Cosa vedere e ascoltare

Week end 13-14 febbraio: gli eventi (pochi) e gli spettacoli in streaming

Ancora un fine settimana con musei, teatri e cinema chiusi; massacrati anche il carnevale (spostato a settembre quello di Viareggio, con capienza ridotta a un quarto) e la festa di san Valentino, quando alle coppie toscane sarà impedito anche di andare a pranzo fuori, come se non avessero altre modalità per passarsi un eventuale virus. Contro l’immotivata chiusura dei teatri, domenica 14 alle 11 tra il parcheggio e il Teatro di Cestello in San Frediano continua la «Tournée in Città a Teatri Chiusi», con Lettura delle Ragazze di San Frediano in quattro domeniche fuori da altrettanti teatri chiusi. Una Protesta di Anna Meacci, Daniela Morozzi, Chiara Riondino, in collaborazione con Omikron. 7 febbraio Scalinata Teatro Puccini, 14 febbraio , 21 febbraio Via Ricasoli all’altezza del Teatro Niccolini, 28 febbraio tra il cancello e il Teatro di Rifredi. AGGIORNAMENTO DI SABATO 13, ore 19: LA CONTINUAZIONE DELLA «Tournée in Città a Teatri Chiusi» è RINVIATA DI DUE SETTIMANE; le attrici hanno ritenuto opportuno non provocare assembramenti finché saremo in ZONA ARANCIONE

Sabato 13 dalle 15.30 alle 16.30 la banda musicale della Misericordia di Malmantile porterà la sua musica itinerante per le vie della frazione di Malmantile, dal borgo antico fino a piazza Piave. Domenica 14 dalle 10 alle 13 percorso a sorpresa di musica e parole per le vie cittadine con gli attori e musicisti della Compagnia Teatro Popolare d’Arte in collaborazione con alcuni componenti della Banda Musicale di Malmantile: il corteo non va seguito, ma ammirato affacciandosi dalle proprie finestre e dai balconi così da evitare assembramenti.

Domenica 14 dalle 15.30 alle 17.30 «Lucca in love». Un tour sulla vita di personaggi più o meno noti che vissero a Lucca e furono travolti dalla passione; amori struggenti ed impossibili, scandali e tante altre storie. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti disponibili; ritrovo alle 15.15 in Piazza Napoleone; 12 euro compreso il costo delle radioline. Gratis fino ai 10 anni. Prenotazioni 3288871434. Zona arancione permettendo.

Domenica 14 alle 18 in streaming dal Teatro delle Arti di Lastra a Signa “A come Amore” Concerto di San Valentino con gli auguri in diretta dell’amministrazione comunale e canzoni eseguite dal vivo da Francesco Giorgi, Marlene Fuochi e Bob Jay (al secolo Roberto Uggiosi).

Gli Amici della Musica di Firenze presentano una rassegna di concerti realizzati al Teatro della Pergola, l’abituale sede delle loro stagioni, e trasmessi in streaming video sul canale YouTube dell’Associazione. L’Associazione realizza una programmazione vera e propria oltre alla trasmissione del materiale tratto dal proprio archivio, e lo fa partendo dai nuovi talenti. Tre appuntamenti, dal 6 al 20 febbraio, pensati volutamente per dare spazio a giovani e promettenti musicisti, forse coloro che più di tutti soffrono dell’impossibilità di suonare dal vivo in questo periodo. Gli appuntamenti del 13 e del 20 febbraio, sempre alle 16, vedranno protagonista l’Orchestra Galilei della Scuola di Musica di Fiesole diretta da Edoardo Rosadini. In programma le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi, che verranno trasmesse in streaming in due parti: Primavera ed Estate nel primo concerto, Autunno ed Inverno nel secondo. I quattro Concerti vivaldiani, i primi della raccolta Il cimento dell’armonia e dell’inventione (1725), vedranno impegnati nei ruoli solistici ancora Wenxiao Zou (La Primavera) e Daniele Dalpiaz (L’Estate), allievi di Èva Erna Szabó alla Scuola di Musica di Fiesole, mentre L’Autunno e L’Inverno saranno affidati rispettivamente a Angela Tempestini, allieva di Boriana Nakeva, e a Matilde Urbani, allieva di Duccio Ceccanti.

Il Carnevale del Teatro di Cestello si trasferisce dal palco, ancora chiuso, al piccolo schermo, grazie a “Stasera a teatro”, trasmissione ideata e condotta dall’attore Marco Predieri, in onda su Clivo tv, canale 680 del digitale terrestre. Domenica 14 alle 21.30 va in onda la commedia dell’Arte, con la Favola di Turandot (fonte d’ispirazione per Puccini). In scena la Compagnia Stabile del Teatro di Cestello, Cenacolo dei Giovani, con la regia di Roberto Andrioli. Il canovaccio del Gozzi narra la celebre vicenda del principe Calaf giunto in Cina per conquistare cuore e fortune della bella figlia dell’Imperatore, Turandot, la cui mano può essere vinta unicamente sciogliendo tre enigmi che sono già costati la testa a svariati pretendenti. Riuscito nell’impresa, ma non accolto dal di lei orgoglio, toccherà quindi allo stesso Calf sfidare la Principessa: Se Turandot indovinerà prima dell’alba il suo nome, sarà svincolata dalla promessa nuziale. Lo spettacolo sarà introdotto da Marco Predieri che svelerà curiosità sulla rivalità tra Gozzi e Goldoni e alcune differenze tra il copione del veneziano e l’opera di Puccini.

Proseguono i concerti a cura dell’Associazione A.Gi.Mus. Firenze con una stagione che, nel rispetto delle normative anti-covid, per il momento si svolgerà interamente online. Domenica 14 alle 11, in streaming sul canale YouTube di A.Gi.Mus. Firenze, si esibirà in concerto il giovane trombettista  Filippo Lombardi, vincitore nella sezione fiati del Premio Crescendo 2019, il concorso internazionale di A.Gi.Mus. Firenze.  Nell’ambito dello stesso concorso, si è aggiudicato anche il Premio “Crescendo al fORTissimo”, il riconoscimento che grazie alla collaborazione con la Fondazione ORT – Orchestra della Toscana permette ogni anno ad uno dei vincitori di tenere alcuni concerti da solista con l’orchestra. Nonostante la giovanissima età, Lombardi padroneggia con maestria uno strumento come la tromba, non facile per un giovane solista, e si sta affermando in numerosi concorsi in tutta Italia. Sarà accompagnato al pianoforte da Antonio Camponogara. Sui social di A.Gi.Mus. Firenze è già disponibile un assaggio del concerto, il “Bis alla rovescia”, in cui i due musicisti eseguono lo Scherzo dal Notturno e Scherzo di V. Peskin. Il resto del programma prevede musiche di Mozart, Chopin, Liszt, Arban.

Aperto in Piazza Dalmazia il Temporary solidale for Ant fino al 21 febbraio. Si chiama Boutique Solidale for ANT ed è un vero e proprio Temporary di abbigliamento, accessori e profumeria quello aperto a Firenze in piazza Damazia 37/R (lato gelateria e pasticceria) dal martedì alla domenica compresa (chiuso il lunedì) in orario 9,30-13,00 e 14,00-19,30 da Fondazione ANT. L’iniziativa è stata resa possibile dalla gratuità del locale utilizzato e dalla disponibilità della merce nuova, donata dalle migliori aziende di moda, che a causa della pandemia e il conseguente blocco degli eventi natalizi era rimasta nei magazzini di ANT. Sarà possibile trovare tante occasioni per fare un regalo solidale come abbigliamento (giacconi e piumini), maglieria, accessori (borse, cinture e portafogli) e tante scarpe. I volontari ANT vi aspettano numerosi per consigliarvi al meglio, ma è meglio affrettarsi perché, come dice la parola, l’evento è temporaneo e chiuderà i battenti domenica 21 febbraio. Tutti i fondi raccolti andranno a sostegno delle attività gratuite di assistenza medico-specialistica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica di Fondazione ANT. La struttura sanitaria di ANT nella regione Toscana è composta da 9 medici, 1 nutrizionista, 8 infermieri e 5 psicologhe.

