L'operazione condotta dai Carabinieri

Pontassieve: sei arrestati. Accusati di furto, ricettazione e spaccio di droga

di Redazione - - Cronaca, Top News

PONTASSIEVE – Erano accusati di furti in abitazione per trarre proventi da reinvestire nel traffico di stupefacenti. I carabinieri della compagnia di Pontassieve (Fi), coordinati dalla Procura della Repubblica di Firenze, ha smantellato una banda di ladri-spacciatori di origine albanese. I militari dell’Arma hanno dato esecuzione, questa mattina, 28 maggio, ad un provvedimento cautelare, disposto dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Firenze, Gianluca Mancuso, su richiesta della Dda, nei confronti di 6 indagati di nazionalità albanese ritenuti responsabili dei reati di furto, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso (per cinque è stata disposta la custodia cautelare in carcere e per uno il divieto di dimora nella provincia di Firenze).

Il provvedimento è stato emesso a conclusione delle indagini, dirette dal sostituto procuratore Giulio Monferini, che, iniziate dopo l’arresto in flagranza di un cittadino albanese per furto in abitazione in concorso e ricettazione a Pelago il 1° novembre 2018 e svolte, fino all’agosto 2019, dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pontassieve, hanno consentito di sgominare un sodalizio criminale composto da albanesi dediti a furti in abitazione nella provincia di Firenze (10 quelli scoperti), i cui proventi erano reinvestiti nell’acquisto di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti (cocaina e marijuana).

L’operazione è stata eseguita con il supporto delle compagnie di Signa, San Giovanni Valdarno e Firenze e l’ausilio di unità cinofile
per la ricerca di droga ed armi del Nucleo Carabinieri Cinofili di per la ricerca di droga ed armi del Nucleo Carabinieri Cinofili di
Firenze.

Tag:, , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: