Il parere del rottamatore

Autostrade: Renzi e Italia Viva contrari alla revoca della concessione

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

ROMA – Italia Viva non si scosta dalle sue posizioni. Sulla revoca delle concessioni «abbiamo già votato contro in Cdm. Voteremo contro in Parlamento. Perché punire chi ha sbagliato sul Morandi o altrove è sacrosanto. Fare invece leggi improvvisate che fanno fuggire gli investitori internazionali è un assurdo». Lo ha detto il leader della formazione politica, Matteo Renzi, in un’intervista al Messaggero. «Fare trattative segrete e magari liquidare con miliardi di euro Autostrade sarebbe ridicolo. Se sono colpevoli li paghi? Alla fine si arriverebbe al paradosso che pur di far vincere una battaglia di immagine ai 5Stelle, gli italiani dovrebbero pagare loro miliardi ai Benetton».

Intanto l’Ad di Autostrade, Roberto Tomasi ha affermato, rivolto al Governo che «la revoca avrebbe gravi conseguenze anche per decine di migliaia di risparmiatori, oltre che per 7 mila dipendenti e per l’indotto». Tomasi quindi auspica «una giusta soluzione negoziale, un accordo che coniughi l’interesse pubblico, i diritti di chi fa impresa e lo Stato di diritto».

Anche se il tempo stringe e il Governo potrebbe prendere una decisione sulla revoca in uno dei primi cdm dopo la Befana. Intanto, nell’ambito del confronto avviato col Mit, dopo aver anticipato gli investimenti in manutenzione e dato impulso al piano di controllo delle gallerie, Autostrade ha attivato anche un piano straordinario per la A14, dove durante i rientri dalle festività è previsto traffico intenso anche a causa dei viadotti sequestrati dall’autorità giudiziaria.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: