Firenze: visite guidate gratuite al parco di Pratolino con «Fra arte e natura»

Il parco di Pratolino riapre il 25 aprile
Il parco di Pratolino riapre il 25 aprile
L’Appennino di Giambologna nel Parco di Pratolino

FIRENZE – Dal 26 giugno al 30 agosto visite guidate gratuite al Parco di Pratolino con «Fra arte e natura»: tre proposte per scoprire il Parco Mediceo di Pratolino, dalla storia di uno dei luoghi più suggestivi che si trovano alle porte di Firenze fino alle favole che si possono raccontare sul principe Francesco I e il suo giardino.

Le visite guidate sono gratuite, con prenotazione obbligatoria, organizzate con il sostegno di Unicoop Firenze e a cura di Sigma Csc e prenderanno il via venerdì 26 giugno. Da quella data ogni venerdì, sabato e domenica fino al 30 agosto sarà possibile visitare il Parco Mediceo seguendo tre itinerari. Le visite si terranno alle 17 il venerdì ed il sabato e alle 11 la domenica, i posti sono limitati (10 persone a gruppo) a causa dell’emergenza Covid-19.

La prima proposta per visitare il parco s’intitola «Storia della villa e del parco di Pratolino» e mira ad evidenziare le tappe fondamentali dalle origini alla progressiva strutturazione del complesso del Parco e della Villa medicea di Pratolino, dallo spirito rigoroso del Rinascimento fiorentino fino alla creazione di un giardino romantico. Fulcro dell’itinerario saranno gli elementi architettonici e scultorei che, seppur spesso rimaneggiati in epoche successive, rimangono a testimonianza della fase cinquecentesca del complesso: i resti delle antiche Scuderie e Stalle medicee, l’Osteria o Vecchia Posta, la Peschiera della Maschera, la Grotta di Cupido, la Grotta del Mugnone, l’ex Paggeria, la Cappella, il Colosso dell’Appennino, la Fonte di Giove. La sosta alla Grotta di Cupido, in particolare, aiuterà il visitatore a ricostruire mentalmente l’aspetto cinquecentesco del giardino, basato sul tipico connubio manierista tra natura reale e arte che imita artificiosamente la natura, e con l’acqua che rappresentava l’elemento centrale di tutto il complesso, sapientemente orchestrato da Bernardo Buontalenti per alimentare il capillare sistema di grotte, vasche, fontane, zampilli e congegni idraulici che animava l’intero giardino.

Il secondo itinerario, «Francesco I: la storia di un principe e di un sogno», si propone di ricostruire i caratteri fondamentali del complesso di Pratolino focalizzando l’attenzione sulla figura di colui che ne fu il committente e l’ideatore: Francesco I° de’ Medici. Per lui, il Parco fu un vero e proprio rifugio, il giardino dove arte e natura, gioco e artificio si intrecciavano creando magia e suggestioni, nonché luogo di svago privilegiato insieme all’amante Bianca Cappello. Anche in questo caso, filo conduttore dell’itinerario sarà l’elemento dell’acqua. L’itinerario si concluderà presso la colossale statua dell’Appennino del Giambologna, simbolo del parco ed emblema sia della cultura artistica manierista cinquecentesca che degli interessi personali del Principe, che amava ritirarsi a meditare e condurre le proprie sperimentazioni alchemiche in alcune stanze segrete poste al suo interno.

Per famiglie con bambini, indicativamente di età compresa fra 5 e 8 anni, è pensata invece la terza proposta: «La favola del principe e del suo giardino». Lungo il percorso che conduce all’Appennino del Giambologna i bambini con le loro famiglie, rievocando l’immagine dei principi protagonisti delle favole, impareranno a conoscere la figura principi protagonisti delle favole, impareranno a conoscere la figura di Francesco I de’ Medici. La visita sarà svolta in maniera interattiva, secondo un continuo confronto tra adulti e bambini sui contenuti forniti, trasformando il Parco in un luogo di condivisione di esperienze ed emozioni, uno spazio accogliente e vivo, un teatro di contaminazione culturale tra arte, storia e natura. La visita diverrà così un viaggio che parte dalle fiabe per arrivare a conoscere la storia di un vero principe e del suo parco, passando per l’emozione dei bambini di trovarsi al cospetto di un vero… gigante!

dopo il lockdown, Firenze, Giambologna, Parco di Pratolino, Rinascimento

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080