Toscana, elezioni regionali: Giani e la Sinistra, prove di intesa

Eugenio Giani, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Toscana

FIRENZE – Tira un po’ la corda, la Sinistra, ma allo stesso tempo tratta con Eugenio Giani. Il motivo è ovvio: da sola, la Sinistra capitanata da Simone Siliani e compagni non avrebbe molti margini di manovra. «E’ stato un incontro interlocutorio ma positivo». Così Eugenio Giani, presidente del Consiglio toscano e candidato governatore per il centrosinistra alle regionali, parlando con i giornalisti al termine di un incontro con Sinistra italiana, Articolo 1 e 2020 a sinistra. Le tre forze, decideranno se e come sostenere Giani in occasione dell’assemblea del 18 gennaio.

Giani, durante l’incontro ha ricordato che questa area di sinistra non aveva sottoscritto il documento finale per la coalizione di centrosinistra, e che oggi «è stata la prima volta che il sottoscritto, come candidato presidente della coalizione, ha avuto uno scambio di idee, una possibilità di approfondimento dei vari temi. Quindi sotto questo aspetto, pur ritenendo quella di oggi una occasione interlocutoria, do una valutazione a mio giudizio positiva».

Giani ha spiegato che durante l’incontro «siamo entrati anche a fondo su alcuni temi ma non possiamo parlare nè di offerte nè di
risposte. Era un tentativo di trovare una lunghezza d’onda per affrontare i problemi, per poter mettere insieme una coalizione piu’ larga possibile, ben radicata anche a sinistra oltre che sul versante più moderato e riformista, per affrontare la competizione
elettorale col centrodestra a maggio».

2020 a Sinistra, Articolo 1, centrosinistra, pd, Sinistra Italiana


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080