Da martedì 28 luglio, con prelazione per i vecchi abbonati

Firenze: al via la campagna abbonamenti per la Stagione 2020-2021 e per il Festival

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

FIRENZE – Parte martedì 28 luglio 2020, con la consueta prelazione riservata agli abbonati delle scorse stagioni fino al 4 settembre, la Campagna abbonamenti del Maggio Musicale Fiorentino per la Stagione 2020/2021 e per il prossimo Festival.

Cinque tipologie divise su tre turni, con la possibilità di ottenere molte combinazioni, componendo pacchetti diversi secondo i propri interessi e preferenze di posti.

Ci si può abbonare a un ciclo complessivo quello come denominato Première, che include tutte le opere e i concerti sia della stagione che del Festival (esclusi gli eventi straordinari) per un totale di 44 appuntamenti, o scegliere solo i cicli d’opera o i concerti sinfonici sia della Stagione che del Festival, oppure accorpare più eventi di diversa natura.

La stagione annunciata, che partirà con le recite di Rinaldo dal 7 settembre 2020 e terminerà con l’ultima recita di Don Giovanni il 30 luglio 2021 a chiusura dell’83esimo Festival del Maggio Musicale Fiorentino, conta 10 titoli d’opera offerti in abbonamento in Stagione, 4 nel Festival e 30 concerti sinfonici (20 in Stagione e 10 nel Festival, inclusi i due concerti delle prestigiose Orchestre ospiti), con artisti e direttori tra i più celebri al mondo del panorama lirico sinfonico.

Quattro le tipologie di abbonamenti: Opera Stagione, Sinfonica Stagione, Opera Festival, Sinfonica Festival, oltre al suddetto Première che li include tutti e che offre il rateo più conveniente; il tutto in tre turni: A, B, Matinée (per l’opera).

Come nella scorsa stagione, gli abbonamenti potranno essere combinati tra loro secondo i propri interessi, anche di posizionamento tra i sei settori di poltrone (quattro in platea, palchi e galleria) del teatro.

Si potrà quindi scegliere da un singolo tipo di abbonamento (per esempio solo Opera Stagione), oppure da più d’uno, anche da tutti e quattro nelle varie combinazioni possibili tra turni e posizionamento di poltrone. Sarà cioè possibile variare la scelta del proprio posto: ad esempio “platea 1” per le opere della Stagione e poi eventualmente indicare un altro settore come le altre poltrone di platea, i posti nei palchi e in galleria, per l’abbonamento alle opere del Festival o per i concerti. Un abbonamento “su misura”, insomma.

Per i giovani sotto i 30 anni sono state individuate offerte molto vantaggiose sia per le opere che i concerti che permetteranno l’acquisto, per esempio, di un carnet di 5 titoli di opera da scegliere a piacere fra le 10 + 4 del cartellone a un costo di 65€ complessivo, con la Maggio Card in omaggio.

L’invito che accompagna il lancio della campagna è «Niente è come esserci!», con lampante riferimento agli spettacoli online che hanno reso meno insopportabile il lockdown: ma ora questo è finito ed è l’ora di tornare a teatro, anche per aiutarne la sopravvivenza. Ceto, abbonarsi con una qualsiasi formula è il modo più energico per sostenere il Maggio.

Dettagli e prezzi sul sito del Maggio.

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: