609 – 27112; biglietti da 5 a 20 euro, riduzioni per gli abbonati della Stagione Teatrale del Teatro Manzoni, del Teatro Pacini e della Stagione Sinfonica Promusica. Il giorno dello spettacolo prevendita anche al Teatro Pacini di Pescia dalle ore 17. È previsto, da Pistoia a Pescia e ritorno, un servizio navetta gratuito riservato agli abbonati del Manzoni e della Sinfonica.

BUTI (PI)

Sabato e domenica Sagra della castagna.

LUCCA

Al Teatro del Giglio domenica 20 alle 16 va in scena «Tosca» di Giacomo Puccini. Tosca è interpretata da Daria Masiero, Mario Cavaradossi avrà la voce del tenore spagnolo Enrique Ferrer Pantoja, già noto al pubblico lucchese come Dick Johnson nella Fanciulla del West di due anni fa. Nel ruolo del perfido Scarpia, il baritono Leo An. In buca l’Orchestra della Toscana (ORT) diretta da Marco Guidarini. Il nuovo allestimento, in coproduzione con i teatri di Pisa e Livorno, è a firma di Ivan Stefanutti per regia, scene e costumi.

Le Conversazioni in San Francesco 2019, promosse dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, quest’anno dedicate al tema “Conquiste. Rivoluzioni oltre i muri”, proseguono sabato 19 con una matinée per le scuole.  Alle 10 nella Chiesa di San Francesco si terrà un incontro tra narrazione e musica, dal titolo ‘Un canto per l’Europa: oltre le frontiere’. Il giornalista e scrittore Paolo Rumiz con il Maestro Igor Coretti Kuret racconterà la storia di ESYO, European Spirit of Youth Orchestra, insieme ad alcuni ragazzi che ne fanno parte. L’orchestra, fondata nel 1994 dal triestino Igor Coretti Kuret, è un progetto unico nel panorama internazionale, composta esclusivamente da giovanissimi musicisti (tra gli 11 e i 18 anni) selezionati nei Conservatori e nelle Scuole di musica di 21 paesi europei.

LIVORNO

Per Utopia del buongusto sabato 19 alle 21.30 presso il Nuovo Teatro delle Commedie di Livorno Guascone Teatro in «Amerikaos» di e con Andrea Kaemmerle e la Raskornika orchestra. La storia di 5 scalcinatissimi piccoli criminali, in fuga per un piccolo crimine commesso, che tentano di conquistare l’AMERICA. Tutta la comicità di Kaemmerle, il suo umorismo cattivo e cialtrone, con la spinta del blues anni ‘20 sono ingredienti incendiari di una serata magica, frizzante e poetica. Ingresso 8 euro Alle ore 20 nel  foyer del teatro sarà possibile gustare una deliziosa cena in compagnia dei ragazzi del teatro. Menù fisso 12 euro.Info e prenotazioni 3280625881.

VIVO D’ORCIA (SI)

A Vivo D’Orcia (frazione di Castiglione) domenica 20 alle 16.30 c’è il Palio del boscaiolo, con sfida a colpi d’accetta (sul legno) e paiolate di polenta.

SIENA

Fino al 27 ottobre resta scoperto il magnifico pavimento del Duomo, visibile solo per due mesi all’anno. Dettagli, prenotazioni e biglietti su https://operaduomo.siena.it/it/luoghi/pavimento/

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: