Organizzata da Confdommercio

Versilia: oltre 350 stabilimenti balneari aperti un’ora per protesta contro il governo

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

VIAREGGIO – Oltre 350 stabilimenti balneari della Versilia – l’80% delle attività presenti sulle spiagge marine – ha partecipato stamani all’iniziativa avviata da Confcommercio e dalle associazioni balneari di Viareggio, Lido di Camaiore, Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi. Per un’ora gli stabilimenti balneari della Versilia sono rimasti aperti, senza alcun cliente all’interno, per protestare contro la mancata apertura per la fase 2 dell’emergenza coronavirus. A presidiare le spiagge da Viareggio a Forte dei Marmi, passando per Lido di Camaiore e Marina di Pietrasanta, si è presentato un rappresentante di ogni stabilimento balneare. Un flash mob simbolico in cui ogni operatore è rimasto a presidiare la battigia vuota con la tipica maglietta da salvataggio, il salvagente e la mascherina a protezione di bocca e naso.

L’iniziativa era stata preannunciata per protestare contro la mancata possibilità di ricominciare a lavorare con la fase 2 dell’emergenza coronavirus e per sensibilizzare le amministrazioni sul problema ancora non risolto per i bagni e le attività ricettive.
«Mentre Confesercenti andrà a consegnare tutte le chiavi delle attività commerciali in Municipio – ha spiegato il presidente dei balneari di Lido di Camaiore Marco Daddio – tutti i bagni della Versilia avviano questa simbolica protesta». Il motivo è simile a quello che muove i commercianti in questi giorni: con la fase due, avviata il 4 maggio, agli stabilimenti balneari non viene concessa la possibilità di iniziare l’attività, con la stagione ormai già avviata. «Ma al momento – spiega Daddio – non abbiamo nessuna certezza neanche su quando potremo riaprire, né su quali condizioni o accorgimenti dovremmo seguire. Una estrema incertezza che sta trasformando questa pandemia sanitaria in una vera e propria emergenza sociale ed economica». Le imprese del turismo versiliese chiedono di poter riaprire il prima possibile, garantendo ovviamente di rispettare tutte le norme di sicurezza sanitaria e di distanziamento sociale

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: