Dopo il vertice in Prefettura

Firenze: piazza Repubblica, Strozzi e Sant’Ambrogio vietate alla sosta delle persone. Ordinanza di Nardella

di Sandro Bennucci - - Cronaca, Cultura, Economia, il Blog di Sandro Bennucci, Politica, Primo piano, Top News

Piazza della Repubblica (Foto ANSA)

FIRENZE – Saranno probabilmente cacciati i suonatori di strada, le giostre e tutte le attività che fanno assembramento. Perchè Nardella, in virtù dei poteri dell’ultimo dpcm, ha fatto la lista dei luoghi vietati alla sosta dei passanti. Piazza della Repubblica in primis. Il sindaco ha detto: «Oggi abbiamo tenuto il Comitato metropolitano con la prefetta e i 42 sindaci della Metrocittà di Firenze. Abbiamo stabilito i criteri, condivideremo con Asl e prefettura gli interventi, domani avremo il Cosp e porterò una lista di aree dove poter vietare la sosta delle persone per evitare gli assembramenti: saranno aree nel centro storico, anche molto famose, tipiche della movida, come piazza della Repubblica, piazza Strozzi e S.Ambrogio. Ci sarà divieto di stazionamento».

E alla trasmissione Oggi è un altro giorno, su Rai 1, Nardella ha aggiunto: «Manterremo il contingentamento di piazza S.Spirito. E’ ovvio che ci vogliono gli agenti: vedremo qual è la disponibilità delle forze dell’ordine per capire in quali aree effettivamente possiamo applicare questi limiti. E’ inutile imporre queste regole se non siamo in grado di rispettarle con i controlli».

Al vertice, co-presieduto dal Prefetto di Firenze, Laura Lega, e dal sindaco, Dario Nardella, Hanno partecipato, in videoconferenza, anche i sindaci dell’area metropolitana, il questore Filippo Santarelli, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Antonio Petti,
il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Fabrizio Nieddu, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Gennaro
Tornatore e il Direttore Generale dell’Asl Toscana Centro, Paolo Morello Marchese. Definita una strategia condivisa che, nel quadro
della positiva sinergia istituzionale in atto sul territorio, agevoli l’adozione delle misure efficaci a contrastare l’incremento dei contagi, anche alla luce delle nuove disposizioni introdotte dal Dpcm del 18 ottobre.

L’Azienda Sanitaria, spiega un comunicato stampa diffuso dalla Prefettura di Firenze, si è impegnata a fornire ai sindaci informazioni puntuali sul trend di crescita dei contagi nell’area fiorentina, garantendo una puntuale zonizzazione dei dati che possa agevolare l’adozione dei piu’ adeguati e proporzionati provvedimenti di contrasto. I sindaci, anche sulla base dei dati epidemiologici, porteranno le loro richieste in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, indicando le aree cittadine maggiormente a rischio di assembramento; l’organo collegiale provvederà a esaminare tempestivamente le proposte, così da modulare la capacità di risposta in relazione ai bisogni della specifica realtà e alle risorse effettivamente disponibili.

Tag:, , , ,

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore