La tesi degli architetti

Sicurezza Piazza stazione: ordine architetti chiede di riaprire tutti gli spazi

di Redazione - - Cronaca, Economia

FIRENZE – La cancellata che delimita l’Esedra della Palazzina Reale e che costeggia piazza Stazione e via Valfonda era nata per essere provvisoria, un presidio per la sicurezza: «ora questo presidio può essere rappresentato dalla Palazzina Reale stessa e dalle attività aperte a tutti i cittadini che vengono organizzate al suo interno, ma abbiamo bisogno della collaborazione di tutti»: a dirlo sono Ordine e Fondazione Architetti Firenze, che hanno organizzato un incontro con rappresentanti di Comune, Soprintendenza, Firenze Fiera, Confesercenti e Fondazione Michelucci, e a cui era stata invitata a partecipare anche Grandi Stazioni.

Incontro nel corso del quale sono emerse le criticità che riguardano la zona, a partire da quella della sicurezza. «Non sono le recinzioni e le chiusure a poterla garantire, bensì l’utilizzo reale degli spazi da parte dei cittadini, le relazioni, l’accessibilità e la vivibilità, la varietà dell’offerta culturale. Altre soluzioni rischiano solo di creare situazioni di degrado», spiega la presidente della Fondazione Architetti Firenze Colomba Pecchioli.

Un’altra questione emersa nel corso della discussione è stata quella dell’accesso alla zona della Stazione dall’area della Fortezza e di piazzale Montelungo da quando è stato chiuso il passaggio lungo il binario 16. «Il nuovo percorso che è stato creato non è adeguato, non può essere questo il biglietto da visita per chi arriva a Firenze», è stato segnalato: da qui la richiesta di trovare una soluzione per risolvere la questione.

 

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: