Lo ha riferito l'assessore catalano

Barcellona: sei antagonisti italiani arrestati per gli scontri con la polizia

Mossos d’Esquadra polizia regionale

BARCELLONA – Sei antagonisti italiani sono tra i 14 arrestati per gli scontri dello scorso week-end a Barcellona. La manifestazione era stata indetta per protestare contro la detenzione del rapper spagnolo Pablo Hasél. A rivelare la nazionalità degli arrestati è stato l’assessore all’Interno della Catalogna Miquel Sàmper.

Sàmper ha spiegato che si tratta di persone «legate ai movimenti anarchici» che hanno manifestato «condotte violente». La polizia catalana – si apprende – ha informato il consolato italiano a Barcellona che tra i fermi ci sono 5 ragazzi ed una ragazza italiani legate ai movimenti antagonisti. Il consolato, in attesa di conoscere i reati contestati, si sta attivando per prestare assistenza ai fermati.

Come riporta 20minutos.es, la ragazza italiana arrestata è sospettata di essere stata l’esecutrice materiale dell’incendio doloso contro un veicolo della polizia, a bordo del quale si trovava un agente. Secondo fonti di polizia, la giovane sarebbe legata ai movimenti anarchici ed avrebbe precedenti in Italia per delitti contro l’ordine pubblico. Ada Colau, sindaca di Barcellona, ha commentato durante la conferenza stampa accanto a Miquel Sàmper: «La violenza non è mai giustificabile, soprattutto se mette in pericolo l’integrità delle persone».

anarcoinsurrezionalisti, arresti, italiani

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080