Sul Canale You Tube del teatro delle sfide (sabato 13 dalle 21.30 per 24 h) e sul Canale you Tube del Teatro Verdi di Casciana Terme (domenica 14 dalle 21.30 per 24 h), proseguono gli eventi del Teatro Liquido. Questo week end si festeggia San Valentino, con una selezione di opere firmate Guascone (e dintorni!): «L’amore è tutto qui» (Prod Cinematica), regia: Marco Fiorentini; direttore della Fotografia: Cristiano Bacci, musiche e suono: Ernesto Fontanella, con: Andrea Kaemmerle, Riccardo Goretti, Adelaide Vitolo, Mario Tognarelli, Elena Pace; cortometraggio che vede impegnato tutta la compagnia Guascone: è meglio innamorarsi o amare? Questo è il quesito amletico alla base del pluripremiato corto. Inoltre: «La fiaba dell’amore lento», di e con Andrea Kaemmerle, una fiaba sull’amore che dura nel tempo che si fa tenerezza e complicità, e «Il gran finale!!», con Adelaide Vitolo, Emiliano Benassai, Irene Rametta, Valentina Grigò, medley scoppiettante e allegro a tutto Swing.

Fino al 7 febbraio 2021 Palazzo Strozzi presenta We Rise by Lifting Others dell’artista Marinella Senatore, invitata a proporre una nuova riflessione sull’idea di comunità, vicinanza e relazione in un’epoca in cui il concetto di distanziamento sociale sta condizionando la vita quotidiana di tutte le persone. Curato da Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi, il progetto è costituito da una grande installazione per il cortile, ispirata alle luminarie della tradizione popolare dell’Italia meridionale, con frasi che si ispirano a riflessioni sui concetti di emancipazione, inclusione e partecipazione e un programma di workshop partecipativi, incentrati sull’idea di attivazione sociale e di costruzione di comunità attraverso la pratica performativa. Durante gli incontri i partecipanti collaboreranno alla produzione di una riflessione collettiva che, partendo dall’installazione del cortile e dai contenuti delle frasi, prenderà le forme di un lavoro di carattere dialogico, performativo e visivo.

È visitabile nella Galleria Poggiali di Firenze la mostra Rhizome, prorogata fino a sabato 6 marzo. La Galleria Poggiali propone una selezione di opere degli artisti della galleria che, sulla scia del concetto elaborato dai filosofi francesi Deleuze e Guattari di Rhizome, si interconnettono attraverso una relazione di carattere orizzontale priva della necessità di un centro, nella quale ogni elemento è funzionale al processo, priva di determinazioni gerarchiche proprie di un sistema verticale ad albero. Si tratta di un percorso che si snoda nello spazio della Galleria Poggiali in via della Scala 35 Ar, a Firenze, attraverso le opere di 13 autori che torna visitabile da giovedì 7 gennaio 2021 tutti i giorni dalle 10 alle 13, dalle 15 alle 19 e la domenica su appuntamento; inoltre la mostra è sempre visibile attraverso il tour virtuale (24 ore su 24, sia in italiano, sia in inglese) collegandosi al sito web della Galleria Poggiali, www.galleriapoggiali.com/it/virtual-exhibition. L’accesso è consentito col pieno rispetto delle norme che regolano questo periodo di emergenza sanitaria.

Il Teatro dell’Antella mette a disposizione a 3 euro su una pagina apposita del sito, Teatro On Air, il repertorio delle ultime produzioni di Archètipo, tra cui: “Lì, ma dove, come” di Julio Cortazar con Giovanni Crippa, “L’amore delle tre melarance” di Carlo Gozzi a cura di Riccardo Massai, le letture di Maria Paiato, ma anche “Alla ricerca del tempo perduto” di Proust, il “De rerum natura” di Lucrezio per il ciclo “I capolavori” e tante altre.

Su https://www.iorestoinsala.it/ si possono vedere i film dell’Istituto Stensen e dello Spazio Alfieri. La domenica, con  orario a scelta dello spettatore, lo Stensen offre a 3 euro una serie di cortometraggi per bambini ispirati alle favole di Gianni Rodari.

Su Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia di Firenze, fino al 15 febbraio Glassboy, film di Samuere Rossi vincitore del premio ECFA come Miglior Film Europeo per Ragazzi al PÖFF | Tallinn Black Nights Film Festival e presentato in anteprima al 50/mo Giffoni.

Ultimo fine settimana per vedere gratis «Linda di Chamounix» di Donizetti sulla pagina del Maggio Musicale Fiorentino, protagonista Jessica Pratt. Disponibile fino al 15 febbraio

A.Gi.Mus. Firenze, Amici della Musica di Firenze, Carnevale, come nel lockdown, Lucca in love, Musica, streaming gratis, Teatro, Teatro di Cestello, Tournée in Città a Teatri Chiusi, week end, zona arancione nel week end

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080