Anarchici Firenze: 26 condanne in appello (ma pene dimezzate rispetto al primo grado)

Il palazzo di giustizia di Firenze

FIRENZE – I giudici della Corte d’Appello di Firenze hanno deciso 26 condanne – da 8 a 9 mesi di reclusione -, 13 assoluzioni e 27 posizioni archiviate per intervenuta prescrizione, al processo nei confronti di anarchici fiorentini gravitanti attorno al gruppo Spazio liberato 400 colpi. Anche per effetto della prescrizione di diversi episodi, le pene sono state dimezzate rispetto al primo grado, quando le condanne erano arrivate ancher a 2 anni.

I giudici d’appello, respingendo il ricorso della procura, hanno confermato la non sussistenza dell’accusa di associazione a delinquere che era contestata a sette imputati, considerati dagli inquirenti i presunti organizzatori di una serie di manifestazioni e iniziative di protesta avvenute a Firenze tra il marzo del 2009 e il dicembre del 2010. Tra i fatti di cui gli imputati erano chiamati a rispondere, una contestazione all’allora sottosegretario Daniela Santanché al Polo universitario fiorentino, danneggiamenti alle vetrine della sede del Popolo delle Libertà, interruzione di pubblico servizio, danneggiamenti alle Ferrovie dello Stato e alla tramvia di Firenze, alcune occupazioni e varie manifestazioni non autorizzate.

anarchici, corte d'appello, Firenze

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080