La guerriglia nel centro storico

Guerriglia a Firenze: scontri fra manifestanti e Polizia, cariche, fumogeni, lacrimogeni, venti fermati, quattro apparterrebbero area antagonista

di Paolo Padoin - - Cronaca, Primo piano, Top News

 

FIRENZE – Verso quella che sembrava la fine della manifestazione contro la politica governativa anti-Covid, la situazione è degenerata, e i manifestanti hanno cominciato ad attaccare le forze dell’ordine e a devastare negozi e strade, ma i poliziotti hanno reagito e hanno preso il controllo di piazza della Repubblica, dove i manifestanti si stavano riorganizzando. I manifestanti, circa un centinaio di giovani, hanno lanciato fumogeni epetardi ed hanno divelto fioriere, cestini dei rifiuti e cartelli stradali. Nuova carica della polizia in via Strozzi, dove gli agenti in assetto antisommossa sono intervenuti per allontanare un gruppo di persone che partecipa alle proteste, ma soprattutto agli atti di violenza. Gli scontri sono durati oltre tre ore. Molotov sono state lanciate contro la polizia.

I manifestanti, di diversa estrazione, si sono riuniti con un tam tam sui social e, dopo che i negozi del centro, soprattutto quelli del lusso, avevano chiuso in anticipo e blindato le vetrine per timore di saccheggi come quelli avvenuti in altre città,in circa duecento si sono radunati per entrare in piazza della Signoria, ma sono stati fermati dal cordone della polizia. Una parte si è allora spostata in piazza del Duomo, lanciando slogan contro il presidente del consiglio e accendendo fumogeni. La contrappposizione con i manifestanti, da parte dei quali è cominciato un lancio di bottiglie e altri oggetti, ha portato numerose cariche della polizia, almeno sei, in particolare lungo via Calzaioli e nella zona dello shopping.

Vetrina di un elegante negozio del centro di Firenze protetta prima dll’inizio della manifestazione

I manifestanti si sono allontanati dopo aver lanciato bombe carta e bottiglie. Sono diversi i fronti dello scontro. Gruppi di manifestanti sono tornati in corteo verso piazza della Signoria, gli scontri sono scoppiati di nuovo anche in via Calzaiuoli. Violenta sassaiuola contro la Polizia in via de’ Tornabuoni. Manifestanti e forze dell’ordine continuano a fronteggiarsi,  il clima è molto teso. Sembra che fra imanifestanti ci siano anche alcuni feriti. Sale dei bilancio dei fermati per gli scontri, che sarebbero almeno una ventina. Secondo quanto appreso sarebbero rimasti feriti alcuni agenti, raggiunti dal lancio di pietre, bottiglie e molotov. Complessivamente, secondo una prima stima delle forze dell’ordine, sarebbero oltre mille le persone che in serata hanno partecipato alle proteste, muovendosi in piccoli gruppi che si sono sparpagliati per il centro storico, creando disordini e scontrandosi con le forze dell’ordine. Durante i disordini in piazza Santa Maria Novella è stato dato alle fiamme un cassonetto interrato e per spengere le fiamme è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. La Polizia ha fermato  dodici giovani. I protagonisti apparterrebbero a varie formazioni, dalla destra alla sinistra. A quanto riferisce l’Agenzia Ansa, tre o quattro bombe molotov sono state lanciate contro la polizia durante gli scontri a Firenze, in via dell’Albero. Per questo sarebbero state fermate quattro persone di area antagonista.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail